Lo spettacolare gioco dei ragazzi di Gasperini è riuscito a compiere un altro miracolo. Dopo la sorprendente qualificazione in Champions League, la prima per l’Atalanta, ottenuta al Mapei Stadium nell’ultima giornata dello scorso campionato, ora i bergamaschi sono pronti a vivere un’altra emozione.

La società infatti, avrebbe trovato l’accordo con tutte le parti in questione per poter disputare le gare casalinghe della prossima Champions nella Scala del calcio, quel San Siro che nelle ultime settimane è finito al centro di infuocati dibatti a causa della volontà da parte di Milan e Inter di demolirlo.

UFFICIALITÀ A BREVE

Gli orobici hanno presentato ieri la loro richiesta ufficiale ai due club meneghini ma negli scorsi giorni si erano mossi sotto traccia per ottenere il consenso del sindaco di Milano Beppe Sala, ricevendo l’approvazione entusiasta del primo cittadino.

A manovrare i fili dell’operazione è stato l’amministratore delegato dell’Atalanta Luca Percassi, il quale avrebbe ottenuto anche l’ok informale da parte dell’Inter tramite Steven Zhang, con il quale è legato da una forte amicizia.

Allertate anche le questure di Milano e Bergamo che hanno accolto con grande piacere la proposta, ora manca solo l’ok del Milan. In questo senso, non dovrebbero esserci intoppi e da quanto filtra da Casa Milan, anche Boban avrebbe informalmente dichiarato di approvare questa scelta da parte dell’Atalanta. Nelle prossime 24 o 48 ore dovrebbe dunque arrivare l’ufficialità: l’Atalanta è pronta a giocarsi la prima Champions League nello stadio delle notti europee.

(Fonte immagine copertina: account Instagram Papu Gomez)