Connect with us

Flash News

Cambiaso: “Guardavo Dybala e mi ispiro a Cancelo”

Pubblicato

:

Cambiaso

Il nuovo acquisto del Bologna, Andrea Cambiaso, girato in prestito ai rossoblù dalla Juventus che ne ha acquisito il cartellino dal Genoa, si è presentato nella giornata di oggi a quelli che saranno i suoi tifosi nel corso di questa stagione.

Ecco le sue dichiarazioni, innanzitutto sull’operazione che lo ha condotto al Bologna: “Sono stato molto felice del trasferimento alla Juve. L’operazione è stata semplice con il Bologna, c’era interessamento già da prima. Bologna è una grande piazza e voglio affermarmi anche qui“.

Poi, il classe 2000 ha rivelato i giocatori che rappresentano le sue fonti di ispirazione: “Da piccolo facevo più la mezz’ala o il trequartista, quindi ricordo con grande ammirazione i gol di Dybala al Palermo. Poi nel corso della mia carriera sono passato a giocare terzino e a Cancelo mi ispiro molto, poiché riesce a giocare su entrambe le fasce e ha grandissima qualità. Io sono mancino, ma ho giocato tantissimo su entrambe le fasce, ultimamente più a sinistra”.

Cambiaso, poi, ha rivelato il suo primo impatto con le squadre che lo hanno voluto: “Ancora personalmente non ho parlato con Mihajlovic, ma collettivamente l’ho visto e spero di conoscerlo presto. il gruppo è sano. Penso di poter migliorare tanto qui anche grazie ai tanti giocatori esperti, nel gruppo c’è un mix giusto. Con Allegri invece ho parlato, ma l’idea del mister e la società era quella di mandarmi in prestito, quindi è stata una chiacchierata veloce“.

E sulla prossima stagione: “Quest’anno sarebbe un grandissimo obiettivo raggiungere la nazionale maggiore, anche se come sappiamo la concorrenza è tanta. Mi piace più attaccare che difendere ma in Italia la difesa è fondamentale, so anche che i miei gol possono essere fondamentali nell’aiuto della squadra“.

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calciomercato

Il Napoli pensa a due giocatori dell’Udinese: i nomi

Pubblicato

:

Napoli

Il Napoli programma già il mercato di gennaio. L’obiettivo è quello di rinforzare una rosa che fino alla sosta per Qatar 2022 ha fatto il massimo, con il primo posto in campionato a otto lunghezze dal Milan e gli ottavi di Champions League. Per regalarsi una seconda parte di stagione all’altezza della prima, Giuntoli ha messo nel mirino due giocatori dell’Udinese.

Il primo nome è quello di Lazar Samardzic, che è sbocciato sotto la gestione di Sottil. Mezzala offensiva, il tedesco classe 2002 ha siglato tre reti in questo campionato in quattordici presenze, ma solo quattro volte è partito dall’inizio. L’ultima rete è stata segnata proprio contro il Napoli, nel match prima della sosta.

Il secondo obiettivo del Napoli è Simone Pafundi, trequartista di sedici anni già chiamato da Mancini in Nazionale in occasione delle ultime convocazioni. Una sola presenza in Serie A, ma un futuro che potrebbe essere molto importante.

A riportare la notizia è TuttoUdinese.

Continua a leggere

Flash News

Modena-Venezia, le formazioni ufficiali: torna Bonfanti a guidare i canarini

Pubblicato

:

Bari

Il Modena affronterà il Venezia al Braglia per continuare la striscia positiva delle ultime due settimane. La squadra di Tesser ha vinto contro Parma e Spal nei due derby che gli hanno permesso di tornare al decimo posto della classifica. Il Venezia invece è in piena zona retrocessione ed è però reduce da due vittorie consecutive. Per i canarini recupera Bonfanti , mentre è confermato Tremolada insieme a Falcinelli, complice anche la squalifica di Diaw. Nei lagunari, in attacco Pohjanpalo affianca Pierini mentre in porta Bertinato sostituisce ancora l’infortunato Joronen.

LE FORMAZIONI UFFICIALI

Modena (4-3-2-1) Gagno; Oukhadda, Silvestri, Cittadini, Renzetti; Magnino, Gerli, Armellino; Tremolada, Falcinelli; Bonfanti. All. Tesser

Venezia (3-5-2) Bertinato; Wisniewski, Ceccaroni, Ceppitelli; Haps, Busio, Crnigol, Tessmann, Zampano; Pohjanpalo, Pierini. All. Vanoli

Continua a leggere

Calciomercato

Sabiri: “Al Mondiale per fare la storia. Al momento sono della Samp”

Pubblicato

:

Sabiri

La sorpresa più bella di questo Mondiale è certamente il Marocco, approdato ai quarti di finale dopo aver eliminato la Spagna ai rigori. Il prossimo avversario sarà il Portogallo di Cristiano Ronaldo, ma Sabiri e compagni non hanno paura e continuano a sognare in grande. Intervistato dal Corriere dello Sport, il centrocampista della Sampdoria ha toccato vari temi, tra cui una voce di mercato che lo vedrebbe alla Fiorentina. Ecco alcuni estratti delle parole di Sabiri:

IL MOMENTO DEL MAROCCO – “È un momento storico per l’Africa e per il mondo arabo. Era ora. Siamo contenti. Ci eravamo confrontati prima della partita. Eravamo convinti che la Spagna si potesse eliminare. L’obiettivo era raggiungere i rigori e l’abbiamo
ottenuto“.

UN GRUPPO PARTICOLARE – “È particolare il nostro gruppo, vero. Ma il nostro sangue è quello. Se voi siete italiani, rimanete italiani anche se nascete in Marocco giusto? Non c’entra nulla il posto in cui cresci se i tuoi genitori, le persone che ti danno la vita, ti trasmettono i valori e la cultura della loro terra. È un marchio che ti rimane dentro. Noi per questo siamo qui, per fare la storia del nostro Paese”.

LE PARTITE SALTATE CON LA SAMPDORIA – “Ero infortunato. C’è stato anzi il rischio che non potessi neppure partecipare al Mondiale. Ma ho lavorato duro, con tanta fisioterapia. In Italia tanti pensavano che la lesione fosse finta ma la società conosce la verità. Ho anche inviato foto della risonanza magnetica allo staff medico per dimostrarlo. Anche qui in Qatar non gioco con continuità per questa ragione. Non sto bene. Sento dolore dopo 15-20 minuti, come è successo contro il Canada. Ma resisto”.

IL CT REGRAGUI – “È una persona incredibile ed è il migliore allenatore che io conosca. Dovrei portarvi nello spogliatoio per farvi capire quanto sia importante per noi. Ha sempre un piano preciso per le partite”.

IL MERCATO – “Non so, per ora sono un calciatore della Samp. Non mi hanno detto altro”.

Continua a leggere

Flash News

Bergomi: “Lautaro lavora tanto per la squadra, l’Inter ha bisogno di lui e Lukaku”

Pubblicato

:

Lautaro

Beppe Bergomi, intervenuto a Sky Sport, ha esspresso la sua opinione sul momento di Lautaro Martinez. Il Toro di Bahia Blanca non ha ancora trovato la prima rete del proprio Mondiale, ed è risaputo quanto l’attaccante dell’Inter possa andare in sofferenza quando non trova la porta, andando incontro a una spirale negativa che spesso lo porta a mesi interi senza segnare.

Nella partita d’esordio dell’Argentina al Mondiale persa contro l’Arabia Saudita si è visto annullare due gol per fuorigioco per questione di centimetri, mantenendo a zero la voce “gol segnati”.

Bergomi si esprime così su Lautaro, esprimendo anche la sua idea sull’argentino nell’attacco dell’Inter: “Non deve intristirsi, anche se non sta trovando la via della rete. Lavora sempre molto per la propria squadra. Nell’Inter è fondamentale il suo partner d’attacco: Dzeko va bene, ma Lukaku è perfetto per lui. L’Inter ha bisogno di ritrovare questa coppia, che deve avere maggiore continuità di rendimento“.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969