Connect with us

Calcio Internazionale

I dieci acquisti più costosi della storia del Barcellona

Pubblicato

:

L’acquisto di Griezmann, ufficializzato nelle ultime ore tramite i canali ufficiali del club blaugrana, è solo un punto della lunga lista di acquisti stellari effettuati dal Barça nella sua storia.

I 120 milioni sborsati per pagare la clausola del Petit Diable non sono neanche la cifra più alta sborsata dagli spagnoli negli ultimi anni, benché a primeggiare sia comunque un acquisto recentissimo.

Ecco i 10 acquisti più costosi della storia del Barcellona:

Marc Overmars con la maglia dell’Ajax (Fonte immagine: Sito ufficiale uefa.it)

10. MARC OVERMARS – €40M

Arrivato in Catalogna nell’estate del 2000 dall’Arsenal per 40 milioni di euro – una cifra impensabile per il calcio di inizio millennio – Marc Overmars è uno dei giocatori più rappresentativi della Nazionale Olandese post- Gullit e Van Basten, nonché vincitore di una Champions League con l’Ajax nel ’95.

Non è però con il Barcellona che Overmars ha giocato il suo miglior calcio: complici numerosissimi infortuni al ginocchio, sigla solo 19 reti in 142 partite prima di ritirarsi nel 2004, a 31 anni, proprio a causa dei troppi infortuni.

Nel 2008 ricomincerà a giocare per i Go Ahead Eagles, squadra di Eerste Divisie, seconda divisione olandese, che lo aveva lanciato a soli 17 anni. Nel 2009 si ritirerà definitivamente, dopo essersi rotto una gamba.

David Villa ai New York City Fc. (Fonte immagine: Sito Ufficiale mlssoccer.com)

9. DAVID VILLA – €40M

A pari merito con Overmars, all’ultimo posto di questa classifica, c’è David Villa, acquistato dal Barcellona per 40 milioni dal Valencia nel 2010, dopo un mondiale vinto da assoluto protagonista con la Spagna.

Quasi trentenne, David Villa farà le fortune del Barça, segnando con una media astrale di 1 gol ogni 2,3 partite (33 reti in 77 presenze) e portando i blaugrana a vincere 1 Champions League, 1 Supercoppa UEFA, 1 Mondiale per Club, 2 Campionati Spagnoli, 1 Coppa di Spagna ed 1 Supercoppa di Spagna.

Verrà venduto nel 2013, in seguito ad un brutto infortunio, all’Atletico Madrid per soli 5 milioni di euro. A Madrid, Villa porterà a casa un altro Campionato prima di trasferirsi in MLS.

Attualmente lo spagnolo gioca in Giappone, al Vissel Kobe, insieme ad Iniesta.

Fonte immagine: Sito ufficiale fcbarcelona.com

8. MALCOM – €41M

Un trasferimento un po’ particolare quello di Malcom dal Bordeaux al Barcellona.

Promesso sposo alla Roma, l’esterno brasiliano viene chiamato in Spagna negli ultimi giorni di mercato e decide di far saltare tutto con i capitolini pur di giocare alla corte di Messi.

L’unica stagione di Malcom al Barça, quella appena passata, non è stata però di certo quella che il ragazzo di potesse aspettare: solo 28 apparizioni in tre competizioni, la maggior parte da subentrato; il suo cartellino ora è svalutato, ma sembrano non pervenire offerte.

Ibra esulta con la maglia dei LA Galaxy (Fonte immagine: Sito ufficiale mlssoccer.com)

7. ZLATAN IBRAHIMOVIĆ – €69.6M

Comprato dall’Inter nel 2009 (pagato 49,9 milioni più il cartellino di Eto’o, valutato circa 20 milioni), giusto prima dello storico ”Triplete” e tanto voluto da Guardiola, sarà poi dallo stesso allenatore spagnolo relegato in panchina troppo spesso per i gusti dello svedese.

Nonostante tutto Ibra segna 16 gol in 29 apparizioni, vincendo una Liga ed una Supercoppa di Spagna, uscendo però in semifinale di Champions proprio contro l’Inter di Mourinho.

Nell’estate del 2010 passerà al Milan in prestito con diritto di riscatto fissato a 24 milioni di euro.

Fonte immagine: Sito ufficiale fcbarcelona,com

6. FRENKIE DE JONG – €75M

Acquisto freschissimo quello del talento olandese ex-Ajax, uno dei giovani più promettenti del calcio mondiale.

Lo scorso anno è stato assoluto protagonista della cavalcata storica degli olandesi in Champions League e di un Eredivise vinta agli sgoccioli.

Al Barça arriva per confermarsi nel grande calcio e, con Arthur a fargli da comprimario, promette di soffiare il posto a giocatori del calibro di Rakitic e Sergio Busquets.

Fonte immagine: Sito ufficiale fcbarcelona,com

5. LUIS SUAREZ – €81.7M

Arrivato dal Liverpool per la cifra clamorosa di 81.7 milioni di euro, il suo arrivo in Spagna rischiava di essere compromesso dal gesto ormai storico, anche se assolutamente da condannare, del morso a Chiellini nei Mondiali del 2014.

Nonostante le critiche e un periodo, come poi dichiarerà lo stesso giocatore, complicatissimo, il Pistolero parte in quarta, formando con Neymar e Messi il tridente con ogni probabilità più forte al mondo.

Ad oggi sono 131 i gol in 163 partite giocate, con la media di 1 gol ogni 1,2 partite.

Neymar alla sua presentazione ufficiale al Psg (Fonte immagine: Sito ufficiale Psg)

4. NEYMAR JR. – €88.2M

Altro nome più attuale che mai quello di Neymar, molto vicino ad un ritorno in blaugrana dopo solo 2 anni a Parigi con il Psg.

Quello di Neymar è stato uno degli incassi più grossi mai recepiti da un club brasiliano, nel caso in questione dal Santos, dove il giocatore esplose nel 2013, prima di passare nello stesso anno proprio al Barça. Insolita tra l’ altro, la dinamica con cui gli spagnoli pagano il cartellino del giocatore: nel 2013 viene dichiarato un esborso di circa 50 milioni, ma, in seguito ad una lunga indagine della Procura di Mardid, culminata con le dimissioni dell’ex presidente Sandro Rossell, si scopre che la famiglia di Neymar ha incassato circa 40 milioni di euro oltre i soldi versati nelle casse del Santos.

Per quanto riguarda il suo rendimento c’è ben poco da argomentare; è per anni sul podio del Pallone d’oro, arrivando anche molto vicino al vincerlo e segna 68 gol in 123 presenze.

Passato nel 2017 al Psg per 222 milioni di euro, sarà da vedere se il futuro lo riporterà in Spagna.

Fonte immagine: Sito ufficiale fcbarcelona,com

3. ANTOINE GRIEZMANN – €120M

Eccolo le Petit Diable, promesso sposo del Barça da diversi anni, ma con cui ha trovato un accordo solo il marzo scorso.

Proprio su questo la Lega Spagnola sta indagando, con l’Atletico Madrid che non ha accettato in versamento della clausola di 120 milioni pagata dal giocatore stesso, scattata l’ 1 Luglio in sostituzione di quella da 200 milioni valida fino al 30 Giugno.

Per i Colchoneros la cessione di Griezmann dovrebbe fruttargli ulteriori 80 milioni e la faccenda non vede ad ora una soluzione definitiva, ma quel che c’è di certo è che il Barcellona ha acquistato un pezzo da 90, anzi da 120 che, se i famosi ”Fantastici 4” (Griezmann, Messi, Suarez e Neymar) dovessero riunirsi davvero, potrebbe portare ul club in vetta al mondo del calcio.

Fonte immagine: Sito ufficiale fcbarcelona,com

2. OUSMANE DEMBELE – €125M

Un giocatore al momento dal futuro incerto, prelevato dal Borussia Dortmund per sostituire Neymar e pagato 125 milioni nel 2017, Ousmane Dembélé non ha fatto faville in blaugrana.

Dopo un anno passato in convalescenza ed uno spesso in panchina, il francese sembra essere tra i più sacrificabili per la dirigenza, insieme al primo in classifica…

Fonte immagine: Sito ufficiale fcbarcelona,com

1. COUTINHO – €145M

Coutinho è il giocatore più pagato nella storia del Barcellona.

Passato in blaugrana dal Liverpool nel 2018, ad oggi il brasiliano, nonostante una Copa America ad altissimi livelli, non rientra più nei progetti della dirigenza.

Sulle tracce del centrocampista ci sono tantissimi top club europei, tra cui il Manchester United, ma il ragazzo vorrebbe tornare a Liverpool, mentre per Bartolomeu sarebbe comodo inserirlo nell’operazione Neymar con il Psg.

Il futuro di Coutinho resta dunque in bilico, con la certezza però che, chiunque acquisti il suo cartellino, faccia un vero e proprio affare.

Fonte: profilo ufficiale Twitter @FCBarcelona

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Dove vedere Inter-Salisburgo in tv e streaming

Pubblicato

:

Dove vedere Inter Salisburgo

DOVE VEDERE INTER-SALISBURGO IN TV E STREAMING – Ultimo test per l’Inter di Simone Inzaghi nel ritiro di Malta. Dopo la roboante vittoria per 6-1 contro i maltesi del Gzira con reti di Bellanova, Asllani, Calhanoglu, Gosens, Dimarco e Mkhitaryan, i nerazzuri dovranno ora affrontare un avversario ben più ostico, gli austriaci del Salisburgo.

Il match è in programma domani, 7 dicembre, a partire dalle 18, al Tony Bezzina Stadium. Inzaghi avrà un’altra opportunità di testare la condizione atletica dei giocatori che non hanno avuto l’opportunità di andare al Mondiale in Qatar. I vari Barella, Dimarco, Dzeko, Skriniar e Bastoni saranno dunque chiamati a mostrare la loro condizione durante la sfida.

DOVE VEDERE INTER-SALISBURGO, GLI AVVERSARI DEI NERAZZURRI

Gli avversari non sono da sottovalutare. Gli austriaci sono in testa al proprio campionato. Nonostante il terzo posto nel girone di Champions League, dietro a Chelsea e Milan, avranno comunque l’opportunità di rifarsi in Europa League, dove affronteranno un’altra italiana, la Roma di José Mourinho.

Al Salisburgo, inoltre, i giocatori di talento non mancano di certo. Come Noah Okafor, che il Milan di Pioli ha imparato a conoscere molto bene in Champions. O l’attaccante classe 2003 Benjamin Sesko, arrivato in prestito dal RB Lipsia. E il centrale serbo Strahinja Pavlovic, le cui prestazioni sono finite nel mirino di Juventus e Roma.

DOVE VEDERE INTER-SALISBURGO

Per i tifosi nerazzuri che vorranno seguire la propria squadra anche in questa amichevole, il match sarà trasmesso in diretta streaming sulla pagina facebook dell’Inter. La visione dell’incontro sarà però disponibile solo a pagamento, al prezzo di €3,49.

Il match non sarà inoltre trasmesso in tv. Quindi, la sola occasione per non perdere l’appuntamento è quella di sintonizzarsi sulla pagina facebook dei nerazzuri a partire dalle 18 di domani.

DOVE VEDERE INTER-SALISBURGO, LE PROBABILI FORMAZIONI

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, Acerbi, Bastoni; Bellanova, Barella, Calhanoglu, Mkhitaryan, Dimarco; Carboni, Dzeko.

Allenatore: Simone Inzaghi.

Salisburgo (4-3-1-2): Köhn; Wöber, Pavlovic, Bernardo, Dedic; Kjaergaard, Seiward, Sucic; Adamu; Okafor, Sesko.

Allenatore: Matthias Jaissle.

 

 

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Marocco-Spagna, le formazioni ufficiali: Morata in panchina!

Pubblicato

:

Pronostico Marocco-Spagna

Quest’oggi, alle ore 16, all’Education City Stadium andrà in scena il penultimo match valido per gli ottavi di finale del Mondiale in Qatar. Il Marocco, vincitore del gruppo F ai danni di Belgio e Canada, affronterà la Spagna, arrivata seconda nel gruppo E in cui ha trionfato il Giappone.

Luis Enrique conferma Rodri in difesa in coppia con Laporte, sulla fascia destra, invece, Llorente vince il ballottaggio con Azpilicueta. A centrocampo agirà il tridente del Barcellona composto da Busquets, Pedri e Gavi, mentre davanti c’è Asensio dal primo minuto con Dani Olmo e Ferran Torres ai suoi lati. Il Marocco schiera Amallah nel trio di centrocampo con Amrabat e Ounhai. In attacco confermati Ziyech, En-Nesyri e Boufal.

Marocco (4-3-3): Bounou; Hakimi, Saiss, Aguerd, Mazraoui; Ounahi, S. Amrabat, Amallah; Ziyech, En-Nesyri, Boufal. Ct. Regragui

Spagna (4-3-3): Unai Simon; Llorente, Rodri, Laporte, Jordi Alba; Gavi, Busquets, Pedri; Ferran Torres, Asensio, Dani Olmo. Ct. Luis Enrique

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Rinnovo Skriniar, Inter ottimista: pronta una super offerta!

Pubblicato

:

Skriniar

In casa Inter, complice la sosta per il Mondiale in Qatar, le energie sono concentrate per il rinnovo del contratto di Milan Skriniar, in scadenza a giugno 2023.

Secondo quanto riportato da SportMediaset, i dirigenti nerazzurri sarebbero pronti ad offrire al calciatore un ingaggio da circa 6,5 milioni a stagione che con i bonus potrebbero raggiungere i 7.

Le modalità dell’offerta sarebbero le stesse che, circa un anno fa, hanno portato anche ai rinnovi di Brozovic e Lautaro Martinez.

Fondamentale per l’Inter chiudere questo rinnovo al più presto, possibilmente prima della ripresa del campionato e dell’inizio del calciomercato, per scacciare l’interesse di tanti club esteri, su tutti il PSG che ha già cercato Skriniar in estate con grande insistenza.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Tite e la “danza del piccione”: “Nessuna mancanza di rispetto”

Pubblicato

:

Tite, allenatore della Selecao, risponde alle critiche a sfavore delle varie esultanze di ieri sera, in particolare quella che lo ha visto coinvolto dopo il terzo gol, nella cosiddetta “danza del piccione” ideata da tempo da Richarlison.

“NON HO MANCATO DI RISPETTO A NESSUNO”

Il ct dei verdeoro ha sentito il dovere di precisare: “Ci sono sempre persone cattive che lo vedono come una mancanza di rispetto. Ho detto ai giocatori di nascondermi un po’ per non dare troppo all’occhio. Non volevo che avesse altra interpretazione se non la gioia per il gol segnato, per il risultato e la prestazione. Mai quella di mancare di rispetto all’avversario o a Paulo Bento, per il quale ho grande rispetto”.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969