Connect with us
Laporta rischia di non diventare presidente: possibili nuove elezioni?

Flash News

Barça, clamoroso Laporta: rischia di non diventare presidente

Pubblicato

:

La risalita in classifica non calme le acque in casa Barcellona. Il neo presidente eletto Laporta, ritenuto da molti l’unico in grado di trattenere Leo Messi, rischia seriamente di rinunciare alla carica appena ottenuta, fatto che avrebbe davvero del clamoroso.

Il neo presidente Joan Laporta Fonte immagine: Ilposticipo.com


MANCATE GARANZIE


Per confermare l’inizio del suo mandato infatti il neoeletto deve presentare una garanzia di 125 milioni di euro, il 15% del budget societario, necessaria da regolamento. Secondo Mundo Deportivo, i 70 milioni mancanti sarebbero garantiti da Audax, che però sembrerebbe essersi ritirata all’ultimo dopo la frenata nelle trattative degli ultimi giorni.
L’ambiente Barça proverà di tutto per permettere a Laporta di legittimare la sua carica. Dopo gli endorsment in seguito al suo ritorno di leggende come Xavi, il neo presidente sembra essere l’uomo giusto per uscire dal periodo buio segnato dalla gestione Bartomeu.

 

CRISI SOCIETARIA 

La mancata ufficializzazione dell’elezione di Laporta sarebbe solo l’ultimo dei tasselli che compongono il pessimo momento della società Blaugrana, già scossa dallo scandalo Bartomeu. Arrestato con l’accusa di riciclaggio di denaro e di aver assunto una società esterna per creare contenuti sui social contro gli oppositori della dirigenza Catalana. Il criticatissimo ormai ex presidente ha lasciato anche oltre 1 miliardo di debito alla società oltre che una gestione sportiva fallimentare. Una squadra che colleziona figuracce europee da ormai 5 stagioni e presenta in organico giocatori simbolo di questo fallimento: Dembele e Coutinho. In questa situazione continua comunque la rincorsa di Messi & co. che dopo la vittoria con l’Huesca volano a -4 dall’Atletico Madrid.

(Fonte immagine in evidenza: calcioweb.com)

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

La Roma inserisce Zaniolo nella lista UEFA

Pubblicato

:

Zaniolo

I tifosi attendevano la comunicazione della lista UEFA per una ragione in particolare: l’eventuale presenza di Nicolò Zaniolo. Poco fa è arrivata l’ufficialità: il centrocampista classe 1999, nonostante le ultime vicende, è stato inserito da Josè Mourinho. 

Zaniolo prende il posto di Camara. Tuttavia, secondo il giornalista Emanuele Zotti di La Gazzetta dello Sport, al momento l’azzurro resta fuori dal progetto tecnico. Dunque, tale decisione sarebbe solamente una formalità,  per rispettare un accordo con la UEFA (settlement agreement). Infatti, tale accordo prevede che la società giallorossa non potrebbe mettere a bilancio i soldi della futura cessione, se il calciatore in questione non risulta inserito nella lista UEFA.

Il calciatore oggi si è presentato a Trigoria per verificare il certificato medico, con prognosi di 30 giorni, inviato pochi giorni fa. Il certificato è risultato idoneo, dunque Zaniolo sarà assente dai campi di gioco nel prossimo periodo.

Continua a leggere

Calciomercato

Quanto vale il “no” di Audero della Sampdoria al Nottingham Forest: le cifre

Pubblicato

:

Pagelle

Il Nottingham Forest ha cercato, prima di virare su Keylor Navas, di arrivare ad Emil Audero della Sampdoria. Secondo quanto riportato da SampdoriaNews24, gli inglesi avrebbero fatto un’importante offerta per l’ex portiere della Juventus, che avrebbe però rifiutato la destinazione.

Si sarebbe trattato di un prestito a un milione di euro più nove in caso di riscatto, facilmente raggiungibile poiché legato alla permanenza in Premier League del Nottingham Forest. Ma il portiere della Sampdoria ha declinato l’offerta, rimanendo così in blucerchiato, dove cercherà assieme ai suoi compagni e a Stankovic di rimanere in Serie A.

Continua a leggere

Flash News

Posch: “Vogliamo l’Europa con il Bologna, devo ringraziare Arnautovic e Nagelsmann”

Pubblicato

:

Posch

Il Bologna di Thiago Motta dopo tante stagioni di alti e bassi sembra aver trovato la propria identità, grazie anche agli acquisti della scorsa estate tra cui Stefan Posch si è rivelato uno degli innesti più preziosi. L’ex Hoffenheim ha raccontato la sua stagione al Corriere dello Sport, spaziando tra vari temi:

L’ARRIVO A BOLOGNA – “In estate si erano create alcune condizioni. Negli ultimi giorni si è presentata l’opportunità del Bologna. Sartori e Di Vaio hanno portato avanti la trattativa. Ho pensato che fosse il momento giusto di venire in Italia, fare un’esperienza in Serie A“.

IL SOGNO EUROPA – “C’è davvero tanta qualità nel Bologna. Se ognuno dentro la squadra gioca al massimo, al top delle sue possibilità, l’anno prossimo possiamo giocare a livello internazionale. Ma penso anche che sia presto per parlarne. Mancano ancora diciassette partite. Ci sono tanti punti in palio. E’ una strada difficile, ma abbiamo le qualità per riuscirci“.

DUE RINGRAZIAMENTI SPECIALI – “Prima di venire qui ho sentito Arnautovic, mi aveva detto: vieni al Bologna, ti troverai bene. L’ho ascoltato. L’allenatore più importante per me? Nagelsmann. Mi ha insegnato tanto. Mi ha voluto in Germania, mi ha fatto giocare in prima squadra. Ho imparato tanto da lui, gli sono riconoscente”.

Continua a leggere

Flash News

Quattro possibili scenari sul futuro di Ivan Juric

Pubblicato

:

Milan Torino

Il mercato del Torino si è chiuso con diverse operazioni sia in entrata che in uscita. Da segnalare l’acquisto di Ilic, pupillo di Juric, ma anche la partenza di Lukic che lo stesso allenatore non ha gradito. Ed ecco che si aprono gli scenari per il futuro del tecnico granata.

Va sottolineato che, nell’arco di un anno e mezzo i granata sono cresciuti molto, dalla rosa al gioco della squadra. Non a caso, ora il Toro è a un passo dall’obiettivo ancora possibile di una qualificazione ai preliminari di Conference League.

GLI SCENARI

Seppur il tecnico non abbia gradito l’addio di Lukic, Cairo e Vagnati non hanno alcuna intenzione di chiudere a fine stagione col tecnico. Per cui ecco i 4 scenari che si aprono: rinnovo di contratto dopo una stagione top; permanenza forzata fino al 2024; rescissione del contratto da parte del tecnico; addio anticipato a giugno per mano di Cairo. Solo il tempo ed i risultato ci diranno cosa ne sarà del futuro del Torino.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969