Connect with us
Barella giura amore all'Inter: "Tra quattro anni mi vedo ancora qui"

Flash News

Barella giura amore all’Inter: “Tra quattro anni mi vedo ancora qui”

Pubblicato

:

Inter

L’edizione odierna della Gazzetta dello Sport presenta, tra le altre cose, un’intervista a 360 gradi a Nicolò Barella. Il centrocampista dell’Inter ha toccato diversi temi, a cominciare dall’attuale classifica in Serie A: “Il campionato lo vince chi è più equilibrato e fa meno errori. Fino ad ora il Napoli non ne ha commessi, mentre noi ne abbiamo fatti tanti. Dopo esserci riuniti, abbiamo capito che non bastava solamente entrare in campo per vincere. Il nostro obiettivo rimane lo stesso: provare a vincere lo Scudetto“.

Nonostante l’inizio a rilento dei nerazzurri, Barella ha realizzato 5 gol e 5 assist in campionato, diventando il primo calciatore, tra i 5 campionati europei, a realizzare questi numeri: “Sono maturato. Conte mi ha insegnato ad essere meno generoso e più decisivo. Poi con Inzaghi è nato un gioco che dà più libertà di scambiare le posizioni. Questo mi porta più vicino alla zona gol, anche per questo adesso sto finalizzando“.

Oltre a Marcelo Brozovic, suo compagno di avventure, Barella ha parlato anche di Skriniar, il cui rinnovo è ancora atteso: Davanti alla difesa Brozo è il migliore al mondo. Ci sarebbe anche Casemiro, ma lui interpreta il ruolo in un modo diverso. Skriniar? Non mi sono mai permesso e mai mi permetterò a dare consigli. Spero rimanga perché oltre ad essere fortissimo, è soprattutto un fratello”.

Infine, non poteva mancare un commento sul Mondiale in Qatar: “Non ho visto mezza partita, non riesco a capire il sentimento che provo. Se vincerà qualcuno dei miei compagni sarei felice come se l’avessi vinto io, ma mi piacerebbe che lo vinca Brozovic dopo aver perso l’ultima finale. Dove sarò al prossimo Mondiale? Prima dobbiamo arrivarci, ma nel 2026 io mi vedo ancora all’Inter“.

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Moggi risponde alle accuse: “Chiné non può vietarmi di parlare con qualcuno”

Pubblicato

:

Moggi

La figura di Luciano Moggi non necessita certo di alcuna presentazione, specie dopo che il suo nome è tornato recentemente di attualità. La FIGC sta infatti conducendo un’inchiesta sul conto dell’ex dirigente toscano, reo di aver presenziato all’incontro tra le squadre Primavera di Napoli e Juventus, nonostante gli fosse teoricamente proibito dalla radiazione subita anni fa.

Moggi non le ha però mandate a dire nel corso di un’intervista rilasciata a LaPresse:

“Sono andato alla partita insieme a due miei amici, e non essendo pratico del campo mi sono fatto aiutare da un inserviente, che mi ha fatto passare a bordocampo. A quel punto ho incontrato Gianluca Pessotto, che ho ovviamente salutato essendo stato un mio giocatore ai tempi della Juve. Chiné deve capire che non può vietarmi di parlare con qualcuno, significherebbe fare dello stalking. Inoltre non capisco perché egli non abbia interrogato l’inserviente del campo di Napoli, piuttosto che mandare un uomo della Procura fino a Torino per sentire cosa avesse da dire Pessotto. Mi auguro che Gravina lo rimetta al suo posto, facendogli capire che comportarsi da uomo livoroso finisce unicamente per confonderti le idee, nel mondo del calcio e non solo”.

L’invettiva di Moggi si chiude dunque con queste parole:

In FIGC evidentemente non sanno neanche cosa voglia dire essere radiati, ossia non poter ricoprire alcun ruolo federale. Oltre alla radiazione cosa mi aspetta, la fucilazione?”.

Continua a leggere

Bundesliga

Cancelo è stato proposto anche al Real Madrid: i Blancos hanno detto no

Pubblicato

:

Pochi giorni dopo la fine della sessione invernale di calciomercato, la stampa inglese riporta un retroscena riguardante una delle trattative più importanti delle ultime ore di mercato, ossia l’addio al Manchester City di Joao Cancelo, passato al Bayern Monaco. 

Come raccontano in Inghilterra, il Manchester City infatti aveva proposto il terzino destro portoghese anche al Real Madrid. Da un po’ di anni, i madrileni però stanno adottando una politica nuova, puntando sui giovani e non su gente affermata. Proprio per questo i Blancos hanno rispedito l’offerta al mittente dal momento che contano in squadra un terzino destro che potrebbe nel prossimo futuro diventare uno dei top al mondo nel suo ruolo, ossia il classe 2004 brasiliano Vinicius Tobias.

Per ora il ragazzo ancora non ha debuttato in prima squadra, ma si è preso già sulle spalle il Real Madrid Castilla, a suon di ottime prestazioni e molti assist. Lo Shakhtar detiene ancora il suo cartellino perchè i Blancos lo hanno prelevato dal club ucraino in prestito, ma sembra che il riscatto sia pura formalità.

Solo il tempo ci dirà se il Real Madrid avrà fatto la scelta giusta puntando su Vinicius Tobias con la conseguente rinuncia a Cancelo.

Continua a leggere

Calciomercato

PSG e Man United su Osimhen: il Napoli chiede 100 milioni

Pubblicato

:

Osimhen

La vertiginosa crescita di Victor Osimhen nel corso di questa stagione si sta rivelando una delle chiavi del successo del Napoli di Spalletti, che ora si coccola i propri gioielli. L’attuale capocannoniere della Serie A fa gola a molti top club d’Europa, tra cui, come riporta ESPN, il PSG e soprattutto il Manchester United, a cui effettivamente manca un numero 9 di sicura affidabilità.

Per aggiudicarsi le prestazioni del nigeriano tuttavia, i parigini ed i Red Devils dovranno sborsare una cifra che ammonta dai 100 milioni di euro in su.

Continua a leggere

Flash News

Pussetto ancora ai box: c’è la possibilità che si operi

Pubblicato

:

Pussetto

Piove sul bagnato in casa Sampdoria. L’infermeria blucerchiata è ancora piena e sembra non volersi svuotare. Secondo quanto riporta il Secolo XIX infatti, Ignacio Pussetto è ancora alle prese con i fastidi al ginocchio destro, che gli stanno rendendo un inferno la stagione 2022/23.

L’attaccante argentino finora ha giocato solo 6 partite con la maglia dei blucerchiati, di cui 5 in campionato (ultima partita Inter – Sampdoria 3-0 del 29 ottobre) ed una in Coppa Italia, nella sfida contro l’Ascoli del 20 ottobre. 

Il classe 1995 è intanto sottoposto a visite specialistiche a Barcellona, che lo porteranno a decidere se operarsi oppure no.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969