Connect with us
Atalanta inarrestabile, ma lo Spezia tiene botta: al 45' è 3-2

Flash News

Atalanta inarrestabile, ma lo Spezia tiene botta: al 45′ è 3-2

Pubblicato

:

Atalanta

Il primo match di questo giovedì di Coppa Italia mette di fronte Atalanta e Spezia, sul prato del Gewiss Stadium. Entrambe le formazioni arrivano sulla scia di una vittoria nell’ultimo week-end. Lo Spezia, in particolare, dal colpo in trasferta allo Stadio Olimpico Grande Torino, deciso dalla rete di Mbala Nzola. L’Atalanta, invece, addirittura dalla strabordante vittoria per 8-2 in casa contro la Salernitana.

Il fischio di inizio dell’ottavo di finale sembra percorrere, inizialmente, la stessa strada per i padroni di casa. L’Atalanta mette il turbo e confeziona due reti grazie ad un super Ademola Lookman. Decisivo prima sottomisura su un colpo di testa di Scalvini corretto in porta, poi con un’azione personale conclusa al meglio. Il doppio vantaggio degli orobici dura, però, solo 2′: al minuto 14 Ekdal accorcia le distanze per lo Spezia.

L’Atalanta, però, non si ferma. Poco prima della mezz’ora, un’azione elaborata sulla destra conduce alla rete di Hans Hateboer, che riporta la Dea in vantaggio di due reti. Lo Spezia, però, mostra di avere carattere e voglia di fare bene e si aggrappa al suo giocatore più talentuoso: Daniele Verde. La rete del numero 10 spezino accorcia nuovamente le distanze e firma il 3-2.

Ma le emozioni non si fermano certo alle cinque reti. Zapata appare in forma e ispiratissimo, le due difese reagiscono al meglio ai molti capovolgimenti di fronte. Ed il bomber colombiano si è visto anche annullare una rete alla mezz’ora.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calciomercato

Sogliano sul mercato dell’Hellas: “Ilic bell’affare, Gaich ha tanta cattiveria”

Pubblicato

:

Verona

Nella conferenza stampa che sancisce la fine del mercato invernale dell’Hellas, ha parlato il ds degli scaligeri Sean Sogliano, del mercato e del momento della squadra gialloblù.

PERIODO DI FORMA – “Abbiamo alzato la testa dopo un periodo difficile: dieci sconfitte di fila non sono normali, e al mio arrivo avevo trovato un gruppo molto deluso. Ora c’è grande voglia di lottare, nonostante ci siano dei limiti: i giocatori danno tutto sul campo, alzando la testa.”

ILIC –  “Le prime attenzioni che questo club vanno nella direzione di tenere il bilancio in ordine: questo club non salta un pagamento da dieci anni. Il Torino ci aveva proposto di inserire Hien nell’affare Ilic: non è andata in porto, ma non sono deluso da questo. Dovesse continuare così, sarà un investimento che porterà risultati”.

CESSIONI – “Quella di Ilic è stata una buona operazione, ma era anche stato pagato tanto: i margini non sono elevatissimi da questo punto di vista. Vendere, per il Verona, significa tenere i bilanci a posto. Poi ovviamente non dobbiamo essere un supermercato, ma sono il primo a capire che le cessioni servono per reinvestire”.

ABLIDGAARD – “Abildgaard era stato valutato in una fase iniziale del mercato, poi eravamo andati su altri profili. Però lo conoscevamo, e ha delle caratteristiche che mancavano in rosa: ha grande fisicità, è alto un metro e novanta, è mancino… Ha le qualità per calarsi in una realtà che ha bisogno di gente che lotta. È stato capitano del Rubin Kazan, ha giocato in Scozia… Già dai primi allenamenti si capisce che voleva fortemente venire qua. L’abbiamo preso a due ore dalla fine del mercato”.

DUDA – “Quando facevo il d.s. a Verona la prima volta lo andai a vedere a Varsavia: si vedeva che avesse qualità importanti, anche se c’erano club di più alto rango sulle sue tracce. È un grande professionista, ed è un aspetto importante. Si è inserito subito, e può ricoprire diversi ruoli”.

GAICH – “Preferisco star zitto… Abbiamo visto due giorni di allenamento, ha una cattiveria e una fame che a noi serviva. Le parole a volte rischiano di bruciarti, spero che possa far bene. Lui è consapevole che questa sia una grande occasione: qualche anno fa era tra i più chiacchierati in Argentina, poi ha fatto un percorso probabilmente sbagliato, ed è caduto nell’anonimato. La trattativa per lui è durata un mese, ha fatto la differenza la sua voglia di venire qua“.

Continua a leggere

Flash News

Sanabria da un lato, Beto dall’altro: le probabili di Torino e Udinese

Pubblicato

:

Domenica ore 15:00, Stadio Olimpico Grande Torino: i granata tra le mura di casa affrontano l’Udinese di mister Sottil. Entrambe reduci da un pareggio, le due formazioni cercheranno di fare punteggio pieno per dare slancio alla propria situazione in classifica. Il tremendismo del Toro o la dinamicità dei bianconeri? Si prospetta una partita ad alta intensità.

LE PROBABILI FORMAZIONI

TORINO (3-4-2-1): Milinkovic-Savic; Schuurs, Buongiorno, Rodriguez; Singo, Ilic, Ricci, Vojvoda; Miranchuk, Vlasic; Sanabria. All. Juric 

UDINESE (3-5-2): Silvestri; Becao, Bijol, Perez; Ehizibue, Samardzic, Walace, Lovric, Udogie; Beto, Success. All. Sottil

Continua a leggere

Flash News

Zarate saluta il Cosenza: “Sono pronto e felice di essere qui”

Pubblicato

:

Zarate

Mauro Zarate, ex tra le altre di Lazio, Inter e Fiorentina, si presenta alla squadra e ai tifosi del Cosenza nella canonica conferenza stampa.

LOTTARE PER L’OBIETTIVOLotteremo tutti per un unico obiettivo, dobbiamo essere tutti pronti nel momento in cui l’allenatore avrà bisogno di noi. La cosa importante sarà sempre la squadra”.

IN CALABRIA PER LA MADRE – “Era nel destino tornare in Calabria. La persona più felice del fatto che io sia qui è mia madre, perché è di queste parti. Sono davvero contento di giocare per questa squadra”.

PRONTO E A DISPOZIONESono a disposizione del mio allenatore. Quanto vuole lui, se vorrà zero, se vorrà dieci, se vorrà novanta. Sono pronto già da subito, voglio aiutare la squadra. Vengo da una salvezza in Argentina, ma questa è un’altra storia. Speriamo tutti di fare bene e dare il nostro meglio per raggiungere al più presto l’obiettivo. Avevo tanta voglia di tornare in Europa, ho deciso subito di venire qua. Mi sono sentito voluto e non ho avuto dubbi se accettare o meno”.

Continua a leggere

Flash News

Le probabili formazioni di Spezia-Napoli: Shomurodov subito pronto

Pubblicato

:

Spezia

Le probabili formazioni di Spezia-Napoli, la sfida valida per la ventunesima giornata del campionato di Serie A, che andrà in scena allo stadio Picco di La Spezia. Impegno da non sottovalutare, questo, per la corazzata di Luciano Spalletti, sempre più lanciata verso lo scudetto. Dall’altra parte, infatti, c’è uno Spezia arcigno, che dà spesso filo da torcere ad avversari più blasonati e farà di tutto per ottenere punti pesanti in chiave salvezza.

Luca Gotti potrà anche contare su un rinforzo importante, arrivato dal mercato di gennaio: Eldor Shomurodov, giunto in prestito dalla Roma, è infatti seriamente candidato a una maglia da titolare al centro dell’attacco degli Aquilotti. Gli ospiti, però, possono contare sulla potenza di fuoco del tridente composto da Lozano, Osimhen e Kvaratskhelia, giocatori in stato di grazia e capaci di risolvere una partita con un solo guizzo.

Ecco, dunque, le presumibili scelte dei due tecnici:

SPEZIA (3-5-2): Dragowski; Amian, Caldara, Nikolaou; Ferrer, Bourabia, Ampadu, Agudelo, Reca; Verde, Shomurodov. All. Gotti

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Kim, Mario Rui; Anguissa, Lobotka, Zielinski; Lozano, Osimhen, Kvaratskhelia. All. Spalletti

 

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969