Connect with us
Filip Bradaric, il faro dell'isola

La nostra prima pagina

Filip Bradaric, il faro dell’isola

Pubblicato

:

Modric, Rakitic, Brozovic, Kovacic.. a 20 anni di distanza dal mondiale di Boban e Prosinecki la Croazia è tornata a far parlare di sè a livello internazionale e lo ha fatto grazie ad un centrocampo stellare composto da un mix di qualità e quantità che non ha eguali in tutto il mondo. Oltre ai celebri nomi sopracitati, Zlatko Dalic, attuale allenatore dei balcanici, ha portato in Russia anche Filip Bradaric, mediano appena acquistato dal nuovo Cagliari di Maran che incarna in pieno le caratteristiche del regista 2.0.

CHI E’?

Filip Bradaric è un mediano classe 1992 di origine croate cresciuto calcisticamente nell’Hajduk Spalato, squadra per la quale veste tutte le maglie delle giovanili prima di essere ceduto in prestito in Serie B. La possibilità di crescere in una serie inferiore si palesa quando l’Hajduk stringe una sorta di gemellaggio tecnico con il Primorac 1929. Le 27 presenze condite da 6 gol messe a referto con il Primorac gli permettono di farsi conoscere e apprezzare e, nella stagione 2013/14, torna alla casa base conquistando per due anni il posto da titolare sulla mediana. Nell’estate del 2015, per una cifra vicina al milione, il croato si trasferisce al Rijeka, dove collezionerà 132 presenze in cabina di regia. Dopo aver esordito prima con la nazionale U19 e poi con quella U21, a 24 anni, appena giunto al Rijeka, fa il suo esordio in Nazionale maggiore. La sorpresa e la gioia più grande della sua carriera è sicuramente quella di aver preso parte al Mondiale appena terminato, riuscendo a togliersi anche la soddisfazione di giocare 25 minuti nell’ultima partita del girone vinta contro l’Islanda.

CARATTERISTICHE TECNICHE

Alto 1,86, Bradaric fa delle sue leve lunghe l’arma più efficace per recuperare palloni, fondamentale presente nel suo bagaglio tecnico. Oltre alle spiccate doti di intercetto e posizionamento, il croato si esalta nel gioco sul lungo alla ricerca della profondità, supportato da un piede destro particolarmente educato ed elegante.

Sicuro ed efficiente anche sul corto, Bradaric in situazioni di emergenza è stato utilizzato anche al centro della linea difensiva. Nonostante un raggio d’azione distante dalla porta, nei 3 anni al Rijeka l’ex Hajduk è riuscito ad andare a segno 8 volte, la maggior parte delle quali con precise conclusioni da fuori area. I suoi punti deboli, oltre ad una notevole propensione al cartellino, non possono che essere legati ad una bassa velocità di punta e ad una scarsa mobilità, mancanze che, nella fase di non possesso, lo rendono più un giocatore cerebrale che un giocatore muscolare.

INSERIMENTO NEL CAGLIARI DI MARAN

Il rombo di centrocampo è da sempre il fiore all’occhiello del calcio di Rolando Maran: mezzali mobili, trequartista prolifico e mediano a fare da schermo. Differentemente dall’interpretazione prettamente difensiva del ruolo data da Radovanovic a Verona, con Bradaric il mediano di Maran potrebbe trasformarsi sempre di più in un regista multitasking, tanto bravo nel recupero palla quanto nell’avvio dell’azione offensiva. Le sue attitudini tecniche, coadiuvate da due giocatori mobili ed intensi come Barella e Castro, potrebbero rendere il centrocampo del Cagliari uno dei più interessanti e complementari dell’intera Serie A. I dubbi sul suo rendimento sono ovviamente legati ad una carriera incentrata in un campionato di seconda fascia come quello croato ma l’aver partecipato all’ultima Europa League e l’essere entrato nelle grazie del ct Dalic non fanno che convincerci sull’affidabilità di questo centrocampista.

Gli sforzi economici che sta facendo Giulini e il lavoro che sta svolgendo il direttore sportivo Carli in questa sessione estiva sono sicuramente da lodare e dimostrano come dopo la complicata scorsa stagione il Cagliari voglia recitare un ruolo totalmente diverso. L’esperienza di Srna, il valore da molti sottovalutato di un fedelissimo di Maran come Castro avevano inaugurato un mercato particolarmente felice per i tifosi cagliaritani.Adesso, con l’acquisto di Filip Bradaric, lo scacchiere a disposizione dell’allenatore trentino è completo e, soprattutto, munito di un faro pronto a scacciare le ombre di una lotta per la retrocessione che in Sardegna nessuno vuole più combattere.

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Flash News

Doppio infortunio in 26′ a Monza: fuori Gagliardini e Kristensen

Pubblicato

:

Gagliardini

Doppio infortunio nel giro di appena 26′ in Monza-Roma, anticipo della 27ª giornata di Serie A. Prima della mezz’ora, un giocatore per parte ha dovuto alzare bandiera bianca a causa di problemi fisici e abbandonare il terreno di gioco. Il primo ad arrendersi dinanzi ai fastidi è stato Roberto Gagliardini, sul risultato ancora fermo sullo 0-0. Il centrocampista del Monza ha accusato un infortunio al 22′ e Palladino ha preferito non rischiare. Spazio a Valentin Carboni e Gagliardini sostituito per lasciare posto al giovane trequartista dei brianzoli. Primo slot di sostituzioni disponibili utilizzato dunque da Palladino. Tuttavia, appena 5′, la situazione si è equilibrata nuovamente a fronte dell’infortunio di Kristensen. Il numero 43 giallorosso si è fermato e De Rossi ha mandato in campo Celik per sopperire al problema fisico accusato dal difensore.

Continua a leggere

Flash News

I convocati di Thiago Motta: c’è l’ultimo arrivato Castro

Pubblicato

:

Thiago Motta, allenatore del Bologna - Serie A

Il Bologna ha reso nota la lista dei convocati per la sfida di domani contro l’Atalanta. Allarme rientrato per quanto riguarda Saelemaekers, che sarà regolarmente della partita. Grande novità in attacco per Thiago Motta, che per la prima volta avrà a disposizione Santiago Castro, attaccante argentino arrivato nel mercato di gennaio. La partita contro la Dea potrà dire tanto delle ambizioni Champions del Bologna, che si trova al momento a +2 sulla squadra di Gasperini.

LA LISTA DEI CONVOCATI DI THIAGO MOTTA

Portieri: Bagnolini, Ravaglia, Skorupski.

Difensori: Beukema, Calafiori, Corazza, De Silvestri, Ilic, Kristiansen, Lucumi, Lykogiannis, Posch.

Centrocampisti: Aebischer, El Azzouzi, Fabbian, Ferguson, Freuler, Moro, Urbanski.

Attaccanti: Castro, Karlsson, Ndoye, Odgaard, Orsolini, Saelemaekers, Zirkzee.

Continua a leggere

Flash News

Colpani e Palladino a DAZN: “Sarà una sfida dura”

Pubblicato

:

Frosinone-Monza formazioni

Tra pochi minuti avrà inizio la sfida tra Monza e Roma. I brianzoli ospiteranno i giallorossi guidati da Daniele De Rossi. Entrambe le squadre stanno vivendo un periodo molto importante. I padroni di casa arrivano alla sfida con due vittorie consecutive contro il Milan e la Salernitana. Oggi potrebbe essere un’occasione importante per le due formazioni per dare continuità ai risultati dell’ultimo periodo. Prima dell’inizio del match sono intervenuti ai microfoni di DAZN il tecnico Raffaele Palladino e Andrea Colpani.

LE DICHIARAZIONI DI RAFFAELE PALLADINO 

ROMA DI DE ROSSI –Io e Daniele siamo molto amici, ea già un allenatore in campo. Farà l’allenatore a grani livelli, ci mette cuore e passione. Sono contento che stia sfruttando quest’opportunità; la squadra sta avendo grandi miglioramenti, si vede la sua mano”.

LE DICHIARAZIONI DI ANDREA COLPANI

PARTITA –Sarà una partita difficilissima, la Roma è una squadra molto forte. Ci aspettiamo una partita veramente dura, di duelli, cercheremo di mettere in mostra il nostro atteggiamento come sempre e le nostre qualità”.

 

Continua a leggere

Flash News

[FOTO] Handanovic presente a Monza-Roma: il motivo

Pubblicato

:

Handanovic

Nel corso del pre-partita di Monza-Roma, in tribuna è stato avvistato un’ospite d’eccezione. All’U-Power Stadium è infatti presente Samir Handanovic, ex portiere dell’Inter, e ha un obiettivo ben chiaro. Come riportato da Nicolò Schira, l’osservato speciale dello sloveno è Michele Di Gregorio, portiere del Monza. L’Inter potrebbe aver bisogno di un nuovo estremo difensore, vista anche l’età di Yann Sommer, e l’estremo difensore dei brianzoli sta continuando a stupire tutti a suon di prestazioni positive.

I nomi che piacciono ai nerazzurri sono tanti, ma Di Gregorio sembra essere tra i preferiti dalla dirigenza. Vedremo se le notizie portata da Handanovic saranno positive o meno, ma tutto dipenderà dalla prestazione del portiere del Monza nella sfida di questa sera contro la Roma. Nelle prossime settimane, verso la fine del campionato, ci saranno importanti novità per quanto riguarda l’estremo difensore dell’Inter in vista della prossima stagione. Sommer sta disputando una grandissima stagione, ma l’obiettivo dei nerazzurri potrebbe essere quello di ringiovanire il reparto, puntando così su un portiere di prospettiva. Per il momento però le attenzioni del club milanese sono puntate sul finale di stagione, che potrebbe regalare la seconda stella in caso di vittoria dello Scudetto. Non bisogna poi dimenticare il cammino europeo, con il ritorno degli ottavi contro l’Atletico Madrid in programma il 13 marzo.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969