L’ex direttore sportivo dei blaugrana ha parlato dei malumori di Messi, sempre più innervosito dai risultati deludenti del suo Barcellona e dalle tensioni con Abidal.

Nel contratto dell’argentino è inserita una particolare clausola che gli permetterebbe di svincolarsi a fine anno, una scelta che avrebbe del clamoroso ma che stando alle parole di Braida, non sarebbe poi così impossibile:

“Sta troppo bene a Barcellona, ci vive da sempre con la sua famiglia. E’ molto difficile che vada via, ma nel calcio nulla è impossibile”.

SERIE A E PREMIER IN VANTAGGIO

La suggestione più intrigante resta quella del nostro campionato, con la possibilità di uno scontro a distanza tra Messi e Ronaldo che infiammerebbe l’intero palcoscenico europeo. Braida si è espresso cosi a proposito di questa folle idea:

“Sicuramente andrebbe nelle squadre con i fatturati più importanti, come le inglesi, ma direi anche in Italia. Le squadre più importanti con Messi avrebbero uno sviluppo pazzesco a livello commerciale e globale. Da milanista lo vedrei bene in rossonero, al Milan serve un giocatore dalla forte personalità, come è Ibrahimovic. Ma sono Juve e Inter le squadre che potrebbero prenderlo, al momento sono più attrezzate. Chiaramente Messi è un giocatore molto costoso, ha un ingaggio elevatissimo ma con lui tutto è possibile, copre tutti gli errori che si fanno”.

Ad oggi la possibilità di un Messi lontano da Barcellona sembra più una chimera che una reale suggestione. Diversi club però sperano di strappare un accordo che avrebbe del clamoroso, anche se al tramonto della propria carriera, Messi potrebbe scegliere di vivere un’ultima, entusiasmante avventura.

(Fonte immagine copertina: profilo Instagram Messi)