Arsenal ed Everton hanno di recente esonerato i loro rispettivi ex-allenatori, Emery Marco Silva, e sono attualmente alla ricerca di una nuova guida tecnica per la squadra. Per il momento sono stati nominati ad interim Fredrik Ljungberg per i Gunners Duncan Ferguson per i Toffees. Due allenatori che difficilmente riusciranno a mantenere la panchina. Proprio per questo le due società inglesi sono alla ricerca di un sostituto all’altezza dei precedenti, che possa svoltare una stagione, fino ad adesso, negativa per entrambe. I nomi sono tanti, ma una suggestione, che può diventare qualcosa di concreto nelle prossime ore, accomuna entrambi i club: Carlo Ancelotti.

Il tecnico italiano è stato da poche ore esonerato dal Napoli, ma, come riportato da Sky Sports UK, sarebbe già pronto a rimettersi in gioco, tornando in Inghilterra, dove ha già guidato il Chelsea.

LUNGA LISTA PER L’ARSENAL…

Sono tanti i nomi che fanno i quotidiani inglesi per il prossimo allenatore dell’Arsenal. Secondo il Daily Mirror, infatti, sarebbero stati presi in considerazione almeno dieci candidati, tra cui Marcelino, Patrick VieiraMikel Arteta e, ovviamente, Carlo Ancelotti. Così come sarebbero anche stati sondati Paulo Sousa, attualmente tecnico del Bordeaux, così come Roberto Martínez, attuale CT del Belgio. Il Daily Express, poi, fa anche i nomi di Pochettino e Niko Kovač, entrambi recentemente esonerati rispettivamente da Tottenham e Bayern Monaco. Una lunga lista che non esclude nemmeno una possibile conferma di Ljungberg. Le idee, quindi, sono tante, nelle prossime ore la situazione si farà più chiara.

…PIÙ CORTA PER L’EVERTON

Sono, invece, molti di meno i nomi che l’Everton starebbe prendendo in considerazione. Secondo Sky Sports UK, infatti, l’obiettivo principale è Ancelotti. Un’operazione non semplice, ma le parti entreranno in contatto nelle prossime ore. Oltre al tecnico ex-Milan, poi, c’è anche David Moyes, già allenatore dei Toffees dal 2002 al 2013, che è molto amato dalla piazza. Anche in questo caso la situazione potrebbe sbloccarsi nelle prossime ore.

Fonte immagine di copertina: profilo Twitter ufficiale del Napoli