Connect with us

Calcio Internazionale

Bremer corteggiato da mezza Europa: dove giocherà l’anno prossimo?

Pubblicato

:

Bremer

Si avvicina la sessione estiva di calciomercato, e parte subito il toto-nomi su dove potranno andare a giocare i calciatori più richiesti dai vari top club. Questa volta è il turno di Gleison Bremer che, con le sue prestazioni mastodontiche, sta praticamente attirando l’attenzione di tutto il panorama calcistico europeo.

I POSSIBILI SCENARI DI CALCIOMERCATO

Prendendo come modelli il connazionale Lucio e l’olandese van Dijk, il difensore del Toro abbina un grande senso di posizione, una marcatura stretta, una buona tecnica, e anche un ottimo senso del gol sotto porta. È così che ha annullato praticamente ogni attaccante della Serie A e aiutato i granata a fare punti. Ora, il muro brasiliano è pronto per fare il grande salto. Una big dei top 5 campionati europei, e la speranza che il tecnico Tite lo chiami nella nazionale verdeoro. In Italia, potrebbe essere il Milan a provarci per il brasiliano, ma i rossoneri sembrano più indirizzati su Botman. In pole resta l’Inter, che giocando spesso con una difesa a tre, asseconda di molto il modo di giocare di Bremer. Infine, c’è sempre l’ombra di squadre come la Juve e il Liverpool, che sanno come fare colpi di spessore last minute

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

“Paura Juve” – La Rassegna del Diez

Pubblicato

:

Rassegna

La rassegna stampa è senza alcun dubbio il miglior modo per iniziare la giornata. Ecco quindi le prime pagine dei principali quotidiani sportivi nazionali e internazionali per la giornata di oggi.

LA GAZZETTA DELLO SPORT

TUTTOSPORT

CORRIERE DELLO SPORT

 

MARCA

 

 

 

L’EQUIPE

MIRROR SPORT

L’ESPORTIU

 

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Santos sulla situazione Ronaldo: “Non sta a me dire se giocherà la prossima partita”

Pubblicato

:

Ronaldo

E’ un Fernando Santos soddisfatto, ma non al 100% quello ai microfoni della stampa nel post partita della sfida con la Svizzera. Il suo Portogallo ha demolito gli elvetici per 6-1, ma l’attenzione della stampa è andata soprattutto verso la delicata situazione di Cristiano Ronaldo, oggi partito dalla panchina, e spettatore impotente della tripletta di Goncalo Ramos, il talentino che potrebbe avergli tolto il posto da titolare nello scacchiere portoghese.

Queste le parole di Fernando Santos nel post: “Non è stata una serata perfetta, ma abbiamo disputato una grande partita mettendo in campo il giusto atteggiamento per tutti i novanta minuti di gioco. L’assenza di Cristiano Ronaldo? Ne ho già parlato e non lo farò più; lui e Gonçalo Ramos sono due calciatori diversi. Ronaldo è il nostro capitano, non ci sono stati problemi in seguito alla mia decisione: è un ragazzo che cerca sempre di dare il suo contributo, ma non sta a me dire se giocherà o meno nella prossima partita. Vedremo cosa succederà“.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Ottavi di finale archiviati: manca sempre meno alla Finalissima

Pubblicato

:

Inghilterra

Senza troppo clamore, ma con qualche squillo di tromba, il Mondiale in Qatar ha intrapreso, con gli ottavi di finale, la sua fase discendente verso un finale ancora tutto da scrivere ma sicuramente entusiasmante. Nel tragitto, è vero, ci siamo persi per strada alcune Nazionali che, nel tempo, hanno fatto la Storia di questa manifestazione (la Germania, ad esempio), ma il meglio – ne siamo certi – ce lo devono ancora riservare chi è rimasto a giocarsi le proprie chance e ambizioni. E’, come sappiamo e come abbiamo spiegato più e più volte, un Mondiale anomalo perchè inserito, prima volta da quando ha emesso i suoi primi vagiti, nel bel mezzo di una stagione calcistica, alimentando quei dubbi e quelle perplessità che ancor oggi permangono.

Dicevamo che siamo entrati negli ottavi di finale della rassegna, nelle partite da dentro o fuori, negli scontri vis-a-vis dove non si può più sbagliare per non rischiare di giocarsi l’osso del collo tornandosene a casa anzitempo. Al proscenio il solito, pressoché inarrestabile Brasile, un collettivo di gran classe che fa perno sul talento straordinario di Neymar ma soprattutto sulla efficacia pedatoria di un gruppo che non pare aver difetti se non quello di un irrefrenabile narcisismo. E che dire dell’altra sudamericana, l’Argentina del sette volte Pallone d’Oro, Leo Messi? Beh, se tutto va bene, una finale anticipata (peccato non la finalissima, purtroppo!) sarà il loro scontro diretto, una partita tutta da vedere, vivere e godere e alla quale spero tanto di poter assistere anche se – ahimè – soltanto dal divano di casa mia con qualche amico fidato e un buon bicchier di vino da sorseggiare, in mano.

E poi, questo Marocco, fuor di dubbio, la rivelazione della competizione. Decisamente bello, disinvolto e intraprendente nel suo incedere, ma anche fragile per la poca esperienza da esibire. Una menzione a parte la meritano Spagna e Inghilterra. Soprattutto quest’ultima che ai Mondiali (e non solo…) ha sempre fallito ad eccezione di quelli del ’66 proprio in terra d’Albione che i bianchi di Sua Maestà con i quattro leoni sul petto, s’aggiudicarono – in finale con i teutonici crucchi – quando però il Var ancora non esisteva. Altrimenti!!! Vabbè, acqua passata… Insomma, godiamoci quest’ultimo scorcio di manifestazione e – come si dice in questi casi -, vinca il migliore!

Continua a leggere

Calcio Internazionale

La famiglia di Pelé sbotta: “Basta condoglianze”

Pubblicato

:

Pelé

Le ultime notizie riguardanti la salute di Pelé hanno scosso il mondo. O Rei non è al meglio delle condizioni, nonostante il bollettino medico abbia segnalato parametri vitali stabili. La famiglia del campione brasiliano si è sfogata dopo i messaggi di condoglianze ricevuti via social nonostante Pelé sia ancora vivo. Le due figlie, in particolare, hanno manifestato tutto il loro sdegno:Siamo stanchi di ricevere le condoglianze. L’ho detto ai miei figli e a mia sorella Kely, siamo stanchi. Non è in terapia intensiva, è in una stanza normale pertanto non è in pericolo ma solamente in cura. Finché è lì e respira il trattamento per il cancro funziona eccome. Non ce la faccio più! Sui social molte persone gli scrivono “riposa in pace” ma non è giusto. Un giorno accadrà ma non è questo il momento”.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969