Connect with us
Simeone contro Rangnick: Atletico Madrid contro Manchester United

Calcio Internazionale

Simeone contro Rangnick: Atletico Madrid contro Manchester United

Pubblicato

:

La seconda settimana degli ottavi di Champions è alle porte. Tra le sfide più interessanti della massima competizione europea troviamo certamente Atletico Madrid-Manchester United, scontro tra due club storici, che ultimamente sono incappati in periodi di appannamento.

Gli spagnoli, dopo la vittoria della Liga 2020-21 sono in difficoltà, basti guardare la classifica del campionato, che vede i colchoneros fuori dalla zona Champions.

I Red Devils, nella Premier League, sono nella stessa situazione dell’Atletico, ma la crisi del club inglese dura oramai da molti anni, escluso qualche piccolo periodo estemporaneo di vittorie.

I due club si sono affrontati nella loro storia soltanto in due occasioni, ovvero negli ottavi di finale della Coppa delle Coppe 1991-92. Da quella sfida uscì vincitore l’Atletico Madrid, che sconfisse nel totale gli inglesi per 4-1 con Futre assoluto protagonista.

PERCORSO IN CHAMPIONS

I biancorossi, inseriti nel gruppo B con Liverpool, Milan e Porto, hanno ottenuto il pass per la fase ad eliminazione diretta soltanto nell’ultimo match contro i portoghesi, in una partita al cardiopalma. Infatti l’Atletico non ha brillato nella fase a gironi, collezionando soltanto 7 punti.

I Diavoli rossi, capolisti del gruppo F, hanno ottenuto agevolmente la qualificazione con 11 punti, frutto delle vittorie con Atalanta, Young Boys e Villarreal.

I DUE SCHIERAMENTI

I padroni di casa giocheranno molto probabilmente con il classico modulo di riferimento del Cholo, il 4-4-2.

A difendere i pali ci sarà Oblak, protetto da Marcos Llorente, Felipe, Savic e Reinildo. La cerniera di centrocampo dovrebbe essere invece composta da Correa, Koke, Kondogbia e Lemar. Infine, Suarez e Joao Felix avranno il compito di scardinare la difesa inglese.

Ralf Rangnick, attuale tecnico del Manchester United, potrebbe optare per il 4-2-3-1, vista la lunga batteria di trequartisti e attaccanti a disposizione.

De Gea, Dalot, Varane, Maguire e Shaw dovranno combattere le offensive biancorosse, mentre daranno una mano sia in attacco che in difesa McTominay e Pogba. Rashford, Bruno Fernandes e Sancho dovranno supportare l’unica punta Cristiano Ronaldo.

LE CHIAVI TATTICHE

I due stili di gioco sono idealmente diversi, quasi agli antipodi. Simeone propone da sempre un calcio molto fisico, basato sulla lotta e sulla guerra, come evidenziato in conferenza dall’allenatore dei Red Devils:

Gli spagnoli hanno vinto trofei con una chiara identità, con uno stile di gioco riconoscibile. Le cose non sono cambiate negli ultimi anni. Diego Simeone è probabilmente uno dei migliori tecnici in Europa. Sarà una gara fisica ma anche molto emotiva, dovremo essere forti anche mentalmente in entrambe le partite“.

Rangnick predilige un gioco di squadra molto offensivo, come da copione della scuola Red Bull e Simeone lo ha confermato a più riprese alla vigilia del match:

“L’approccio di un allenatore non cambia molto, il risultato finale è più giusto. Siamo di fronte a una delle migliori squadre del mondo e dall’arrivo del suo allenatore ha solidità, impegno, mostra come è sempre stato il Manchester, si è evoluto dall’arrivo del suo allenatore, è coraggioso nel l’attaccante di centrocampo e collettivamente si sforzano di raccogliere talenti. Sarà dura, come tutte le partite di Champions League ma con l’illusione di stare con la nostra gente.”

L’Atletico, sotto la spinta dei suoi tifosi, potrebbe proporre un tipo di gioco più propositivo, vista anche la qualità dei calciatori del reparto offensivo. La corsia di sinistra degli spagnoli, composta da Reinildo e Lemar (o Carrasco) potrebbe creare non pochi problemi a Wan Bissaka, laterale adatto più ad attaccare che a difendere. Inoltre, il ruolo di Marcos Llorente garantirebbe quella variante tattica in grado di permettere di cambiare modulo a partita in corso, passando dalla difesa a 4 alla difesa a 3.

Nel Manchester United saranno decisivi i posizionamenti di Pogba e Bruno Fernandes, veri e propri artefici della costruzione di gioco del club inglese. Il francese ed il portoghese, se riusciranno a superare la compatta linea a 4 del Cholo creeranno molti problemi alla difesa dei colchoneros. Fondamentale sarà anche il supporto delle due ali -Lingard e Sancho- che dovranno dar man forte a Ronaldo, il quale dovrà vedersela con due colossi come Gimenez e Felipe. La velocità dei due esterni potrebbe essere un fattore determinante.

 

 

Calcio Internazionale

Mkhitaryan è già concentrato sulla sfida di ritorno: cos’ha detto nel postpartita a Mediaset

Pubblicato

:

mkhitaryan roma-inter

Le parole di Henrik Mkhitaryan, centrocampista dell’Inter, dopo la vittoria per 1-0 contro l’Atletico Madrid nell’andata degli ottavi di finale di Champions. L’armeno ha parlato ai microfoni di Mediaset, dimostrando di essere già concentratissimo per la sfida di ritorno tra ventidue giorni.

VITTORIA – “Conta poco, c’è un’altra partita da giocare. Bello vincere, abbiamo provato a creare. Abbiamo giocato contro una squadra fortissima che sa giocare a calcio. Andremo a Madrid con questo 1-0 che è molto importante. Noi dobbiamo continuare su questo livello, vogliamo tornare in finale“.

DELUSIONE? – “Non sono deluso, sono felice. Sono consapevole che c’è un’altra partita da giocare e menomale che non ho preso l’ammonizione“.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Inter-Atletico Madrid 1-0, la decide Arnautovic: il resoconto

Pubblicato

:

Un gol di Arnautovic: è quanto basta all’Inter di Simone Inzaghi per battere l’Atletico Madrid nella gara d’andata degli ottavi di finale di Champions League.

INTER-ATLETICO MADRID: IL PRIMO TEMPO

Ritmi alti nella prima frazione di gioco per entrambe le compagini. Poche occasioni per l’Atletico, che si concentra più sull’attendere il gioco dell’Inter. Le maggiori chance da gol capitano proprio sui piedi dei nerazzurri e la più importante è per Lautaro Martinez. Al 38′ l’argentino viene servito da Thuram al limite dell’area, ma il tiro viene respinto dalla difesa dopo un controllo non impeccabile da parte del capitano nerazzurro. Verso la fine del primo tempo, Thuram si accascia per un problema muscolare.

INTER-ATLETICO MADRID: IL SECONDO TEMPO

Nel secondo tempo, Thuram viene sostituito da Arnautovic: per il francese si tratta di una contrattura all’adduttore destro. Al 49′, c’è una ripartenza in stile Inter: Dimarco mette una gran palla che aggira la linea avversaria e mette Arnautovic di fronte a Oblak. Tuttavia, la conclusione è sporca e finisce alta sopra la traversa. Tre minuti dopo, l’austriaco sbaglia ancora dinanzi al portiere sloveno: stacca bene di testa sovrastando Savic, ma non inquadra la porta. Al 57′, arriva un’occasione anche per l’Atletico Madrid: pericoloso inserimento di Llorente, che si presenta davanti a Sommer. Il portiere dell’Inter esce sicuro per intercettare il pallone. Al 63′, c’è un altro errore clamoroso da parte di Arnautovic. L’austriaco scambia con Lautaro ed entra in area. Witsel gli mette il pallone davanti, ma l’austriaco spara alto da pochi passi. Al 79′, l’ex giocatore del Bologna si fa perdonare. Un errore imperdonabile di Reinildo, che perde palla a centrocampo e manda Lautaro davanti a Oblak: il portiere dell’Atletico si salva, ma sulla ribattuta l’austriaco trova il tap-in che Lino non riesce a contenere. È il gol che porta l’Inter in vantaggio. E’ proprio la rete di Arnautovic che consegna la vittoria ai nerazzurri: a San Siro finisce 1-0 per l’Inter.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Le ultime da Trigoria pre Feyenoord: N’Dicka torna regolarmente in gruppo

Pubblicato

:

Pronostico Roma-Napoli

Archiviata la vittoria per 3-0 nel derby contro il Frosinone, la Roma ha iniziato oggi la preparazione in vista del ritorno del play-off contro il Feyenoord. La gara di andata, in terra olandese, è terminata 1-1 grazie ai gol di Paixao e Lukaku. Compito dei giallorossi sarà, quindi, quello di ottenere il pass per gli ottavi di finale davanti alla straordinaria cornice dello stadio Olimpico.

ROMA, LE ULTIME DALL’ALLENAMENTO ODIERNO 

Nel pomeriggio odierno, agli ordini di De Rossi, la squadra ha svolto una seduta di allenamento in vista di questa sfida. L’allenatore può sentirsi soddisfatto, visto che molti infortunati sono rientrati a pieno regime, tra cui Smalling e Renato Sanches. Anche N’Dicka, reduce dalle fatiche della Coppa d’Africa, è definitivamente tornato in gruppo. L’unico assente è Tammy Abraham, il quale potrebbe tornare ad inizio marzo. Di seguito riportiamo il comunicato del club sul pomeriggio di oggi.

Mancheranno nella sfida dell’Olimpico Huijsen e Kristensen (fuori dalla lista UEFA) e Bove, squalificato.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Borussia Dortmund, forfait per un titolare in Champions

Pubblicato

:

Borussia Dortmund-Chelsea

Il portiere titolare del Borussia Dortmund, Gregor Kobel, secondo quanto riportato sul profilo Twitter ufficiale del club tedesco, ha accusato dei problemi muscolari durante il riscaldamento prima di PSV Eindhoven-Borussia Dortmund ed è stato costretto a dare forfait. Di conseguenza è stato il suo vice Alex Meyer a partire titolare in questo scontro cruciale della gara di andata degli ottavi di finale di Champions League.

 

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969