Dove trovarci

Barcellona, in Spagna sicuri: addio a 14 big, in estate sarà completa rivoluzione

La pandemia causata dal Covid-19 ha spiazzato un po’ tutti, chi più chi meno. Ma ha lasciato dei lividi in ogni settore: a maggior ragione per un’azienda dal fatturato miliardario, dimezzato negli introiti. Il post-pandemia è oramai ben noto a tutti: trovare le soluzioni più congeniali al fine di riportare il bilancio della propria azienda quantomeno al pari delle uscite; soprattutto se ci si basa sul business calcistico per promuovere il proprio marchio. E questo è il caso del Barcellona.

LA MILIARDARIA AZIENDA DEL BARCELLONA COLPITA DAL COVID

Il Barcellona è una delle società maggiormente colpite dalla “povertà” post-Covid 19: basti pensare che solamente con i costi del botteghino -relativi all’ingresso dei tifosi sugli spalti- la società catalana incassava un buon margine. Tutto ciò per garantire una solvenza quanto più immediata per gli stipendi dei tesserati. Secondo quanto riporta Sport, i blaugrana starebbero pensando ad un piano per limare i costi, attraverso una riduzione del monte ingaggi. E, conseguenzialmente, addii di spessore.

14 BIG IN USCITA, SARÁ RIVOLUZIONE BLAUGRANA

Secondo la stessa testata giornalistica spagnola, pare che la dirigenza catalana abbia già individuato i calciatori che il club sacrificherebbe: Riqui, Neto, Umtiti, Junior, Pjanic, Coutinho, Griezmann, Matheus, Braithwaite e Dembelè. Senza travisare in particolari disamine, tutti i giocatori sopracitati farebbero gola a diversi big club europei e del nostro campionato italiano.

Parola d’ordine, dunque, rivoluzione. Il Barcellona è costretto a fare grandi tagli, cercando comunque di mantenere in rosa capitan Piquè, Sergi Roberto, Busquets e Jordi Alba. Con la promessa, però, di un corposo abbassamento di ingaggio; altrimenti sarà addio anche per i “senatori”. In estate cambierà tutto o quasi. I dirigenti blaugrana, infatti, sperano di ripartire da Leo Messi. In Catalogna hanno ancora bisogno di lui. Perchè le incognite sono molte, tra cui Koeman. E non ci si può permettere di ripartire senza una figura altamente carismatica.

Fonte immagine in evidenza: Goal.com

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Calciomercato