Connect with us

Calcio Internazionale

Caccia al sostituto di Casemiro: il Real Madrid su Bellingham

Pubblicato

:

Bellingham

Il Real Madrid vuole subito reinvestire la cifra incassata dalla cessione di Casemiro al Manchester United. Come riportato da Marca, l’obiettivo numero uno dei Blancos è Jude Bellingham. Gioiello del Borussia Dortmund, centrocampista inglese classe 2003, già nel giro della Nazionale e con più di 100 presenze tra i professionisti. In Germania ha realizzato 11 gol e 19 assist in 94 presenze.

Su Bellingham ci sono anche altri top club europei, precisamente i tre inglesi: Liverpool, Manchester United e Chelsea. La concorrenza è ampia ma il vantaggio del Real Madrid sono sicuramente i 70 milioni appena incassati da Casemiro.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Jonathan David protesta contro la Nike: il motivo

Pubblicato

:

Jonathan David

Se le nazionali europee in questi giorni sono impegnate con la Nations League, le selezioni degli altri continenti hanno organizzato delle partite amichevoli, soprattutto chi deve preparare il Mondiale del prossimo novembre.

Proprio nella rassegna iridata saranno protagoniste sia Canada che Qatar, che nella giornata di ieri si sono affrontate in un match amichevole. La gara si è conclusa 2-0 in favore dei nordamericani, che hanno risolto la pratica in appena 13 minuti con i gol Larin e Jonathan David.

Proprio l’esultanza di quest’ultimo ha fatto parecchio scalpore. L’attaccante del Lille, infatti, dopo aver depositato il pallone in rete, nel festeggiare la marcatura, ha coperto con la mano il marchio della Nike presente sulla maglia. Secondo le indiscrezioni trapelate, quello del classe 2000 potrebbe essere stato un gesto di protesta dal momento che la Nike non ha prodotto nuove divise per il Canada in vista del Mondiale, lasciando che la nazionale nordamericana sia l’unica di Qatar 2022 a non avere nuove maglie.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

ESCLUSIVA – Trevisani si racconta: “Crollo Milan? Non credo”

Pubblicato

:

Questo pomeriggio Riccardo Trevisani, noto giornalista e telecronista sportivo, si è raccontato in esclusiva ai microfoni di Numero Diez. Ha parlato del suo lavoro, dell’attuale situazione di Inter, Juventus, Milan e di tanto altro.

CRISI INTER E JUVENTUS

Inter e Juventus stanno vivendo una crisi parallela, l’Italia è praticamente divisa: Simone Inzaghi e Max Allegri sono da esonerare? 

“Secondo me le situazioni di Inter e Juventus sono diverse. I nerazzurri vengono comunque da un campionato buono, con due trofei vinti e una squadra che per larghi tratti ha anche giocato bene. Secondo me gli errori stanno in alcune cose che riguardano la gestione ma viene comunque da una stagione positiva. La Juve ha fatto malissimo l’anno scorso e sta facendo anche peggio quest’anno. Anche l’Inter sta facendo peggio, ma son due ‘peggio’ differenti. Sono due situazioni a parer mio imparagonabili per una serie di motivi, fra cui quello di Allegri che sta allenando una squadra tecnicamente per il settimo anno e, se contiamo gli anni al Milan, sono pur sempre dieci anni di esperienza con squadre di questo stampo. Inzaghi possiamo dire che è al timone di una squadra che lotta per il campionato da soli 15 mesi. L’esonero è una decisione drammatica, ma che a volte serve. In questo momento sarebbe più giusto a Torino“.

SITUAZIONE INFORTUNI PER IL MILAN

Parliamo, invece, del Milan. I rossoneri nel giro di pochi giorni hanno perso per infortunio Maignan, Tonali, Calabria e Theo. Come pensa che reagiranno gli uomini di mister Pioli? Secondo lei dobbiamo aspettarci un crollo?

Non credo. Il Milan è una squadra che ha certezze nel gioco, nell’allenatore e nella rosa. Penso che possa continuare a far bene, così come ha già dimostrato l’anno scorso con le numerose assenze, quando ha vinto il campionato. Sicuramente avrà delle difficoltà in più, altrettanto sicuramente parliamo di una squadra pronta ad affrontarle. Il Milan potrà ovviare all’assenza di Theo Hernandez soltanto peggiorando, se così possiamo dire. Ogni squadra ha quei 3-4 giocatori insostituibili e il francese per il Milan è questo. Ma non è un’assenza lunga e credo che per qualche partita potranno farne anche a meno”.

C’è un giocatore che magari ha visionato in campionati minori o in squadre di basso calibro in Champions, che secondo lei meriterebbe il salto in Serie A?

Impazzisco per Orsic della Dinamo Zagabria, che tra l’altro ha segnato anche contro il Milan a San Siro. Il problema è che molto avanti con gli anni. I 28-29 enni non li prende più nessuno. Ma sono dell’idea che sarà uno di quei giocatori per la quale ci chiederemo il motivo per cui non abbia fatto un percorso diverso, anche se comunque dipende da famiglia, procuratori e tante altre cose. Però avrei voluto vederlo giocare in Serie A, anche in qualche club di alta classifica“.

IL PROBLEMA DEL BAYERN MONACO

In questo momento al primo posto in Bundesliga c’è l’Union Berlino. Potrebbero essere loro a togliere la corona di ‘Re di Germania’ ai marziani del Bayern Monaco?

Tutti sogneremmo una favola come quella del Leicester, sia in Italia che all’estero. La storia della squadra piccola che compie il miracolo affascina sempre tutti, un po’ come sta accadendo all’Udinese adesso o come successe all’Atalanta qualche anno fa. Però è chiaro che per vincere il titolo contro il Bayern ce ne vuole. Sicuramente non possiamo dire che sia tutto a posto per i bavaresi alla guida di Nagelsmann. C’è un problema e questo si sta ripercuotendo anche sulla nazionale tedesca che adesso sta giocando una Nations League ridicola“.

GIOVANI CRACK DI LIVELLO MONDIALE

Qual è, secondo lei, un giovane che quest’anno esploderà nel calcio mondiale? 

“Mi piacerebbe che fosse qualcuno di italiano, ad esempio i fratelli Vignato che sono sempre pronti ad esplodere, ma che non stanno trovando il giusto spazio, Però, purtroppo, qui in Italia è difficile che i giovani possano venir fuori tanto facilmente”.

IL RACCONTO DI UN GIORNALISTA: DALLA PASSIONE ALLE DIFFICOLTÀ

Quanto ci mette, solitamente, a preparare e studiare un match prima di una telecronaca?

“Dipende. Con il tempo le cose sono cambiate, soprattutto grazie ad Internet. Ormai per la ricerca delle informazioni c’è un modo totalmente rinnovato. Tempo fa ad inizio stagione avevi le schede di tutte le squadre e te le tenevi per tutto l’anno. Adesso è tutto molto più veloce, grazie ad Internet prima e ad i social poi è molto cambiato il modo con cui si prepara una partita”.

Quanto conta la passione nel raggiungere il lavoro dei propri sogni?

“Se devo rispondere prendendo esempio dalla mia carriera, ti devo dire 100%. Io volevo fare solo questo. Non avevo nessun tipo di conoscenza e nessun mio parente faceva questo lavoro. Sono andato avanti con la voglia e con la certezza che avrei fatto questo mestiere e alla fine l’ho fatto“.

Cosa consiglierebbe ai ragazzi che vogliono intraprendere la carriera da giornalista o telecronista?

Consiglio di avere molta pazienza. Non è un mestiere veloce, né nell’impararlo, né nel poterlo fare, né nel guadagno. Il mio consiglio è di armarsi di tanta pazienza. Se è un sogno allora che lo si faccia. Se è un’infatuazione che una persona ha per 6 mesi meglio lasciar perdere, perché è un lavoro bellissimo ma anche molto molto difficile”.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Deschamps su Giroud: “Importante per noi. Al Mondiale? Deciderò a novembre”

Pubblicato

:

Deschamps

Olivier Giroud è di certo un punto di riferimento per il Milan. Fin dal suo arrivo alla corte di Stefano Pioli, l’ex centravanti di ArsenalChelsea si è messo subito a disposizione, divenendo uno delle certezze della squadra, uno dei perni su cui fare affidamento. Di uguale avviso è il consulente tecnico della Francia Didier Deschamps, che ha sempre puntato sulle qualità del classe ’86. Stima e supporto che non sono mai mancati, neanche in momenti poco brillanti del calciatore dal punto di vista realizzativo. Basti pensare ai Mondiali di Russia2018, che ha visto Les Coqs vittoriosi con un Giroud titolare inamovibile nonostante un bottino di 0 reti a fine competizione.

Invitato a dare una propria opinione sull’importanza del numero 9 rossonero all’interno del gruppo squadra della FranciaDidier Deschamps non ha potuto nascondersi:

“È un giocatore importante per la squadra, per la sua calma ed esperienza. C’è molto supporto e Olivier se lo merita”.

In merito ad una possibile convocazione di Giroud in vista degli imminenti Mondiali in Qatar, Deschamps ha preferito non sbilanciarsi, rimandando ogni discorso al mese prossimo:

Fa tutto per esserci. Non coinvolgo i giocatori nella selezione dei calciatori, non è il loro ruolo. Ora sta a Oliver mantenere questo livello. So cosa è capace di fare, ha affinità con i giocatori più di altri e ha sempre avuto uno spirito collettivo. Darò la mia risposta ai primi di novembre.

Bisognerà aspettare poco più di un mese per avere una risposta certa e definitiva. Ma senza ombra di dubbio Giroud ha tutte le carte in regola per poter far parte della Sélection pronta a mantenere il titolo di Campioni del mondo.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Il Toro ritrovato: Lautaro torna al gol con la sua Argentina

Pubblicato

:

Bergomi

Dopo un mese a secco, Lautaro Martinez è finalmente tornato al gol. L’attaccante dell’Inter ha aperto le marcature nel match amichevole, terminato poi 3-0, tra la “sua” Argentina e l’Honduras.

Il Toro conferma cosi il trend più che positivo in maglia albiceleste. In 39 presenze è andato in rete ben 21 volte. Una media di più di un gol ogni due partite. Numeri da protagonista assoluto per Lautaro.
Sorride dunque Scaloni ma lo fa anche Inzaghi. Difatti, il centravanti dell’ Inter, oltre ad aver ritrovato la via del gol ha anche riposato, essendo stato sostituito da Julian Alvarez al termine della prima frazione di gioco.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969