Connect with us
Lecce, senti Baroni: "Sarebbe stato bello non fermarsi"

Flash News

Lecce, senti Baroni: “Sarebbe stato bello non fermarsi”

Pubblicato

:

Marco Baroni, allenatore del Lecce, ha parlato della stagione e di alcuni suoi ragazzi ai microfoni della Gazzetta dello Sport:

«Siamo la squadra più giovane d’Italia e la quinta in Europa. Ripartiamo dalla Lazio, squadra che assieme a Napoli e Milan gioca il miglior calcio. Il difficile viene ora, ancora non abbiamo fatto nulla nonostante abbiamo chiuso bene il 2022. Sarebbe stato bello non fermarsi visto che eravamo nel nostro momento migliore».

«Qui ci sono idee e coraggio, puntiamo sui giovani e abbiamo creato un gruppo che mettesse tanta voglia e partecipazione. Gonzalez? Ha le potenzialità per diventare un giocatore importante e di alto livello. Mercato? Mi fido di Corvino e il mio compito è quello di allenare, non voglio sprecare energie in altro modo». 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcio Internazionale

Mourinho: “Ho pianto solo una volta nella mia carriera dopo una sconfitta”

Pubblicato

:

Empoli-Roma

José Mourinho, esonerato la scorsa sessione di mercato dalla Roma dopo due stagioni e mezzo come allenatore giallorosso, ha rotto il silenzio ed è tornato a parlare della sua carriera. Il tecnico portoghese ha concesso un’intervista su Prime Video Sport, in cui ha parlato di un retroscena che risale ai tempi del Real Madrid. Si tratta di un momento molto doloroso, che fino ad oggi non era mai stato raccontato e che risale ai tempi del Real Madrid.

Dopo aver salutato il mondo Inter al termine di una straordinaria cavalcata conclusasi con la vittoria della Champions League e dello storico Triplete, il tecnico lusitano ha abbracciato una nuova avventura. Quindi ecco l’arrivo dello Special One nel campionato spagnolo, che lo ha dunque visto protagonista nelle stagioni a seguire con la regina del calcio europeo. Grandi momenti di gioia trascorsi a Madrid, ma anche episodi difficili da accettare ed emotivamente forti: le parole di José Mourinho.

LE PAROLE DI MOURINHO

SEMIFINALE DI CHAMPIONS CON IL BAYERN“C’è stata una sola notte nella mia carriera da allenatore in cui ho pianto dopo una sconfitta. Lo ricordo bene. Mi riferisco all’annata 2011/12 quando il Real Madrid venne eliminato a rigori dal Bayern Monaco in semifinale di Champions League.”

Continua a leggere

Flash News

Marchisio incorona l’Inter: “Merita il primo posto! E la Juventus…”

Pubblicato

:

Marchisio si esprime sulla lotta Inter-Juve

la Juventus, dopo 4 partite senza vittoria in campionato, ritrova i tre punti con il Frosinone nei minuti di recupero, decisiva la rete di Rugani su calcio d’angolo. Non poteva di certo mancare il commento del grande ex Claudio Marchisio, che ha commentato il momento complicato della Veccchia Signora in un’intervista a Gianni Balzarini. Di seguito le dichiarazioni dell’ex centrocampista bianconero.

LE PAROLE DI MARCHISIO

PRESENTE“In questo momento la squadra deve pensare solo al presente. L’ultima partita è stata vinta all’ultimo secondo e i giocatori devono continuare a crederci sempre in questa maniera fino alla fine. I bilanci si faranno a giugno e solo allora si capirà se è stata una buona stagione“.

INTER “Fino a qualche settimana fa c’era il sogno scudetto, ma davanti c’è una squadra che merita il primo posto, superiore sia nella rosa, sia nella qualità”. 

TORNARE IN CHAMPIONS“Per la Juve la cosa importante è tornare a calcare palcoscenici importanti come la Champions. Molti dei ragazzi che oggi indossano la maglia bianconera dovranno crescere oltre che vincere le partite per essere poi pronti l’anno prossimo”.

RUGANI “Daniele si è sempre fatto trovare pronto in silenzio. Il suo gol è stato una grande liberazione. E questo è lo spirito che bisogna avere per onorare la maglia e il club”.

NUOVO PROGETTO CIRCUM ASSOCIATES“Ho deciso di mettere a disposizione la mia esperienza ai giovani calciatori e alle loro famiglie. Poter accompagnare dentro e fuori dal campo i giovani è un cerchio che si chiude per me. Ci sono tanti fattori da considerare. Ad alti livelli si arriva non solo grazie alle qualità tecniche, ma anche grazie alle capacità di interpretare i vari momenti e le fasi di ogni singolo ragazzo durante l’adolescenza. Posso dare ottimi consigli sotto questo aspetto perché conosco anche gli aspetti negativi del calcio e so cosa non si deve fare“. 

Continua a leggere

Flash News

Carrera sulla Juventus: “Yildiz o Chiesa, ecco chi scelgo. Alcaraz è interessante”

Pubblicato

:

Yildiz Juventus

CARRERA SULLA JUVENTUS – La Juventus è rinata in questa stagione. Dopo due anni al di sotto delle aspettative, ora sembra che Allegri abbia trovato l’alchimia giusta tra i giocatori e finalmente è riuscita a dare fastidio, fin quando è stato possibile, alla corazzata Inter. Non dobbiamo farci ingannare dagli ultimi risultati un po’ carenti, la Vecchia Signora ha ora un’identità ben precisa e sta ponendo le basi per un nuovo ciclo vincente, sulla scia di quello dei nove Scudetti consecutivi.

Del momento attuale della Juventus ha parlato l’ex difensore Massimo Carrera. Tra le fila bianconere dal 1991 al 1996, di cicli vincenti se ne intende eccome, visto che ha fatto parte della spedizione che ha conquistato la Champions League proprio nel 1996. Intervistato da TuttoJuve, ha offerto anche alcune considerazioni sui nuovi talenti che fanno parte della rosa, Kenan Yildiz e Carlos Alcaraz.

LE PAROLE DI CARRERA

RINASCITA – Col Frosinone è arrivata una vittoria importante, per cui me lo auguro. Speriamo abbiano ricaricato le batterie e siano pronti a ripartire subito da Napoli”.

RIPARTENZA – “Penso che dovranno lottare fino alla fine, esattamente come hanno fatto contro i ciociari. I tifosi non vorrebbero arrivare sempre con l’acqua alla gola, ma l’importante è che riescano a dare tutto. Così si potrà ripartire”.

NAPOLI – “Sarà una partita difficile per entrambe le squadre, il Napoli ha cambiato ancora allenatore e magari farà cose diverse. La Juve non dovrà essere attendista, ma a Napoli dovrà fare il suo calcio e cercare di portare a casa i tre punti”.

VENDETTA – Vendetta per l’1-5? Il passato non conta, l’importante è pensare ad oggi e andare a Napoli con la testa libera in modo da giocarsela a viso aperto”.

VLAHOVIC – “Penso che sia molto importante ritrovare un attaccante che comincia a segnare con continuità. Il terminale offensivo è sempre importante, ed è sempre un valore aggiunto per la squadra”.

YILDIZ O CHIESA – “Penso più Yildiz, Chiesa lo vedo più sulla fascia e in un certo senso solista: gli piace stare in quella zona di campo e puntare sempre l’avversario per poi tentare la conclusione”.

ANCORA YILDIZ – E’ giovane, ha qualità e l’importante è non mettergli troppa pressione. Non è che si deve caricare tutto lui sulle spalle, bisognerà fargli tenere i piedi per terra”.

ALCARAZ – “Lo vedremo finalmente dall’inizio, è un giocatore interessante e bisognerà capire come verrà utilizzato”.

Continua a leggere

Calciomercato

Sassuolo vicino all’intesa con Ballardini: si cerca una soluzione immediata

Pubblicato

:

Sassuolo

Il Sassuolo, complice anche l’assenza di Domenico Berardi, sta vivendo un periodo molto complicato. L’ultima vittoria in campionato risale al 6 gennaio con l’1-0 contro la Fiorentina. Adesso si trovano catapultati in piena zona retrocessione, oltre ad un nuovo allenatore da cercare in seguito all’esonero di Dionisi. Nell’ultima uscita, la panchina neroverde è stata affidata a Emiliano Bigica. Tuttavia la situazione non sembra esser migliorata, terminando il match con una sonora sconfitta per 1-6 con il Napoli. Adesso la dirigenza starebbe pensando a Ballardini come nuovo allenatore.

LE ULTIME SULLA PANCHINA NEROVERDE

Secondo quanto riportato da Gianluca Di Marzio, il Sassuolo sembrerebbe esser vicino ad un accordo con Ballardini. Le due parti non dovrebbero essere lontani alla fumata bianca. L’allenatore al momento è sotto contratto con la Cremonese fino al 2028 ed è in trattativa per la risoluzione del contratto. Attualmente la situazione è in stand-by, ma si cercano soluzioni che potrebbero arrivare nella mattinata di domani. La dirigenza in un primo momento aveva pensato a Grosso come ipotetico sostituto, tuttavia sembrano non esserci i giusti margini per arrivare ad un accordo. Un’altra ipotesi è stata quella di rivedere in Italia Gattuso, però il tecnico sembra non gradire la destinazione. In lista c’è anche Semplici, ma al momento sembrerebbe restare il preferito Grosso nel caso si dovesse trovare l’intesa. Rimangono però soluzioni più defilate, con la pista Ballardini che sembra adesso quella più calda e più vicina.

ACCORDO CON BALLARDINI

Ulteriori conferme ci arrivano anche da Alfredo Pedullà, che ha anticipato qualche dettaglio sul contratto proposto a Davide Ballardini. Si dovrebbe trattare di un accordo fino al 30 giugno con rinnovo automatico in caso di salvezza fino al 2025. Il tecnico dall’altra parte, preferirebbe 16 mesi di contratto garantiti. In caso di accordo, sarebbero pronti a seguirlo il vice allenatore Regno, il preparatore atletico Bertini, i collaboratori Beni e Tarroni e il preparatore di portieri Sardini.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969