Dove trovarci
Le Ultime

Barcellona-Atletico Madrid 0-0, le pagelle

Al Camp Nou termina 0-0 il big match tra Barcellona e Atletico. Risultato maturato al termine di una partita piacevole e combattuta ma che risulta negativo per entrambe le squadre. Questo pareggio consegna al Real la possibilità di passare in testa alla classifica domani sera in caso di vittoria in casa contro il Siviglia.

LE PAGELLE DEL BARCELLONA

TER STEGEN 6,5: nel primo tempo è protagonista inatteso rivelandosi uno dei migliori dei suoi. Gran parata su Llorente e altri disimpegni perfetti per il portiere tedesco che abbassa la saracinesca e dà sicurezza ai suoi.

MINGUEZA 5: in continua sofferenza è stato surclassato da Carrasco e l’Atletico in generale ha affondato più volte sulla sua fascia sfruttando le sue incertezze e arrivando spesso vicino al gol. Dal 45′ ARAÚJO 6,5: sostituisce bene Mingueza e di fisico si impone nella partita. Vicino al gol due volte su palla inattiva e attento nelle chiusure in difesa al fianco di Piqué.

PIQUÉ 6: qualche fallo ingenuo ma è sempre una sentenza nel gioco aereo. Soffre come tutto il Barcellona nel primo tempo ma ritorna dagli spogliatoi con un altro piglio che permette di sognare il successo fino alla fine.

LENGLET 6,5: finalmente un’ottima prestazione del centrale francese che ingaggia un buon duello con Suárez e chiude in maniera decisiva su Correa nel primo tempo. L’augurio per il Barça è che sia tornato in gran forma per terminare al meglio la stagione.

DEST 6,5: sulla fascia è una spina nel fianco costante nella difesa dei Colchoneros che soffrono la sua velocità. Bravo e coraggioso in dribbling propone diversi cross interessanti se non fosse che l’area non è quasi mai stata occupata dagli attaccanti blaugranaDal 75′ DEMBÉLÉ s.v.

DE JONG 6: l’olandese è una pedina fondamentale nello scacchiere di Koeman che oggi lo utilizza come jolly di centrocampo. La stanchezza lo limita fortemente ma da mediano nel coprire l’assenza di Busquets offre sempre buone garanzie.

BUSQUETS 6: con lui il Barça gira meglio e la sua uscita dopo mezz’ora a causa di un colpo alla testa è risultata una mancanza importante sia in fase di regia che di interdizione. Dal 32′ MORIBA 6.5: entra da mezz’ala con coraggio e partecipa attivamente al possesso del Barcellona andando più volte ad offendere nell’area avversaria creando anche una grande occasione sventata da una deviazione.

Barcellona

fonte immagine: profilo Instagram Barcellona

PEDRI 5,5: il giovane talentino sente la pressione del big match. Le sue giocate sono semplici ma nonostante questo compie qualche errore di troppo in fase di palleggio e non è un insidia in fase di inserimento. Dal 75′ S.ROBERTO s.v.

ALBA 6,5: spinge continuamente sulla fascia mettendo in difficoltà Trippier e servendo palloni importanti a seguito delle solite triangolazioni con Messi e Griezmann.

MESSI 6,5: il Barça non crea tantissimo ma qualsiasi cosa passa per i suoi piedi magici che tra le altre cose hanno regalato una serpentina da urlo tra sei uomini conclusa da un tiro fermato solo da un Oblak straordinario.

GRIEZMANN 5: impalpabile il francese che non incide contro la sua ex squadra. Non occupa l’area dell’Atletico e tocca pochissime volte il pallone nelle trame più importanti del suo team.

ALL. KOEMAN 6: la sua squadra esprime un gioco chiaro mostrando un’identità definita e lui fa quel che può per correggerne i pochi difetti. Manca come il pane il centravanti e azzecca i cambi cambiando l’inerzia della partita.

LE PAGELLE DELL’ATLETICO MADRID

OBLAK 7: se l’Atletico vincerà questa Liga una buona fetta del successo gli dovrà essere attribuita. La parata su Messi è l’ennesimo gesto decisivo del portiere sloveno in questa stagione che gli porterà con tutta probabilità l’ennesimo premio Zamora.

fonte immagine: profilo Instagram Atletico Madrid

TRIPPIER 5,5: spinge molto non curando particolarmente la fase difensiva subendo quindi le avanzate sempre pericolose di Jordi Alba.

SAVIC 6,5: molto ruvido nei movimenti e nei contrasti sembra quasi un difensore d’altri tempi. Il montenegrino è il classico giocatore di Simeone e lo dimostra anche in questo match vendendo cara la pelle e imponendosi a livello fisico.

FELIPE 6,5: il brasiliano è in continua crescita nella difesa dei Colchoneros e con Savic completa una coppia davvero solida, soprattutto nei contrasti e nel gioco aereo. Migliora anche nelle letture andando vicino al gol su palla inattiva di testa.

HERMOSO 6,5: pedina tattica decisiva per Simeone che balla continuamente tra terzo centrale e terzino mostrandosi fondamentale nel mantenere la solidità difensiva. Magistrale la sua chiusura su Moriba nel secondo tempo.

CARRASCO 7,5: il migliore in campo per distacco; l’esterno belga s’impone prepotentemente sulla sinistra con dribbling, inserimenti e conclusioni. Gioca una partita su ritmi altissimi facendo sostituire Mingueza e spaventare continuamente il Barcellona.

KOKE 6,5: il capitano fa la solita gara di sacrificio che gli chiede il Cholo e in mezzo al campo si fa sentire. Buona la fase di interdizione, buonissima anche la gestione del possesso palla in diverse fasi di stanca della partita.

LLORENTE 5,5: ci si aspettava di più dall’uomo maggiormente cresciuto in questa stagione. Si è limitato al compitino il figlio d’arte, con tanto lavoro sporco e poco di quei gol e assist che hanno caratterizzato la sua immensa stagione.

Barcellona

fonte immagine: profilo Instagram Marcos Llorente

LEMAR 6: gioca pochissimo a causa del riacutizzarsi di un infortunio ma merita una menzione per il suo buon impatto nella partita con buoni spunti e un tiro in porta. Dal 13′ SAÚL 6: entra a freddo e dà un buon contributo in mezzo in aiuto a Koke e in difesa cercando di adattarsi a terzino nel limitare Dest. Viene ammonito e poi sostituito dal CholoDal 67′ J.FÉLIX 6: entra bene in partita con giocate di qualità ma ha il tempo di essere pericoloso arrivando quando la sua squadra era già in trincea.

CORREA 6: scambia molto bene coi compagni ed è dinamico nelle sue giocate portando imprevedibilità. Ha una grande chance bloccata da Lenglet ma oltre a questo non è mai effettivamente pericoloso. Dal 72′ KONDOGBIA s.v.

SUÁREZ 6: El Pistolero deve ancora ritrovare la forma migliore. Non è mai pericoloso per poter segnare al suo Barcellona ma il contributo è prezioso in virtù del gioco di Simeone. Aiuta la manovra offensiva e occupa costantemente i centrali del Barça.

ALL. SIMEONE 6,5: esce meglio la sua squadra da questo incontro anche se non ha più il destino del campionato in mano. Costruisce un bunker basato su solidità, fisicità e pressing e riesce pienamente nel suo intento strappando il pari.

(fonte immagine in evidenza: goal.com)

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Calcio Internazionale