Connect with us
Bremer Milan, ecco perché è il sostituto ideale di Kjaer

Calciomercato

Bremer è il sostituto ideale di Kjaer: il motivo

Pubblicato

:

Milan, la porta è ben coperta per il futuro. E lo devi a Jungdal

L’infortunio di Simon Kjaer ha spiazzato tutto l’ambiente rossonero: società, squadra, tifosi. Maldini e Massara, dopo aver saputo dei tempi di recupero del danese, stanno ragionando su un eventuale acquisto. Anche Stefano Pioli, in conferenza stampa prima della Salernitana, aveva lasciato intendere la volontà di operare sul mercato. Tra i tanti nomi che sono usciti quello più insistente è stato sicuramente Gleison Bremer al Milan.

Bremer-Milan, la stagione del brasiliano

Bremer, classe 1997, è in Serie A dal 2018, anno in cui il Torino lo ha acquistato per 5.8 milioni dall’Atletico Mineiro. Ha faticato all’inizio ad entrare negli schemi, ma poi grazie al lavoro con Walter Mazzarri è fiorito in maniera importante e quest’anno sta trovando la sua consacrazione.

Roccioso, veloce e tecnico: sono queste alcune delle sue caratteristiche principali. In Italia ha sviluppato molto la parte tecnica, infatti ha una precisione passaggi dell’81% in questa stagione. Inoltre, a certificare la sua grandissima stagione, alcuni dati: primo per intercetti, per duelli vinti, per duelli aerei vinti e per palloni recuperati. Grazie a Juric ha sviluppato una grande abilità nell’anticipo dell’uomo, qualità fondamentale per il gioco dell’allenatore croato.

Come si inserirebbe negli schemi dei rossoneri?

Anche se si è sviluppato in una difesa a tre, prima come braccetto laterale e poi come centrale, potrebbe trovarsi a suo agio nel sistema dei rossoneri. Il Milan di Stefano Pioli gioca molto con la difesa alta, per questo motivo servono difensori veloci e Bremer lo è assolutamente. Tomori, ad esempio, riesce a rendere molto bene grazie alla sua velocità ed al suo dinamismo.

La richiesta del Torino per lasciarlo andare si aggira sui 15 milioni di euro: cifra abbordabile. Oltre ai rossoneri, si erano interessate anche Inter e Liverpool. L’interesse dei Reds certifica l’utilità del brasiliano per il Milan, perché anche Klopp produce un pressing con difesa alta.

Staremo a vedere in che modo verrà sostituito Simon Kjaer, ma sicuramente la figura di Gleison Bremer è da tenere in considerazione. Inoltre, la dirigenza rossonera ha un ottimo rapporto con il club granata, viste le operazioni passate, Pobega e Rodriguez le più recenti.

(Fonte immagine in evidenza: diritto Google creative Commons)

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calciomercato

Marotta e Ausilio alla ricerca degli eredi di Acerbi e De Vrij: i possibili candidati

Pubblicato

:

Marotta e Ausilio a caccia di difensori

MAROTTA E AUSILIO A CACCIA DI DIFENSORI – Alla base dei ripetuti successi dell’Inter in questa stagione c’è anche un reparto difensivo collaudato e affidabilissimo, capace di concedere appena 12 gol nell’intero campionato fin qui, e di ridurre talvolta Yann Sommer a spettatore non pagante. I nerazzurri tuttavia, non possono permettersi di adagiarsi sugli allori, tant’è che la dirigenza interista sta già iniziando a programmare il futuro del pacchetto arretrato; Acerbi De Vrij (entrambi in scadenza a giugno) del resto non sono eterni, e occorrerà individuare qualche profilo anagraficamente più appetibile rispetto ai due veterani.

MAROTTA E AUSILIO A CACCIA DI DIFENSORI

Come riporta Tuttosport, nel solco della tradizione recente dell’Inter, la priorità spetterebbe a due prodotti nostrani, ossia Buongiorno Scalvini, il cui prezzo sembra potenzialmente fuori scala per il budget a disposizione di Marotta Ausilio. Questi ultimi potrebbero dunque investire su profili meno affermati, ma più giovani ed economici quali Leny Horo (classe 2005 del Lille) e Jorrel Hato (nato nel 2006, in forza all’Ajax).

Continua a leggere

Calciomercato

ESCLUSIVA – Bia, ag. Cambiaso: “La Juve lo considera incedibile. Rinnovo? Se ne parla l’anno prossimo”

Pubblicato

:

esclusia Bia cambiaso

ESCLUSIVA AG. CAMBIASO BIA – Giovanni Bia, ex calciatore di Serie ASerie B Ligue 1, è un agente di spicco del panorama europeo. Proprietario dell’agenzia BC Group, gestisce le prestazioni sportive di giocatori quali Andrea Cambiaso, esterno della Juventus, e Federico Ravaglia, estremo difensore del Bologna.

L’agente si è focalizzato sulle voci di mercato che hanno accostato l’esterno azzurro al Real Madrid e sugli sviluppi della carriera del giocatore, spaziando dal tema Nazionale fino a discutere della possibile estensione del contratto in bianconero. Di seguito riportata l’intervista esclusiva di Giovanni Bia ai microfoni di Numero Diez.

ESCLUSIVA BIA – SU CAMBIASO 

Nelle scorse settimane sono circolate voci di un possibile interessamento del Real Madrid su Cambiaso. Ci sono stati contatti fra le parti che vi hanno coinvolto?

“Difficile rispondere in questo momento della stagione, ma so che piace. Ci sono stati interessamenti anche da altre squadre, anche durante la finestra di mercato di gennaio, ma la Juve lo considera incedibile“.

Essendo considerato incedibile, ci sono evoluzioni in merito al rinnovo di Cambiaso con la Juventus a breve?

“Al momento no. È ancora presto per parlarne, siccome ha ancora 3 anni e mezzo di contratto. Se ne riparlerà direttamente l’anno prossimo“.

Pare che mister Allegri stia testando un nuovo ruolo per lui, ossia la mezzala. In che modo il ragazzo sta affrontando questo cambiamento? Lei, da agente ed ex giocatore, come lo valuta in quella posizione?

“Secondo me è un giocatore capace di giocare in altri ruoli. Ovviamente lui si mette a disposizione di ogni esigenza momentanea della Juventus. Quindi, sta vivendo questa situazione serenamente. Giocherebbe anche in porta pur di scendere in campo con la maglia bianconera. Questa nuova opportunità è ottima, cosicché impara a fare anche un altro ruolo”.

Che emozioni può regalarci il duello Cambiaso-Kvaratskhelia, tra due giovani prospetti del nostro campionato?

“Se Cambiaso dovesse giocare da esterno, sarà una grandissima partita, tra due giocatori di grande talento e qualità. Ciò gioverà al pubblico presente allo stadio o da casa, perché si affrontano due elementi di grande spessore. Secondo me fra qualche anno li vedremo entrambi a livelli mondiali importanti, anche in Nazionale”.

Quali sono le sensazioni di Cambiaso in merito a una possibile convocazione in Nazionale in vista di Euro2024

“C’è tanta speranza. Lui conta di raggiungere i suoi obiettivi, ed essere convocato agli Europei è uno di questi. Potrebbe essere una carta importante vista la sua duttilità di ruolo, perché è utile da terzino destro, terzino sinistro e da mezzala. Speriamo che mister Spalletti, il quale è molto attento a queste caratteristiche, lo inserisca in lista. Per Cambiaso sarebbe sicuramente una grande soddisfazione”.

ESCLUSIVA BIA – SU RAVAGLIA

In che modo Ravaglia sta vivendo l’alternanza con Skorupski al Bologna?

“È molto felice dell’andamento della stagione. Effettivamente, a inizio anno era un <<secondo tranquillo>>. Adesso, invece, è un <<secondo rompiscatole>>, che si alterna con il primo. Credo che questo fosse anche l’obiettivo del Bologna e speriamo che mister Motta continui a dargli varie possibilità. Ravaglia ha dimostrato di meritarsele”.

Secondo lei, Ravaglia merita il posto da titolare a Bologna o altrove?

“Per la mia opinione, ha confermato di avere tutte le qualità per poter giocare senza problemi in questa categoria. Starà al Bologna valutare la possibilità di promuoverlo a titolare oppure concedergli opportunità di trovare spazio altrove. Però, il club crede molto nel ragazzo e mi auguro che possa puntare anche in futuro sul ragazzo per farlo diventare uno dei giovani prodotti dal settore giovanile, rendendolo titolare in pianta stabile”.

Continua a leggere

Calciomercato

Il piano dell’Inter per il mercato in uscita della prossima estate

Pubblicato

:

Emil Audero portiere Inter Serie A Coppa Italia Champions League

L’Inter si sta avvicinando a grandi falcate alla conquista del campionato e, dopo la vittoria dell’andata degli ottavi contro l’Atletico Madrid, si conferma una delle candidate al raggiungimento della finale di Champions League. I nerazzurri e in particolare l’Amministratore Delegato Beppe Marotta stanno però già lavorando in vista della prossima stagione.

Mentre la squadra ha praticamente chiuso il discorso scudetto, l’AD nerazzurro ha chiuso i primi due colpi di mercato per il prossimo anno. Infatti, l’Inter ha bloccato già da qualche settimana Piotr Zielinski e Mehdi Taremi, entrambi a parametro zero, rispettivamente da Napoli e Porto.

Come evidenziato da La Gazzetta dello Sport, i nerazzurri potrebbero avere già praticamente chiuso il mercato in entrata, soprattutto se non dovessero esserci delle cessioni eccellenti, come accaduto lo scorso anno con Onana, passato al Manchester United. Infatti, l’unica situazione da risolvere in entrata potrebbe essere quella legata al vice Sommer. Emil Audero è in prestito dalla Sampdoria e il riscatto è fissato a 6,5 milioni di euro. Una cifra che al momento difficilmente l’Inter deciderà di spendere.

Se Audero non dovesse essere riscattato, non sarebbe comunque l’unico giocatore della rosa a salutare l’Inter in estate. Infatti, sempre secondo La Gazzetta dello Sport, anche Sensi, Klaassen e Sanchez non continueranno in nerazzurro. I due centrocampisti e l’attaccante cileno sono in scadenza di contratto e ad oggi sembra essere praticamente impossibile un loro rinnovo.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

UFFICIALE – Joao Moutinho rinnova con il Braga per un’altra stagione

Pubblicato

:

Portogallo, in foto: Joao Moutinho, Bruno Fernandes

Una carriera cominciata professionalmente nel 2004 e contraddistinta da più di 800 partite giocate ai massimi livelli: Joao Moutinho continuerà a giocare a calcio. Il Braga, tramite un post sui social, ha ufficializzato il rinnovo del classe ’86, che sarà dunque sui campi da gioco anche nella stagione 2024/2025.

 

“Come il buon vino“, dice il club. Caption azzeccata. Moutinho ha ottenuto il maggior numero di presenze con lo Sporting Lisbona, la squadra che lo ha lanciato nel grande calcio. 244 gare con il club portoghese condite da 30 gol e 29 assist. Dopo appena un anno dall’esordio in prima squadra, nel 2005 Joao conquista la chiamata in nazionale maggiore, con il Portogallo, con cui giocherà 146 partite vincendo, nel 2016, l’Europeo contro la Francia.

Come ultima squadra della carriera, Joao Moutinho ha scelto il Braga, con cui ha giocato finora 33 partite. Così il Braga qualche minuto fa ha ufficializzato il suo rinnovo:

João Moutinho ha rinnovato il contratto con l’SC Braga e ha firmato fino al 2025. Nome indelebile nel calcio portoghese e uno dei giocatori di spicco di questa stagione nella nostra squadra, il 37enne centrocampista ha giocato 33 partite nel 2023/24, realizzando, finora, 3 gol e un assist.João Moutinho resterà al Gverreiro almeno per un’altra stagione, presentandosi come un altro “rinforzo” per il 2024/25″.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969