Connect with us
Avellino-Juve Stabia 0-0, le pagelle del match

Flash News

Avellino-Juve Stabia 0-0, le pagelle del match: deludono Garetto e Santos

Pubblicato

:

Juve Stabia

Al Partenio Lombardi vince la noia. Avellino-Juve Stabia, match valevole per la 16esima giornata del girone C di Serie C, termina 0-0. Gli irpini non riescono a bissare il 4-0, inflitto al Taranto domenica, mentre le vespe incappano nel terzo pareggio consecutivo senza reti.

Le azioni pericolose si contano sulle dita di una mano; la prima chance capita sui piedi di Guarracino, che approfitta di un pasticcio di Auriletto, ma, in scivolata, calcia a lato. L’Avellino si rende pericoloso al 26′, quando Gambale, dall’interno dell’area di rigore, colpisce il palo alla sinistra di Barosi. Nella ripresa, Pane si supera su un colpo di testa di Pandolfi, mentre pochi minuti dopo è Mignanelli a salvare il risultato con un tempestivo intervento sulla linea di porta.

PAGELLE AVELLINO

Pane 6.5: La parata sul colpo di testa di Pandolfi vale quanto un gol. Sempre attento nelle uscite e sulle conclusioni da fuori.

Rizzo 5.5: Nervoso e poco attento. Sbaglia molto in fase di impostazione e i suoi cross dalla trequarti sono spesso imprecisi.

Auriletto 5.5: La sua disattenzione iniziale poteva costare cara all’Avellino. Nel secondo tempo ha la chance per trovare la rete del vantaggio, ma non la sfrutta.

Moretti 6: L’attacco della Juve Stabia non è abbastanza pericoloso. Lui fa una gara attenta e partecipa attivamente alla costruzione della manovra.

Tito 6: A differenza di Rizzo, si rivela molto concentrato e presente nel match. Si fa vedere spesso in zona offensiva, ma non crea pericoli alla retroguardia avversaria.

Garetto 5: Il peggiore dei suoi. Lento e macchinoso, entra sempre in ritardo sui calciatori avversari. A inizio secondo tempo, essendo ammonito, viene sostituito. (Dal 62′ Maisto 6: nonostante la giovane età, non soffre la pressione. Corre e spezza il gioco degli ospiti con vari falli tattici.).

Casarini 6: Nulla di eccezionale. In fase di costruzione, cerca di fare il possibile, ma i suoi compagni non lo aiutano.

Matera 5.5: Si lascia coinvolgere dalla frenesia nella zona nevralgica del campo. Decisamente sottotono rispetto alle ultime uscite: questa bassa tonalià trova ampio sfogo nella poca precisone nei passaggi.

Kanoute 5.5: Si sacrifica tanto, ma ciò lo porta a giocare lontano dalla porta. In questo modo non è mai pericoloso. (Dal 67′ Trotta 6: spalle alla porta, scarica palla e si inserisce. Anche lui, però, non si fa mai vedere dalle parti di Barosi.).

Gambale 6: È l’unico centravanti presente in area di rigore. Nel primo tempo colpisce il palo, mentre, nella ripresa, si fa vedere con un colpo di testa, che termina alto. Volenteroso.

Murano 5.5: Anche lui, come Kanoute, gioca troppo lontano dalla porta. Non è mai pericoloso e si limita ad aiutare i suoi nel giro palla. (Dal 62′ Russo 6: prova a fornire qualità al reparto offensivo. Tenta qualche giocata interessante, tuttavia i suoi siano troppo rinunciatari.).

PAGELLE JUVE STABIA

Barosi 6: Mai chiamato in causa, si dimostra sicuro nel momento in cui deve “pulire” l’area di rigore con le sue uscite.

Mignanelli 7: Da ex di giornata, gioca un’ottima gara. Sventa il gol del vantaggio irpino ed è sempre attento in fase difensiva. Prova a farsi vedere nella metà campo avversaria.

Caldore 6: Nessuna sbavatura concessa, ma l’attacco dell’Avellino è troppo sterile per concedergli un voto superiore alla sufficienza.

Altobelli 6: Così come Caldore, anche per lui nessuna distrazione. Partecipa alla costruzione del gioco.

Maggioni 6: Anche lui è particolarmente attento in fase di copertura. Rispetto al “collega” Mignanelli, però, non eccelle per alcuna giocata eccezionale.

Ricci 6.5: Non parte benissimo. Nel primo tempo è molto nervoso, sebbene cresca con il passare dei minuti: il suo apporto alla squadra si trasforma in fattore fondamentale. Corre e lotta su ogni pallone a centrocampo, interpreta bene anche il ruolo di esterno d’attacco. (Dal 80′ D’Agostino 6.5: entra bene in partita. A centrocampo dribbla e si fa vedere con un paio di giocate interessanti).

Berardocco 6: Tanta quantità, ma la qualità, stasera, scarseggia. Molto bene in fase di non possesso, fatica ad imbastire le azioni d’attacco. (Dal 87′ Maselli s.v.).

Scaccabarozzi 6: Anche lui, come il suo compagno di reparto, si presta tanto nell’aiutare la squadra a difendersi. Quando si tratta di costruire, però, palesa i suoi limiti.

Pandolfi 6: Assente per gran parte della partita. Raggiunge la sufficienza per il colpo di testa, che impegna Pane nella ripresa. (Dal 74′ Carbone 6: lotta a centrocampo e spezza il gioco avversario.).

Santos 5: Un fantasma. Tocca pochissimi palloni e non è mai pericoloso.

Guarracino 6.5: Da esterno d’attacco mostra una grandissima verve nel sacrificarsi tantissimo. Difende a tutta fascia, lotta su ogni pallone e, in fase di costruzione, prova sempre a creare pericoli alla retroguardia avellinese. (Dal 80′ Silipo s.v.).

Immagine di copertina: profilo Instagram della Juve Stabia 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

UFFICIALE – Plaia firma il suo primo contratto da professionista con lo Spezia

Pubblicato

:

Plaia

Oggi Francesco Plaia, portiere della Primavera dello Spezia, ha firmato il suo primo contratto da professionista con durata fino al 2025. 

Il ragazzo classe 2006 è uno dei prospetti più interessanti degli aquilotti. Infatti ha scalato pian piano le gerarchie nel proprio club giocando in questa stagione 9 partite con la squadra Primavera, di cui 8 in campionato, e entrando pure nel giro della prima squadra con la partecipazione al ritiro invernale di Oliva. Non solo perchè il giovane portiere è diventato pure un faro della Nazionale Under 17. 

Oggi per lui il primo contratto da professionista, annunciato dallo Spezia:

“Lo Spezia Calcio e Francesco Plaia insieme fino al 2025. Il forte portiere aquilotto, classe ’06, punto di forza della formazione Primavera e nazionale azzurro Under 17, già agli ordini di mister Gotti nel ritiro invernale di Oliva, ha infatti firmato con la Società bianca il primo contratto da professionista. Complimenti Francesco!!!”

Continua a leggere

Flash News

Domani alle 13:45 conferenza di Pioli per presentare Inter-Milan

Pubblicato

:

Pioli

Lo scontro con l’Inter di domenica sera rappresenta una tappa di vitale importanza nel percorso di un Milan che sembra aver perso sé stesso. Domani è il giorno di vigilia di un derby delicato e importante, che sarà anticipato come di consueto dalla conferenza stampa degli allenatori.

Come riportato dal sito ufficiale dei rossoneriStefano Pioli parlerà alle ore 13:45. Il tecnico rossonero potrebbe anche sciogliere qualche dubbio di formazione considerato che la sua squadra si allenerà al mattino.

Continua a leggere

Flash News

Modena-Cagliari, le formazioni ufficiali: Ionita in panchina

Pubblicato

:

Modena

Il Modena torna in campo dopo la sconfitta di Terni e lo fa contro il Cagliari di Ranieri. La squadra di Tesser si trova sempre a ridosso della zona playoff nonostante le sole due vittorie nelle ultime sette partite. Il Cagliari invece è reduce da tre vittorie nelle ultime quattro e la cura Ranieri sembra aver portato i suoi frutti.

Nel Modena sarà già in panchina il nuovo acquisto Ionita, mentre in attacco giocherà Davide Diaw, che non segna da cinque partite. Tra le fila sarde invece sarà presente dal primo minuto l’ex della partita Paulo Azzi, con Lapadula e Luvumbo a guidare l’attacco.

LE FORMAZIONI UFFICIALI

MODENA (4-3-1-2): Gagno; Oukhadda, Cittadini, Pergreffi, Ponsi; Magnino, Gerli, Poli; Giovannini, Falcinelli, Diaw. All. Tesser

CAGLIARI (3-5-2): Radunovic; Capradossi, Dossena, Altare; Zappa, Rog, Makoumbou, Kourfalidis, Azzi; Lapadula, Luvumbo. All. Ranieri

Continua a leggere

Calciomercato

Retroscena: il Chelsea voleva Amrabat l’ultimo giorno di mercato

Pubblicato

:

Amrabat

Come riportato dai colleghi del The New York Times, oltre al Barcellona, anche un’altra squadra aveva tentato di acquistare Sofyan Amrabat dalla Fiorentina. Si tratta del Chelsea di Todd Boehly, che pare sia mosso in prima persona per convincere Rocco Commisso ad accettare la sua offerta.

La proposta, però, come quella del Barcellona, era solamente di un prestito, con un diritto di riscatto pari a 100 milioni ed è stata subito respinta dalla Viola. Amrabat è rimasto in Viola e, dopo un piccolo momento di malumore, si è scusato con la società, che lo ha subito reintegrato in squadra.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969