Dove trovarci

Calcio Internazionale

Barcellona, Koeman torna sull’esonero

Barcellona, Koeman torna sull’esonero

In un’intervista rilasciata al programma televisivo “Vaques Sagrades”, Ronald Koeman ha toccato diversi punti riguardanti il mondo Barcellona.

L’ex allenatore dei blaugrana ha ammesso come lasciare il Barça abbia rappresentato una sorta di liberazione a livello personale, per via del delicato periodo di transizione a livello societario del club:

“Un presidente può sempre dubitare del suo allenatore, ma il problema, nel mio caso, è che è uscito sulla stampa e quello è stato un errore da parte sua. Non si possono lasciare dubbi sull’allenatore. Io mostro la mia faccia, dico quello che penso. Lasciare dubbi alla stampa è la cosa peggiore che si possa fare. Ho vissuto un anno e mezzo molto complicato, un periodo senza presidente… poi i dubbi di Laporta. Lasciare il Barça è stata un po’ come una liberazione”.

Il tecnico olandese si è soffermato anche su diversi giocatori ancora oggi facenti parte della compagine catalana. Su De Jong, e su una sua possibile partenza verso Manchester, sponda rossa, ha detto:

“L’unica cosa che so è che Frenkie vuole continuare al Barça. Un paio di giorni fa mi ha detto che volevo continuare. Quello che non so è se il Barça vuole venderlo o ha bisogno di soldi perché è uno dei pochi giocatori per cui può ottenere una buona cifra. Per me De Jong è un grande giocatore per il Barça”.

Koeman ha poi espresso la sua opinione in merito all’interesse del Barcellona nei confronti di Robert Lewandowski:

“Lewandowski è un grande giocatore, un marcatore, al Bayern ha segnato 25-30 gol negli ultimi anni ma ha una certa età… ha 35 anni? Ho i miei dubbi sul pagare 50 o 60 milioni per un giocatore, oltre allo stipendio, che non sarà esiguo”.

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Calcio Internazionale