Connect with us

Flash News

Australia-Samoa Americane, la più ampia vittoria internazionale della storia

Pubblicato

:

Esattamente 18 anni fa andava in scena uno dei match più incredibili e memorabili della storia del calcio. Nessuna partita epica, vinta all’ultimo istante con una rovesciata, nessun eroe in campo. Stiamo parlando di una gara che verrà ricordata come la partita internazionale con il più ampio scarto di sempre. Protagoniste furono l’Australia e le Samoa Americane.

La partita, valida per le qualificazioni al Mondiale del 2002, si svolse all’International Sports Stadium di Coffs Harbour (Australia), dinanzi ad un pubblico non propriamente numerosissimo: 2500 spettatori. L’Australia, che allora era inserita nel girone qualificatorio oceanico, occupava il 48° posto nel ranking FIFA; le Samoa Americane, invece, vero e proprio fanalino di coda della classifica, stazionavano alla 203ª posizione. I padroni di casa si trovavano in vetta al girone, avendo vinto le precendenti sfide, mentre i loro avversari avevano subito due sconfitte molto pesanti (0-13 contro le Fiji e 0-9 con le Samoa).

LA GARA

Il match rivelò tutta la sua particolarità sin dalla vigilia. L’allenatore dei socceroos, Frank Farina, aveva deciso di schierare una formazione composta quasi interamente da riserve. I samoani, dal canto loro, ebbero enormi problemi nella diramazione dei convocati: la FIFA li obbligò convocare esclusivamente calciatori cittadini degli Stati Uniti, essendo il piccolo stato insulare un territorio americano non incorporato e non indipendente. In più, la rosa non potè avvalersi di calciatori under20, poichè la gran parte di essi era impegnata negli “esami di maturità“.

Il giorno prima della partita, il ct samoano Tunoa Lui, si lasciò andare ad una disperata richiesta di aiuto:

Chiediamo al Signore di aiutarci a mantenere il punteggio basso.
(tratto da un’intervista al quotidiano britannico “The Guardian“)

Gli ospiti riuscirono a resistere stoicamente sino al decimo minuto, quando Con Boutsianis aprì le danze. Da quel momento in poi l’Australia si trasformò in rullo compressore, siglando reti su reti, senza che gli avversari riuscissero ad opporre una strategia efficace. La gara terminò con il clamoroso risultato di 31-0, grazie a 3 reti di Constantinos Boutsianis, 13 di Archie Thompson, 8 di David Zdrilić, 2 a testa di Aurelio Vidmar, Tony Popović e Simon Colosimo, e una di Fausto De Amicis.

L’Australia stra-vinse il girone di qualificazione ai Mondiali, venendo tuttavia eliminata allo spareggio finale dall’Uruguay. Quella scellerata partita e l’andamento dell’intero raggruppamento, fece sì che i giallo-verdi richiedessero l’affiliazione alla Confederazione Asiatica. Il definitivo abbandono avvenne il 1° gennaio 2006, quando i socceroos interruppero definitivamente i loro rapporti con l’OFC.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Juve Stabia, la soddisfazione di Colucci: “Grandissima partita! Faccio i complimenti ai ragazzi”

Pubblicato

:

Juve Stabia

La Juve Stabia è tornata a vincere nella trasferta contro la Fidelis Andria, in seguito a tre pareggi consecutivi. Successo importante per i gialloblu, che raggiungono la quarta posizione in classifica. Nonostante la classifica sia corta, le vespe hanno dimostrato di aver le qualità per poter rimanere in zona playoff per il resto della stagione.

Mister Leonardo Colucci si è mostrato soddisfatto alla fine del match. Queste sono le sue parole rilasciate al termine della partita, in conferenza stampa:

Pandolfi ha concluso e gli altri hanno creato. La Juve Stabia ha fatto una grandissima partita. Non era facile giocare contro l’Andria, è stata una bellissima gara. È stata come una gara di boxe, un cazzotto noi e uno gli altri. Faccio i complimenti ai ragazziSiamo partiti in ritiro con 6-7 ragazzi della Beretti, senza attaccanti. Un lavoro che c’è dietro che è importante. C’è da fare un plauso non per oggi ma perché dietro c’è un lavoro importante. L’allenatore è sempre un uomo solo, la vittoria è di tutti mentre la sconfitta è di un uomo solo.

Santos sta dando il massimo come tutti. Ci sta che il ragazzo attraversi una flessione. Se non avessi dato fiducia a Pandolfi magari oggi non avrebbe fatto gol. Ci sta una flessione per Santos. Ci sta, è un ambiente nuovo per lui. Sono soddisfatto di lui e di chi è entrato.

Nel 96-97 in Andria-Reggiana feci gol, l’anno scorso abbiamo vinto col Picerno. Sono stato vicino anche ad allenare l’Andria. Sono due squadre che giocano e che potevano vincere entrambe. Abbiamo avuto tante situazioni in cui potevamo segnare. Dobbiamo lavorare è questo il mio motto. 

Se togliamo il Catanzaro, Crotone e Pescara, il campionato è livellato verso l’alto. La classifica è così corta che nel giro di due tre gare ti puoi trovare sotto o molto sopra. Nel girone di ritorno ne vedremo ancora delle belle”.

Fonte immagine di copertina: profilo instagram Juve Stabia

Continua a leggere

Flash News

La trattativa per il rinnovo di Giroud al Milan è giunta allo step finale

Pubblicato

:

Giroud

Olivier Giroud sta vivendo un periodo eccezionale dal punto di vista psicofisico. Il trentaseienne attaccante del Milan è uno dei trascinatori della Nazionale francese a Qatar 2022: al momento ha realizzato tre reti. Al momento, il centravanti non sta facendo rimpiangere Benzema ai tifosi francesi. La sua rete contro la Polonia l’ha collocato al primo posto nella classifica dei marcatori all-time della Francia.

Il fattore carta d’identità non sembra un problema per Deschamps, che gli ha affidato le chiavi dell’attacco, e per il Milan, che intende prolungargli il contratto. In realtà, la trattativa è già ben indirizzata verso la fumata bianca. Secondo quanto riportato da Nicolò Schira, i colloqui tra la dirigenza rossonera e l’agente del calciatore sarebbero verso la fase finale.

In una rosa dall’età media giovane, l’esperienza di Giroud è un fattore fondamentale per il Milan, che ha intenzione di puntare ancora su di lui, nonostante i 36 anni.

Continua a leggere

Flash News

La Rassegna Social del Diez – Inghilterra e Francia non sbagliano, Giroud entra nella storia!

Pubblicato

:

Punto d’informazione, di impressioni e passioni condivise, i social network oggi più che mai raccontano le emozioni dei tifosi. Numero Diez vi presenta la rassegna dedicata ai più importanti messaggi della giornata di ieri.

Continua a leggere

Flash News

Pastore sull’Argentina: “Messi e Maradona sono diversi”

Pubblicato

:

Mondiale

Javier Pastore ha parlato ai microfoni di Sky Sport del confronto tra Messi e Maradona: “Sono diversi nel modo di trasmettere la leadership. Sono diversi, ma il messaggio è sempre lo stesso, quello di chi vuole vincere sempre e ti fa migliorare sempre. È gente che non ti fa passare un errore, in allenamento come in partita. Hanno la stessa cosa, è diversa la maniera in cui lo comunicano ma il messaggio è sempre quello, di chi vuole essere il migliore al mondo”.

Nella seconda parte dell’intervista, gli è stato chiesto di un possibile ritorno a Palermo e Pastore ha risposto così: “Non lo so, la verità è che adesso ho lasciato l’Elche, abbiamo deciso di salutarci. Ho giocato poco finora e non era una cosa positiva né per me per il club. Ho bisogno di giocare, non si sa mai. Il Palermo per fortuna è risalito in Serie B, la squadra si sta riprendendo molto bene e sono felice per loro. Ho passato lì due anni magnifici della mia carriera, il desiderio è augurar sempre il meglio per loro, per la città e per i tifosi. Mi hanno sempre dimostrato amore”.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969