Connect with us
Atalanta-Spezia 5-2, le pagelle: i soliti Lookman e Hojlund firmano la manita

Flash News

Atalanta-Spezia 5-2, le pagelle: i soliti Lookman e Hojlund firmano la manita

Pubblicato

:

Atalanta

Al Gewiss Stadium di Bergamo va in scena l’ottavo di finale di Coppa Italia tra Atalanta e Spezia. Primo tempo scoppiettante: Lookman firma una doppietta nel giro di 2 minuti. Lo Spezia la riapre con Ekdal, poi Hateboer da una parte e Verde dall’altra fissano il punteggio sul 3-2 a fine primo tempo.

Nella seconda frazione l’Atalanta esce alla distanza e segna altre 2 reti su azioni fotocopia. In entrambe, Muriel pesca Hojlund in profondità, il quale conclude col sinistro. Nel primo caso il baby bomber coglie traversa, palo e rete. Nel secondo, la conclusione va sul palo e viene ribattuta dentro da Ampadu.

LE PAGELLE DELL’ATALANTA

Musso 5.5: Forse avrebbe potuto fare di più sul gol di Verde, la sua conclusione non era forte. Nel secondo tempo deve solo gestire.

Djimsiti 5.5: Si addormenta sul cross di Moutinho e lascia libero Kovalenko di appoggiare per l’accorrente Verde, che segna indisturbato.

Palomino 5.5: Esce a vuoto su Nzola permettendogli di fornire l’assist vincente a Ekdal sul 2-1 provvisorio.

Scalvini 7.5: È il più giovane del reparto arretrato atalantino, eppure svetta per personalità e qualità tecniche. Imperioso nel colpo di testa, chirurgico negli anticipi, preciso e freddo in impostazione. Suo l’assist per il primo gol di Lookman. Nella ripresa deve uscire per problemi fisici. (dal 56′ Toloi 6: Normale amministrazione)

Hateboer 7: Sulla destra compone un tandem da urlo con Lookman. Supporto offensivo costante, va anche in gol con il piattone sinistro. Unica sbavatura commessa in occasione del 3-2, quando fa crossare Moutinho indisturbato. (dal 64′ Zortea 5.5: Si intestardisce un po’ troppo nel cercare la soluzione personale)

Koopmeiners 6: Poco presente nella prima frazione. Nel secondo tempo aumenta i giri e i palloni giocati.

Ederson 5: Ammonito dopo pochi minuti. Il provvedimento disciplinare – fatalmente – lo condiziona, impedendogli di intervenire con maggior decisione su Ekdal lanciato a rete in occasione della rete del 2-1. Gasperini lo fa fermare all’intervallo. (dal 45′ De Roon 6: Riporta ordine a centrocampo dopo la confusione fatta da Ederson)

Maehle 6: Buona partita in entrambe le fasi, senza infamia e senza lode.

Lookman 8: Semplicemente inarrestabile. Inizia a mille con una doppietta in meno di un quarto d’ora e, a quel punto, potrebbe fermarsi e gestire le energie; invece no, continua a correre e rendersi pericoloso, soprattutto incuneandosi sulla destra.

Zapata 7: Che non sia il miglior Zapata è sotto gli occhi di tutti: fatica ancora a portare il suo potente motore su di giri. Intanto però, oggi manda in porta due compagni e colpisce una traversa. Sta tornando. (dal 63′ Hojlund 7:  Chiude la contesa scaricando una bordata di sinistro in rete, poi propizia l’autogol di Ampadu. Prosegue il suo stato di grazia)

Boga 6: Ci mette tanto impegno, ma non riesce a liberarsi dalla gabbia che gli viene costruita attorno. Prestazione comunque sufficiente. (dal 63′ Muriel 7: Serve a Hojlund l’assist per il 4-2, poi va vicino al gol con un bel destro deviato da Zovko e infine dà il via all’azione del quinto gol con un passaggio identico al primo per Hojlund)

All. Gasperini 6.5: I suoi ragazzi sono una macchina da gol. Patisce un po’ il pressing dello Spezia e subisce due gol evitabili. Cambi di gestione che portano anche a due gol, con Muriel assist man e Hojlund esecutore.

LE PAGELLE DELLO SPEZIA

Zovko 5.5: Forse poteva uscire sulla sponda di Scalvini in occasione del primo gol. Poi prende gol sul suo palo da Hateboer. Si riscatta parzialmente con una grande parata su tiro da fuori di Muriel.

Hristov 5.5: Tiene a bada Boga grazie anche all’aiuto di Holm, ma è clamorosa la sua dormita sul secondo gol di Lookman: non sale e mantiene in gioco tutti. (dal 73′ Amian 5: Rischia il fallo da rigore su Hojlund che lo sovrasta fisicamente in progressione, poi si fa infilare in imbucata da Hojlund in occasione del quinto gol)

Kiwior 6: Gotti lo piazza a uomo su Zapata e lui, con le buone e con le cattive, gli impedisce quantomeno di concludere con una certa frequenza.

Nikolaou 5.5: Pomeriggio difficile, su quel lato Lookman e Hateboer gli rendono la vita difficile. Lui fa comunque un paio di belle chiusure. (dal 61′ Caldara 5.5: Ex di turno, non lascia particolarmente la sua impronta sulla partita)

Holm 6: Contiene egregiamente l’esuberanza di Boga e si ripropone in contropiede ad ampie falcate. Complice un fastidio termina la sua partita in anticipo. (dal 61′ Ferrer 5: Si perde Hojlund in occasione della quarta rete)

Ekdal 6.5: Gran bel gol; inserimento da mezz’ala pura e conclusione da bomber con il destro sul secondo palo. Poi cala e scompare un po’ dalla partita. (dal 61′ Ampadu 5: Al posto sbagliato, nel momento sbagliato; appoggia nella sua rete il pallone che aveva colpito il palo dopo il tiro di Hojlund)

Esposito 6: Impalpabile nel primo tempo, si riprende nella ripresa in apertura della quale fa una grande chiusura difensiva su un pallone al centro.

Kovalenko 6.5: Folate di qualità, buone idee, poca costanza. Bravo a liberare Verde al tiro a centro area in occasione del 3-2. (dal 73′ Maldini sv)

Moutinho 4.5: Che dire se non disastroso. Il nuovo acquisto dello Spezia è colpevole in 3 gol su 5 dell’Atalanta. Parte da lui l’azione del gol di Verde ma è troppo poco.

Verde 6.5: Leader tecnico dei bianconeri, prova a dare soluzioni offensive insieme con Kovalenko. Suo il gol del 3-2 che accorcia le distanze nel primo tempo.

Nzola 6: Bellissimo e prezioso il colpo di tacco che manda Ekdal in porta. Peccato, però, che sia l’unica azione degna di nota della sua prima frazione. Nei minuti finali si rivede con un diagonale sinistro fuori di poco.

All. Gotti 5.5: Buon pressing alto portato dai suoi e buona concretezza sotto porta. Da rivedere l’atteggiamento difensivo e cambi poco ortodossi.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Del Piero sulla Juve: “Le vicende extra-campo stanno infliggendo mazzate importanti”

Pubblicato

:

del piero

Nella serata di ieri, al termine del match tra Napoli e Roma, Alessandro Del Piero è stato ospite a Sky Calcio Club, trasmissione in onda su Sky Sport condotta da Fabio Caressa. L’ex capitano dei bianconeri ha parlato proprio del momento che sta attraversando la Juventus, e di come l’indagine della procura abbia condizionato i giocatori;

La Juve oggi sta attraversando un periodo critico. Oggi ho visto errori non degni del nome dei giocatori; possono essere molto più bravi di così. Sono errori figli in primis di una situazione psicologica, forse anche fisica, che non aiuta. Ciò che accade fuori dal campo sta infliggendo mazzate importanti a tutti coloro che scendono in campo. 

L’aspetto psicologico è il più allarmante; è quello che ti blocca e non ti fa esprimere al meglio. C’è bisogno che la squadra riesca ad isolarsi, ma sarà difficile e riguarderà tutto l’ambiente Juve. Il motto è fino alla fine per un motivo, è uno stile di vita“.

Lucido nell’analisi e ottimista nella soluzione del problema. Alex Del Piero è sempre fonte di speranza per i tifosi bianconeri.

 

Continua a leggere

Flash News

Materazzi avverte Skriniar: “Non troverai da un’altra parte l’amore dei tifosi dell’Inter”

Pubblicato

:

Materazzi

Nell’ultimo turno di Serie A, l’Inter è tornata a conquistare i tre punti contro la Cremonese. La squadra di Simone Inzaghi prepara i prossimi impegni, in Coppa Italia contro l’Atalanta e nel derby in campionato, con l’incognita Skriniar. Sulla questione relativa al centrale slovacco, ha parlato Marco Materazzi. In un estratto di un’intervista rilasciata a DAZN, lo storico difensore dell’Inter ha detto:

“Nessuno deve dubitare della sua professionalità, darà il 100% fino alla fine. Ma ricordati: non troverai da un’altra parte l’amore di San Siro e degli 80mila tifosi nerazzurri”.

Continua a leggere

Flash News

Roma, El Shaarawy: “Dobbiamo continuare con questa mentalità! Gioco dove serve per la squadra”

Pubblicato

:

Roma

Nonostante la sconfitta contro il Napoli al Diego Armando Maradona, la prestazione della Roma fa sorridere Mourinho ed i suoi tifosi. La squadra ha giocato bene, tenendo testa alla compagine che comanda la Serie A per larghi tratti del match. Sugli scudi la prestazione di Stephan El Shaarawy, entrato nella ripresa al posto di Spinazzola, autore della rete del momentaneo pareggio.

Al termine del match, il Faraone ha rilasciato queste dichiarazioni ai microfoni di DAZN.

RUOLO“Questo mi chiede il mister, anche di pressare il terzino per poi tornare in posizione. Un ruolo che posso ricoprire anche se lo faccio per esigenza. Gioco dove serve per la squadra. Di natura sono più offensivo e facendo il quinto ho compiti diversi. Seguo il mister. Se mi chiedi dove preferisco giocare ti dico che preferisco avanti come a La Spezia”. 

PRESTAZIONE “Dispiace che oggi sia andata meno bene con la sconfitta ma dobbiamo continuare con questa mentalità. Abbiamo affrontato la squadra più forte del campionato e non è facile”. 

ZANIOLO“Non è facile ora parlare di un compagno che sta vivendo questa situazione. Non entro nel merito della vicenda, noi vogliamo pensare alla Champions che è il nostro obiettivo”.

Continua a leggere

Flash News

La certezza del Milan si chiama Giroud: rinnovo ad un passo

Pubblicato

:

Giroud

Il periodo nero del Milan non sembra volgere al termine. Dopo la sonora sconfitta rimediata all’Olimpico contro la Lazio (4-0), ieri i rossoneri sono stati surclassati in casa dal Sassuolo (2-5). In un periodo di profonde incertezze per la squadra campione d’Italia, si cerca di ripartire da uno dei pochi punti fermi: Olivier Giroud. In queste partite, il centravanti francese non ha di certo fatto mancare il proprio apporto, nonostante una forma fisica non brillante. Ieri, ha siglato la sua decima rete stagionale con la maglia del Milan.

La dirigenza rossonera ha intenzione di continuare a puntare sulle sue performances anche nella prossima stagione. Secondo quanto riportato da Nicolò Schira, Giroud è ad un passo dal prolungare il suo contratto con il Milan fino al 2024. Dunque, il trentaseienne attaccante continuerà ad essere una certezza per il Diavolo. 

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969