Connect with us
Boca, dalle stalle alle stelle: la giovane promessa Langoni

Calcio Internazionale

Boca, dalle stalle alle stelle: la giovane promessa Langoni

Pubblicato

:

Non deve essere per niente facile entrare al 70’, con la tua squadra che perde 1-0, e, nel giro di venti minuti segnare una doppietta che varrà la vittoria per essa. Questo susseguirsi di emozioni le ha vissute la giovane promessa del Boca Juniors Luca Langoni. Proprio quest’ultimo, contro l’Atletico Tucuman, è entrato con l’obiettivo di cambiare le sorti, ormai quasi scritte, della partita e, per fortuna sua e dei Xeneizes, ci è riuscito. Grazie ai suoi due gol, uno segnato al ’77 su assist di Sebastian Villa e l’altro all”87, il Boca ha ottenuto i tre punti contro la capolista e si è rialzato dal momento no.

BOCA, CHI È LUCA LANGONI?

“Abbiamo Langoni (Luca), che gioca molto bene e ha fatto un ottimo lavoro quando è arrivato contro il Racing. Veniamo dall’essere campioni e questo è un buon momento per i ragazzi per avere possibilità di crescere”.

Con queste parole Juan Roman Riquelme, presidente e leggenda del club di Buenos Aires, presentava ad inizio stagione quel pibe che sarebbe poi scoppiato nella partita prima raccontata. Quando un ex calciatore del calibro de El Mudo dice questo su di te sicuramente devi avere talento da vendere. Non appunto, stando a quanto sta dimostrando in campo a soli 20 anni, il giovane attaccante, se continua a dimostrare quello che sta facendo vedere, potrebbe avere un futuro roseo davanti. 

Luca Daniel Langoni nasce il 9 febbraio 2002 a Gregorio de Laferrere, una città in provincia di Buenos Aires. Il ragazzo, cresciuto con il Boca nel cuore, si avvicina al mondo del pallone molto piccolo e, già a 7 anni, si lega con los Xeneizes. Proprio con quest’ultimi, con i quali aveva già giocato in tutte le categorie inferiori, firma, nel 2022, il suo primo contratto da professionista

Con la maglia Azul y Oro debutta per la prima volta, a giugno, contro il Barracas Central, con il numero 41. Per adesso ha già esibito tale maglia otto volte negli stadi della Primera Division (ndr, massimo campionato argentino) siglando due gol (ndr, quelli con cui la sua squadra ha vinto l’ultima partita disputata).

È ancora presto per parlare di un nuovo fenomeno, ma se Luca Langoni continuerà con questa mentalità il Boca potrà gustarsi l’ennesimo prodotto eccellente uscito direttamente dal proprio vivaio.

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Bundesliga

Musiala rifiuta il rinnovo col Bayern: due big inglesi bussano alla porta

Pubblicato

:

Il Bayern Monaco non sta vivendo una delle sue miglior stagioni, come testimoniato dal secondo posto in Bundesliga con 10 punti di distacco dal Bayern Leverkusen, oltre all’andata degli ottavi di Champions persa per 1-0 con la Lazio. Alla vigilia del match di ritorno con i biancocelesti, si torna a parlare del rinnovo di Jamal Musiala. Il talento 2003, sembra non esser convinto di voler proseguire la sua esperienza con il club bavarese, difatti sembrerebbe già aver rifiutato più di una proposta di rinnovo.

CHELSEA E MANCHESTER CITY SPINGONO PER MUSIALA

Il contratto del giovane fantasista scade attualmente nel 2026, ma la volontà sembrerebbe quella di lasciare la Germania per trasferirsi in Premier League. Secondo quanto riportato da Daily Star, per Musiala starebbero facendo sul serio due big del massimo campionato inglese. In particolare Manchester City e Chelsea, a lavoro per portarlo in Inghilterra già nella prossima stagione.

I NUMERI DI MUSIALA COL BAYERN

Nonostante la stagione no del Bayern Monaco, i numeri di Musiala coi bavaresi restano importanti. Il tedesco ha fin qui realizzato 9 gol in stagione, di cui 2 in Champions League e 7 in Bundesliga, e fornito 4 assist. Cresciuto nel settore giovanile del Bayern, fin qui il classe 2003 ha segnato ben 40 gol in 5 stagioni.

Continua a leggere

Bundesliga

Il Bayer Leverkusen vola: +10 dal Bayern e titolo che si avvicina

Pubblicato

:

bayer leverkusen

Il Bayer Leverkusen sta dominando in Bundesliga e potrebbe essere la prima squadra dai tempi del Dortmund di Klopp a togliere il titolo al Bayern Monaco. Nel frattempo i bavaresi hanno pareggiato contro il Friburgo e si trovano a 10 punti di distanza dalla squadra guidata da Xabi Alonso.

LA VITTORIA CONTRO IL COLONIA

Nel derby in casa del Colonia, Frimpong e Grimaldo si sono resi nuovamente protagonisti, decidendo con un gol a testa il match. Nelle file del Colonia l’espulsione di Thielmann, arrivata al 14′ del primo tempo, ha complicato e non poco un match già di per sé difficile.

IL RECORD DI IMBATTIBILITÁ

Uno dei dati che più impressiona del Bayer Leverkusen è la striscia di risultati utili consecutivi che i ragazzi di Alonso stanno riuscendo ad ottenere. In Bundesliga sono arrivate 20 vittorie su 24 giornate e se si aggiungono le gare di Europa Legaue e di Coppa di Germania,  la striscia di gare senza sconfitte arriva addirittura a 34. Il Bayern di Flick nella stagione 2019-2020 si era fermato a 32 risultati utili consecutivi. Il Bayer Leverkusen è anche l’unica squadra ancora imbattuta in tutta Europa.

IL DISTACCO DAL BAYERN

Grazie alla vittoria contro il Colonia il Bayer Leverkusen arriva a quota 64 punti, staccando il Bayern Monaco di 10 lunghezze. I ragazzi di Xabi Alonso sembrano lanciati verso un trionfo che sarebbe storico per una squadra che non ha mai vinto il Meisterschale e che toglierebbe il titolo al Bayern che lo vince dal 2013.

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Le ufficiali del derby di Manchester: ten Hag schiera Evans in difesa

Pubblicato

:

Ten Hag

Alle ore 16.30 va in scena Manchester City-Manchester United, uno dei derby più accesi e sentiti d’Inghilterra. Due squadre in altitudini di classifica molto diverse, ma che offriranno comunque uno spettacolo degno della sua storia ed importanza.

Il City di Guardiola cerca i tre punti per inseguire il Liverpool, che mantiene dai citizens 4 punti di distacco e vanta il primato in classifica.

Lo United si ritrova invece in una situazione sicuramente più complessa rispetto ai rivali, sia dal punto di vista della classifica (ad oggi sesti a più di 10 punti dal quarto posto), e con uno spogliatoio fragile ed in evidente difficoltà.

Nonostante ciò, il derby di oggi promette comunque grandi colpi di scena, anche e sopratutto per via del delicato momento del campionato e per la grande esigenza delle due compagini di agguantare i tre punti.

LE FORMAZIONI UFFICIALI

MANCHESTER CITY (4-3-3): Ederson; Walker, Stones, Dias, Ake; Rodri, de Bruyne; Bernardo, Foden, Doku; Haaland. Allenatore: Guardiola.

MANCHESTER UNITED (4-3-3): Onana; Dalot, Varane, Lindelof, Evans; McTominay, Casemiro, Bruno Fernandes; Mainoo, Rashford, Garnacho. Allenatore: ten Hag.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Podolski incorona l’Inter: “Livello altissimo, può succedere di tutto”

Pubblicato

:

Podolski

Lukas Podolski ha saputo reinventarsi. A 38 anni, dopo aver dato l’addio al calcio, non si è ributtato solo nel suo mondo d’origine, ma ha voluto anche investire in qualcosa di nuovo. Nello specifico, ha creato in Germania la catena Mangal Doener, una catena di ristorazione che cucina kebab, quello che lui definisce il cibo della sua infanzia.

Ma la splendida stagione che sta mettendo in mostra l’Inter, in questo momento, è stata l’occasione per tornare a parlare della sua squadra. Podolski, infatti, ha vissuto sei mesi con la maglia nerazzurra nel gennaio 2015. Non ha lasciato ottimi ricordi sul campo…ma fuori dal rettangolo di gioco, quasi tutti si ricordano di lui. Ha parlato, dunque, a La Gazzetta dello Sport, raccontandosi. Di seguito trovate le parole di Podolski sul suo presente e sull’Inter.

KEBAB – “Scegliere un settore in cui investire è come scegliere un club, io mi sono buttato sul cibo della mia adolescenza”.

INTER“Certo. La guardo spesso, soprattutto in Champions, e mi pare che quest’anno abbia raggiunto un livello altissimo. Al momento, sono tra i migliori in Europa, ma devono essere bravi a prolungare questa fase di exploit per raggiungere il maggior numero di traguardi possibile. Trionfo in Champions? Magari i nerazzurri partono dietro City e Real, però può succedere di tutto. L’importante è non abbassare mai la guardia, perché anche i piccoli club possono rivelarsi insidiosi”.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969