Connect with us
Tante emozioni tra Atalanta e Torino

Flash News

Tante emozioni tra Atalanta e Torino

Pubblicato

:

Tantissime emozioni da una parte e dall’altra nel match serale tra Atalanta e Torino. Alla fine, a spuntarla sono i granata di Mazzarri, bravi a ribaltare il risultato nell’arco di dieci minuti e portarsi sul definitivo 3-2.

PRIMO TEMPO

Parte bene l’Atalanta, reduce dalla vittoria esterna di Ferrara, con un ottimo Josip Ilicic a minacciare in ben tre occasioni i gauntoni di Sirigu. Nel momento migliore dei bergamaschi, il Torino apre le marcature con un colpo di testa di Kevin Bonifazi che non lascia scampo a Gollini. Un quarto d’ora dopo, la Dea ripristina la parità con un tiro di Zapata diretto all’angolino basso di sinistra, dopo un buon tracciante di Pasalic.

SECONDO TEMPO

La ripresa si apre con il forcing da parte degli atalantini, che sviluppano il gioco a partire dagli esterni per poi accentrare il raggio d’azione con interessanti trame di gioco. Al 54′ si materializza la rimonta nerazzurra, con protagonista il solito Zapata che batte Sirigu al termine di una bella azione personale. Ma la festa bergamasca dura solo 3 minuti, perchè ci pensa Berenguer, imbeccato in area da Meitè, a rimettere il Toro in carreggiata. La squadra di Mazzarri viaggia sulle ali dell’entusiasmo e pone l’inerzia della partita in suo favore: al 66′ la controrimonta firmata Armando Izzo, con un maestoso stacco nell’area piccola a capitalizzare il calcio piazzato battuto da un Baselli in versione assist-man (due servizi decisivi da parte del calciatore lombardo). Vani e confusi i tentativi della Dea di riprendere la partita, allo Stadio Atleti Azzurri d’Italia vince il Torino, che vola in vetta alla classifica insieme alle sole Inter e Juventus.

IL TABELLINO

ATALANTA-TORINO 2-3

24′ Bonifazi (T), 38′ e 54′ Zapata (A), 57′ Berenguer (T), 66′ Izzo (T)

ATALANTA (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Djimsiti, Masiello; Hateboer, De Roon, Pasalic, Gosens; Gomez; Ilicic, Zapata. Allenatore: Gasperini

TORINO (3-5-2): Sirigu; Izzo, Djidji, Bonifazi; De Silvestri, Rincon, Meite, Aina; Baselli, Berenguer; Belotti. Allenatore: Mazzarri

(Fonte immagine di copertina:Profilo Twitter della Serie A)

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

La media punti dell’Empoli è da salvezza tranquilla: i numeri

Pubblicato

:

Quella dell’Empoli è una delle realtà più belle ed interessanti del nostro campionato. Giovani di talento, buoni risultati e progetti tecnici ben congeniati sono i punti di forza degli azzurri toscani, che negli anni in massima serie hanno sempre tirato fuori talenti interessanti e prestazioni convincenti.

Basti pensare a giocatori come Bajrami e Traorè, l’uno appena passato al Sassuolo, e l’altro che con la società neroverde ha fatto il salto in Premier League. ma dall’Empoli sono partiti anche Daniele Rugani, ad oggi alla Juventus, e un tecnico di altissimo livello come Maurizio Sarri, tra le altre mister di Napoli, Juventus e Chelsea.

Ad oggi l’Empoli ha una media punti da salvezza tranquillissima, corrispondente ad 1.24 punti a partita, 26 punti in 21 gare. Proiettando nel futuro questa media, i toscani finirebbero il campionato con 47 punti, corrispondenti ad una salvezza senza patemi d’animo. Ma questo risultato corrisponderebbe anche ad un miglioramento rispetto alla stagione che vedeva Andreazzoli alla guida dell’Empoli, sostituito quest’anno da Zanetti.

Continua a leggere

Flash News

Vlahovic carica i tifosi: “Alla Juventus conta solo vincere”

Pubblicato

:

Vlahovic

Vlahovic torna al gol dopo 115 giorni. Lo fa con una doppietta, che aiuta la Juventus a vincere 3-0 contro la Salernitana. L’attaccante della Juventus ha parlato ai microfoni di DAZN. Ecco le parole del serbo.

SENSAZIONI DOPO IL GOL – “Importante per noi la vittoria, sono 3 partite di fila che non abbiamo vinto, era importantissimo vincere. Poi uno esce sempre fuori, ma bisogna sempre ringraziare la squadra e il mister. Dobbiamo continuare così”. 

RIGORE – “Per noi attaccanti è importante fare gol. Gli attaccanti vivono di questo e certamente ringrazio Di Maria che mi ha lasciato tirare il rigore, che per me è troppo importante. Devo continuare così ma sempre al servizio della squadra“. 

ALLEGRI – “Sicuramente lui sa quanto possiamo fare, non ci permette di rilassarci. Anche dopo il 3-0, dobbiamo rimanere compatti e fare il nostro gioco. Questo ci dà una grande spinta. Ci aiuta a crescere e a lavorare duro e con attenzione”. 

RITMO “Dopo 115 giorni non è facile, sto ancora cercando di ritrovare il ritmo. Ma sto dando il 100% e a dare il massimo. Giocando partita dopo partita arriverà la condizione e tornare il vero Vlahovic“.

CLASSIFICA La realtà è questa, prima avevamo 23 punti, adesso 26. Dobbiamo pensare così e cercare partita dopo partita di dare il massimo e vincere più partite possibili perchè nella Juventus conta solo questo”. 

 

Continua a leggere

Bundesliga

Febbre da Champions a Napoli: biglietti per l’Eintracht esauriti in venti minuti

Pubblicato

:

Come il miglior dipinto di un surrealista quale Salvador Dalì, la stagione del Napoli sta vivendo un picco inaspettato dai più. Il disordine ordinato di mister Spalletti, le pennellate di Kvaratskhelia per i tocchi decisivi di Osimhen, le geometrie picassiane di Lobotka, sono alcuni degli elementi decisivi per i grandi risultati che stanno ottenendo i partenopei.

Primi a +13 in Serie A, e ora giunge anche l’impegno Champions, che vedrà gli azzurri impegnati contro l’Eintracht di Francoforte, squadra tedesca organizzata e da non sottovalutare, seppur non sia il peggiore degli avversari. Ma il Napoli qualcosa l’ha già vinto, ma sugli spalti.

Come ha sottolineato Amedeo Bardelli, responsabile marketing di TicketOne, intervenuto a Radio Kiss Kiss, ha parlato così riguardo al sold-out del Maradona per la sfida di Champions League: “Non ci sono stati problemi: sul sito è stata attivata una coda come accade sempre e dove stamattina c’erano 7-8mila persone alla ricerca di un biglietto. La vendita è stata normale, ma i biglietti sono andati sold out in 20 minuti. Il caos biglietti è nato perché migliaia di persone si sono collegate insieme”.

Continua a leggere

Flash News

Nicola nel post Juve e su Nicolussi Caviglia: “I giovani vanno aspettati”

Pubblicato

:

Salernitana

Dopo JuventusSalernitana, ai microfoni di DAZN, il tecnico granata Davide Nicola ha analizzato la sconfitta subita e la prestazione di Hans Nicolussi Caviglia, criticato per la prova opaca.

PARTITA – “Nel primo tempo abbiamo fatto discretamente bene. Abbiamo preso gol nel momento chiave del match, ma bisogna accettarlo. Poi è ovvio che prendere gol in momenti chiave non ti facilita le cose: poi diventa difficile rimediare. Nella ripresa abbiamo dovuto per forza di cose cambiare qualcosa, alzando il baricentro ma abbiamo preso il terzo gol. Dopo è diventato ovviamente tutto più difficile. Bisogna riconoscere il merito dell’avversario, ma andiamo avanti così”.

NICOLUSSI – “Non possiamo crocifiggere un giocatore per un errore. I giovani vanno aspettati”.

VERONA – “Non è andata come volevamo ma ora pensiamo alla gara di lunedì che è importantissima. Prendiamo quello che di buono c’è, ovvero la mentalità con cui abbiamo approcciato alla partita”.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969