Connect with us

La nostra prima pagina

Arsenal – Manchester City: una partita per ricominciare

Pubblicato

:

Aubameyang

Le aspettative ad inizio anno si sa, sono sempre molto alte. Soprattutto se sei il Manchester City, hai appena investito la “miseria” di più di un centinaio di milioni sul mercato e sulla tua panchina si è seduto un certo Pep Guardiola, uno degli allenatori più vincenti dell’ultimo decennio. Ne sa però qualcosa anche l’Arsenal. Più di 10 anni senza titolo di lega, un Wenger sempre contestatissimo e chiamato all’ennesima “ultima possibilità” e un mercato forse poco ragionato. La primavera però, insieme ad un Chelsea per larghi tratti di stagione insuperabile, hanno ridimensionato completamente e ancora una volta le aspirazioni di entrambe le squadre, che arrivano a questo match con il rilancio Champions come unico obiettivo stagionale.

QUI ARSENAL

Sarebbe sufficiente questa immagine per comprendere, e forse anche giustificare, i sentimenti dei tifosi gunners verso la propria squadra. Un’ennesima annata “storta” ricca di alti e bassi e senza mai essere realmente una potenza valida per il titolo, l’Arsenal arriva a questo match nel momento peggiore della propria stagione da settembre. Sesto posto e zona Champions quasi compromessa. Vittoria, neanche a dirlo, condizione necessaria per riagganciare quel treno Europa che dopo gli ultimi 5 match (4 sconfitte e una sola vittoria) sta scorrendo via inesorabilmente. Condizione necessaria, forse non sufficiente.

QUI MANCHESTER CITY

Diverso invece il discorso per gli SkyBlues. L’arrivo ad inizio anno del pluricampione d’Europa Pep Guardiola aveva sicuramente sovraccaricato l’ambiente e fatto immaginare a tutti un successo, almeno nei confini nazionali, quasi certo. Quella credenza, nonostante un inizio di stagione scoppiettante e quasi perfetto, si è ben presto dissolta sotto i colpi della grande fisicità del campionato inglese e degli schemi non ancora assimilati da parte della maggior parte dei giocatori. L’eliminazione in Champions a scapito di una squadra sicuramente non superiore come il Monaco ha ulteriormente demoralizzato l’ambiente. Proprio per questo una vittoria in questa partita oggi sarebbe fondamentale, per inseguire il concreto obiettivo del secondo posto, e data la sconfitta di ieri del Chelsea di Conte, anche quello più astratto, il titolo della Premier League.

Pep Guardiola contro Arsene Wenger, il “novello” contro il veterano, Alexis Sanchez contro il “Kun” Auguero, semplicemente, Arsenal – Manchester City.

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calciomercato

Il Liverpool guarda in casa della Fiorentina: interessamento per Amrabat

Pubblicato

:

Amrabat

Il Liverpool di Jurgen Klopp avrebbe messo tra i suoi obiettivi un centrocampista in vista della sessione di mercato di gennaio, e uno dei nomi presi in considerazione sarebbe quello di Sofyan Amrabat.

Secondo il The Sun infatti, le prestazioni sontuose che Amrabat sta mettendo in mostra al Mondiale hanno attirato su di sé le attenzioni dei Reds, che sarebbero disposti a mettere sul piatto un contratto economicamente superiore rispetto a quello attualmente percepito dal marocchino alla Fiorentina.

Resta da capire quanto il Liverpool sarà disposto a mettere sul piatto, e soprattutto se vorrà affondare il colpo già a gennaio o aspettare la prossima estate, quando il contratto di Amrabat sarà arrivato ad un anno dalla scadenza. La Fiorentina in quel caso dovrà valutare se cedere il giocatore o attivare l’opzione per il rinnovo di un altro anno.

Continua a leggere

Flash News

Pjanic sulla Juve: “Stimo molto Agnelli, Chiellini lo vedrei bene. Allegri è un vincente”

Pubblicato

:

Pjanic

È la notizia che più sta tenendo banco dal momento in cui a sorpresa è arrivata, quella delle dimissioni del CdA della Juventus. E ogni giorno si aggiungono dettagli, sfumature e pareri, tra questi anche di chi ha vestito la maglia bianconera durante la presidenza di Andrea Agnelli. Uno di questi è Miralem Pjanic, che intervistato alla Gazzetta dello Sport ha manifestato nuovamente la sua vicinanza all’ormai ex presidente juventino:

Lo stimo molto, per questo mi hanno fatto effetto le dimissioni. Durante il nostro primo incontro, mi disse che dovevamo puntare a vincere tutto. Non a caso è il presidente più titolato nella storia della Juventus. Immagino che la sua scelta sia stata per il bene del club. Sono tanti gli ex che vedrei bene in società, a cominciare da Chiellini: lui conosce diversi aspetti del mondo del calcio. Allegri? Non esiste la persona giusta per queste situazioni. Esistono quelli che ottengono i risultati e Max è uno di questi. Ce la farà anche stavolta, come sempre“.

Continua a leggere

Calciomercato

Napoli, a gennaio si punta ad Ilic del Verona

Pubblicato

:

Lazio, Sarri ha richiesto Ilic per sostituire Luis Alberto

Il Napoli prosegue spedito verso il campionato, mentre per il mercato invernale la strategia delineata è chiara: se non parte nessuno non arriva nessuno. Il centrocampo è il punto focale del mercato invernale dei partenopei, con Demme in partenza e già il nome dell’eventuale sostituto.

IL MERCATO DEL NAPOLI

Secondo quanto riferito dalla Gazzetta dello Sport, Diego Demme, ormai fuori progetto, potrebbe lasciare la squadra di Luciano Spalletti. Al suo posto, l’indiziato numero uno è Ivan Ilic, valutato dal Verona 25 mln di euro. Il Napoli, forte anche del buon rapporto con gli scaligeri testimoniato dagli affari Rrahmani e Simeone, proverà sicuramente il colpo. Da non sottovalutare la possibile formula: l’ipotesi più accreditata, infatti, sarebbe quella del prestito con diritto di riscatto.

 

Continua a leggere

Flash News

Caos Juve, spunta una telefonata tra Elkann e Agnelli: “Si sono allargati”

Pubblicato

:

Juve

Nell’edizione quotidiana sono state riportate dalla Gazzetta dello Sport parte delle intercettazioni tra Agnelli e Elkann, le telefonate riguardano le plusvalenze in casa Juventus. Al momento dopo le dimissioni del cda e si parla incessantemente della figura di Alex Del Piero, la Juventus cerca delle nuove vie.

 

LE INDAGINI E LE INTERCETTAZIONI

Sotto la lente di ingrandimento, le indagini relative ai conti della Juventus tra il 2018 e il 2021, per i due filoni che riguardano rispettivamente il “caso plusvalenze” e la “manovra stipendi“.

Ora spuntano anche strascichi di intercettazione: “Si sono allargati, ci sono tutta una serie di operazioni che hanno fatto…” questa la frase di John Elkann. Nel corso della stessa telefonata Agnelli fa riferimento all’eccessivo ricorso allo strumento delle plusvalenze, dichiarando che “se ti crolla il mercato, ti crolla il mercato. Questo è un dato di fatto”.

Tra gli estratti pubblicati anche una frase riguardante Cristiano Ronaldo, frase scambiata tra Cerrato, ex capo dell’area finanziaria, Bertola e Gabasio: “E ancora grazie che Ronaldo non ha fatto pizzini pericolosi“.

Il terremoto in casa Juventus prosegue, ora la situazione è tesa, si attendono sviluppi e l’eventuale processo che inizierà il prossimo anno.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969