Semifinale di Nations League scoppiettante tra Belgio e Francia. La partita è ricca di occasioni e alla fine a spuntarla è la selezione transalpina, che conquista la finale dopo aver rimontato i Diavoli Rossi dal 2-0. Ora è il momento di analizzare le prestazioni dei singoli.

BELGIO

Courtois 6.5: incolpevole sui due gol della Francia, è bravo a farsi trovare pronto quando viene chiamato in causa. Da registrare la parata su Tchouameni, nel momento della gara in cui il Belgio stava soffrendo.

Denayer 6: partita di gestione per il difensore del Lione che cerca di contenere il più possibile l’attacco francese.

Vertonghen 6: stesso discorso e voto per il centrale del Benfica, che è sempre attento negli interventi.

Alderweireld 6.5: esce più volte vittorioso negli scontri 1 vs 1 ed è bravo nel tenere a bada, per quanto possibile, Mbappé. Il migliore dei tre centrali.

Castagne 5.5 : va in difficoltà quando viene attaccato e quando tocca a lui offendere non riesce mai a pungere veramente i fratelli Hernandez. Batshuayi (dal 92′) S.V.

Tielemans 5: su di lui pesa enormemente il rigore causato su Griezmann che permette alla Francia di pareggiare. Nel resto della gara si vede poco. Vanaken (dal 70′) S.V.

Witsel 5.5 : impreciso varie volte, nel secondo tempo crolla come tutta la sua squadra.

Carrasco 7: ogni volta che prende palla crea pericolo nella difesa avversaria. Sblocca la partita e confeziona anche l’assist per il quasi gol di Lukaku, annullato per offside.

De Bruyne 5.5 : non è il KDB che conosciamo, commette troppi errori e a volte pare macchinoso. La qualità si vede ovviamente, ma da un giocatore come lui ci si aspetta sempre qualcosa di più.

E.Hazard 6: vuole trascinare il Belgio ma a volte esagera nel dribbling e perde palla. Nel complesso si comporta bene, senza però essere mai davvero pericoloso. Trossard (dal 74′) S.V.

Lukaku 7.5 : il migliore dei suoi. Segna il 2-0, protegge qualsiasi pallone che ronza dalle sue parti. È un vero uomo squadra, il gol del 3-2 sarebbe stata la ciliegina sulla torta.

FRANCIA

Lloris 6: prima miracoloso su De Bruyne ma sul gol di Lukaku si fa sorprendere sul suo palo, errore ingiustificabile per un portiere del suo spessore. Per il resto è sempre attento e pronto.

Pavard 6: partita di sostanza del terzino del Bayern Monaco. È suo il traversone che, dopo una deviazione, permette a Theo di calciare a rete. Dubois (dal 92′) S.V.

Kounde 6: sempre presente quando serve, a volte però si fa sorprendere dalle fiammate dell’attacco belga.

Varane 6.5 : comanda la difesa francese e gestisce, per quanto possibile, Lukaku.

Lucas Hernandez 5.5: viene sorpreso nell’occasione del gol del 2-0. Si vede poco, forse influenzato dalla presenza sulla stessa fascia del fratello.

Rabiot 5.5: tocca pochi palloni e ne recupera ancora meno. Impalpabile. Tchouameni 6 (dal 75′): subentra senza paura e si fa vedere con personalità. Peccato per quella conclusione neutralizzata da Courtois.

Pogba 6.5: nel primo tempo viene preso a giro dal centrocampo del Belgio, nella ripresa sale in cattedra e colpisce la traversa su una punizione stupenda.

Theo Hernandez 7 : corre avanti e indietro per 90 minuti, senza mai fermarsi. Il gol decisivo del 2-3 è la ciliegina sulla torta di un ritorno in Nazionale coi fiocchi.

Griezmann 6.5: non riesce a trovare la giusta posizione in campo. Si procura però, con astuzia, il rigore del 2-2.

Benzema 7.5 : il suo gol è una meraviglia da far vedere alle scuole calcio. Si gira in mezzo a quattro e trova l‘angolo giusto per superare Courtois. Nella sua partita si registrano altre 3-4 giocate di altissima qualità. Immenso. Veretout (dal 97′) S.V.

Mbappé 7: nel secondo tempo è indemoniato. Va sempre all’uno contro uno e spesso lo vince; è freddo dal dischetto per siglare il gol del momentaneo pareggio.

Fonte immagine di copertina: diritto google creative commons