Connect with us

La nostra prima pagina

L’ascesa di Pierre-Emerick Aubameyang

Pubblicato

:

Aubameyang

La conquista del titolo di capocannoniere nella Bundesliga ha definitivamente consacrato Aubameyang tra i più forti attaccanti del panorama calcistico mondiale. La carriera del franco-gabonese ha visto una partenza a rilento e un’esplosione incredibile, seppur graduale, nell’arco di pochi anni. Un cammino che lo ha portato nell’Olimpo dei calciatori, a braccetto con i più forti e alle soglie di un significativo salto di qualità.

STORIA DI TRE FRATELLI

Aubameyang inizia la sua esperienza calcistica in Francia, militando nelle giovanili di Laval, Rouen e Bastia. Attira l’attenzione del Milan nel 2007, venendo tesserato nella primavera rossonera. Segue sostanzialmente il percorso dei due fratelli maggiori, Catilina e Willy, anch’essi militanti nelle giovanili rossonere. Il più grande dei tre fratelli era arrivato a Milano nel 2000, ottenendo una sola presenza in Serie A. La sua carriera si è poi protratta poi tra le leghe minori di Francia e Italia. Il secondo fratello, Willy, arrivò a Milano nel 2002. Per lui non ci fu mai la gioia dell’esordio in A, nonostante alcune convocazioni. Qualche appassionato milanista si ricorderà di lui per un gol decisivo nel Trofeo Berlusconi nell’estate 2007. Dopodiché, molti prestiti e una carriera mai sbocciata.

Dopo Catilina e Willy, dunque, il Milan si assicura anche il terzo fratello. Le infelici esperienze passate con la famiglia Aubameyang portano però i rossoneri a non fidarsi nemmeno del fratellino. Per di più, in concomitanza con l’approdo del gabonese a Milano, nel 2007 sbarca nel mondo rossonero anche Pato, impiegabile da Ancelotti solo a partire da gennaio. Dopo alcuni prestiti in Francia (Digione, Lille e Monaco), Aubameyang viene ceduto nel gennaio 2011 al Saint-Etienne in prestito con diritto di riscatto.

LA CRESCITA

Aubameyang con la maglia del Saint-Etienne

I primi 6 mesi in maglia verde sono di ambientamento. Appena due gol messi a segno in 14 partite. Il club francese decide comunque di prolungare il prestito del gabonese fino alla stagione successiva. Fiducia che viene ripagata. La stagione 2011-2012 rappresenta per Aubameyang un punto di svolta. Il 22 dicembre 2011 il Saint-Etienne annuncia di aver riscattato il suo cartellino per un milione di euro. Lui mette a segno 18 gol in 38 partite.

È l’inizio di una grande storia. In Francia, Aubameyang realizza 41 gol in due anni e mezzo. Sfiora il titolo di capocannoniere nel 2012-2013, restando dietro al solo Ibrahimovic, ma conquistando la Coppa di Lega francese (la prima del club della Loira) e diventando il giocatore ad aver segnato più reti in una stagione nella storia del Saint-Etienne. L’esperienza francese gli permette di catturare l’attenzione di alcuni importanti club europei. È il primo dei tre fratelli Aubameyang a sfondare nei grandi palcoscenici. Il ragazzo premia la pazienza del club della Loira, mentre fa aumentare tanti rimorsi del Milan, che se lo ha lasciato andare a cuor leggero. Dopo due stagioni da favola, arriva per Aubameyang la grande occasione: il Borussia Dortmund.

L’ASCESA

Esultanza di Aubameyang dopo un gol all’Arsenal

Il 4 luglio 2013, Aubameyang approda alla corte di Klopp per 15 milioni di euro. Un colpo in linea con la filosofia del club giallonero, che da anni punta su giovani in rampa di lancio. Il gabonese viene messo subito al centro del progetto, esordendo già nel match di Supercoppa di Germania contro il Bayern, vinta dal Dortmund per 4-2. L’esordio in Bundesliga è da sogno, con una tripletta rifilata all’Augsburg. A novembre arriva anche il primo gol in Champions, ai danni del Napoli. Chiude la sua prima stagione in giallonero con 16 gol in 48 partite, un bottino davvero ricco considerando che Klopp gli tesse le vesti di ala destra, nonostante lui si fosse messo in mostra in Francia da attaccante centrale.

Ma ecco che, nella stagione successiva, arriva una svolta in questo senso. Nell’estate del 2014 i gialloneri perdono a costo zero Lewandowski, che si unisce al Bayern Monaco. Il Borussia si cautela acquistando Immobile, reduce da una stagione da capocannoniere in Serie A, e Ramos. Tuttavia, nessuno dei due convince e Klopp decide di puntare su Aubameyang come riferimento centrale. Ecco che il gabonese alza ulteriormente l’asticella del rendimento, realizzando ben 25 gol in 46 presenze stagionali. Anche con l’addio di Klopp il gabonese continua a fare la punta, segnando gol a grappoli.

Nelle due stagione successive, Aubameyang gioca 95 partite, di cui 91 da prima punta, realizzando in totale 79 gol. Medie da fuoriclasse assoluto. Iniziata con Klopp, l’ascesa del gabonese si è completata con Thomas Tüchel, il cui lavoro ha permesso ad Aubameyang di vincere il titolo di capocannoniere della Bundesliga di quest’anno. 31 gol in campionato, contro le 30 reti dell’ex compagno e ora rivale Robert Lewandowski.

IL GRANDE SALTO

Dopo un biennio di luci e ombre, Tüchel si è separato dal Borussia Dortmund. I gialloneri si trovano ora di fronte ad un nuovo anno zero e devono fare i conti anche con le richieste per i propri gioielli, su tutti proprio Aubameyang. Alla soglia dei 28 anni, con appena 4 trofei in bacheca, il gallonerà comincia a stare stretto. E arricchire la propria bacheca in Germania pare un’impresa fin troppo ardua.

Perciò questa potrebbe essere l’estate decisiva per un cambio d’aria. Su Aubameyang c’è lo storico interesse del Milan, che non ha mai digerito il proprio grave errore. Ma ci sono anche le attenzioni di Psg e Real Madrid, anch’esse interessate da tempo al giocatore. Madrid, soprattutto in caso di addio di Morata, potrebbe essere la piazza giusta per Aubameyang, che non ha mai nascosto peraltro il suo tifo per le merengues. I parigini potrebbero puntare il gabonese per sferrare un’importante attacco alla Champions, oltre che per riconquistare la Ligue 1. I rossoneri, infine, vorrebbero al centro della rinascita cinese.

In ogni caso, chi vorrà assicurarsi le prestazione di Aubameyang dovrà sborsare una cifra sostanziosa. Anche perché il Dortmund, come insegna il caso di Lewandowski, preferisce tenere i propri giocatori fino a scadenza di contratto piuttosto che venderli a condizioni a loro sfavorevoli. Ma chiunque compirà l’investimento, avrà la sicurezza di aver acquistato uno dei giocatori più forti del globo.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calciomercato

Intesa tra la Juve e l’agente di Milinkovic-Savic! Ma la Lazio…

Pubblicato

:

Milinkovic

La Juve è seriamente interessata a Milinkovic-Savic, ma questa non è una novità. Il serbo è attualmente impegnato al Mondiale con la sua nazionale, ma i contatti tra la dirigenza bianconera e il suo agente Meteja Kezman sono frequenti.

Secondo quanto riportato da Tuttosport, le parti avrebbero già raggiunto un’intesa sulla base di un ingaggio da 5,5 milioni a stagione più circa 1,5 di bonus. Il grande scoglio da superare per portare a termine la trattativa è la richiesta del presidente della Lazio, Claudio Lotito, che si aggira sui 100 milioni di euro. Tuttavia, la Juve confida di poter far leva sul contratto di Milinkovic-Savic, in scadenza nel 2024, per abbassare la richiesta dei biancocelesti.

Continua a leggere

Flash News

Lotito vuole blindare Zaccagni: in casa Lazio l’obiettivo è il rinnovo fino al 2027

Pubblicato

:

Zaccagni

In casa Lazio, dopo il rinnovo di Ciro Immobile, Lotito pensa ai prossimi movimenti legati sia al calciomercato che al blindare alcuni elementi della rosa. Il primo sulla lista sembra essere Mattia Zaccagni: ormai un titolare per Maurizio Sarri, l’ex Hellas Verona si è preso di prepotenza la fascia sinistra della Lazio. Il 27enne in appena 13 presenze in Serie A ha messo a segno già 5 gol e fornito 3 assist, una media importante soprattutto se riuscirà a mantenerla fino a fine stagione. Il Messaggero ha dedicato un approfondimento su di lui, parlando proprio del suo futuro in maglia biancoceleste.

Sarri lo ha elogiato già diverse volte, spronandolo a fare ancora meglio: “Da un giocatore così pretendo la doppia cifra, altrimenti è uno spreco di talento”. Il nativo di Cesena sembra aver preso queste parole come una sfida personale e quanto fatto vedere in questo inizio di stagione ne è la conferma. Proprio per questo il presidente Lotito vorrebbe blindarlo, con un contratto che lo legherebbe alla Lazio fino al 2027.

Continua a leggere

Calciomercato

La Fiorentina cerca un trequartista: obiettivi Bajrami e Sabiri

Pubblicato

:

Sabiri

La richiesta di Italiano alla dirigenza della Fiorentina per il calciomercato di gennaio è esplicita: serve un trequartista. Con il cambio di sistema attuato dal tecnico poco prima della sosta, diventa fondamentale inserire una nuova figura sulla trequarti e i principali obiettivi sono Sabiri e Bajrami.

Per entrambi, riporta il Corriere Fiorentino, i viola potrebbero proporre una contropartita tecnica: sia alla Sampdoria che all’Empoli interessa molto il centrocampista Zurkowski. Stankovic lo ha richiesto direttamente alla dirigenza blucerchiata, mentre il polacco, tuttavia, ha già vestito la maglia dei toscani nella scorsa stagione e spinge per il ritorno. Alla Sampdoria interessa anche Maleh, altro centrocampista della Fiorentina che ha trovato poco spazio nella prima parte di stagione.

Sia Sabiri che Bajrami, cercato già in estate dalla Fiorentina, possono occupare varie posizioni sulla trequarti e potrebbero fornire ad Italiano un’alternativa importante.

Continua a leggere

Calciomercato

Due colpi in arrivo per lo Spezia: Moutinho e Cardoso ormai a un passo

Pubblicato

:

Gotti

In casa Spezia inizia già a muoversi qualcosa sul calciomercato: i liguri vogliono rinforzare la squadra per ottenere una salvezza sicura. I sei punti di vantaggio sulla Cremonese terzultima sono già un buon bottino, ma mancano ancora tantissime partite prima della fine del campionato. Con la pausa mondiale, il direttore Eduardo Macià si è messo subito all’opera per portare a Gotti i rinforzi tanto richiesti. I primi due nomi che potrebbero vestire la maglia bianca, riporta TMW, già da gennaio sono Joao Moutinho e Johnny Cardoso: il primo sarà svincolato dall’Orlando City a inizio 2023, mentre il secondo ha un contratto in scadenza nel 2024 con l’Internacional di Porto Alegre. Due colpi che potrebbero essere perfezionati già nella prossima settimana per essere integrati al 100% alla ripresa del campionato.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969