Connect with us

Generico

Brescia, una squadra alla rincorsa della Serie A

Pubblicato

:

Ad inizio stagione, incalzato sulla possibilità di effettuare i playoff di Serie B, il presidente del Brescia Massimo Cellino aveva replicato affermando che l’obiettivo concreto della stagione rimaneva la salvezza. Obiettivo che, ad oggi, la sua squadra sta certamente maturando. Tuttavia, giunto a questo punto in classifica, ovviamente le ambizioni iniziano a diventare differenti. Il Brescia si ritrova infatti a guidare la classifica di B, un punto avanti al Palermo, con il peso del destino tutto nelle proprie mani. Riusciranno i ragazzi di Corini a mantenere un certo target di rendimento? Oppure inizieranno a lasciare alcuni punti per strada, aprendo la strada ad altre compagini nella corsa alla promozione diretta?

LA STAGIONE

Immagine correlata

L’inizio di stagione per la società lombarda si è rivelato sin troppo negativo. La prima partita ufficiale termina in vittoria solo a seguito dei calci di rigore in Coppa Italia contro la Pro Vercelli. Nel terzo turno del trofeo nazionale, dopo 120 minuti, eliminati dal Novara, compagine che non sta facendo la differenza nemmeno in Serie C. Nei primi quattro scontri di campionato, il Brescia totalizza la miseria di tre punti, bottino troppo magro per una squadra che vorrebbe interfacciarsi anche leggermente al di là della classica permanenza in serie cadetta.

Dopo la terza giornata, il presidente decide di esonerare David Suazo, personalità di certo arrembante ma con evidenti lacune tecniche. Mai prima di allora l’ex attaccante dell’Inter si era ritrovato a dover gestire un gruppo di tale caratura. Al posto di Suazo, subentra Corini, allenatore di grande esperienza che attua la svolta decisiva al campionato

Risultati immagini per eugenio corini brescia

Con il tecnico bresciano alla guida, la squadra inizia ad ingranare ed arrivano i primi risultati positivi. 2-1 al Palermo, 4-2 all’Hellas Verona, 3-1 alla Salernitana, 2-1 al Lecce. Risultati contro corazzate costruite apposta per l’ottenimento della promozione diretta. Vittorie sintomatiche, che testimoniano il bel calcio che Eugenio sta trapiantando a Brescia. In 20 partite è riuscito a raggiungere ben 11 vittorie, 8 pareggi ed una sola sconfitta, accorsa contro il Venezia per 2 a 1. Inoltre, ad oggi il Brescia è il miglior attacco del campionato, con 50 reti effettuate, ben 13 in più del Lecce, seconda miglior compagine in zona gol. Qualche lacuna invece c’è a livello difensivo. La squadra ha subito 31 reti, 12 in più rispetto al Palermo, miglior difesa del campionato. Un tecnico che di certo non si può definire rivoluzionario, ma che tramite una semplice idea di gioco sta portando degli automatismi alla propria squadra che da tanto, forse troppo tempo mancavano.

GLI INTERPRETI PRINCIPALI

Immagine correlata

Il tecnico di Bagnolo Mella, per il suo Brescia, dopo alcuni test iniziali ha virato sull’utilizzo periodico del 4-3-1-2. Pur avendo comunque una sua impronta tattica ben precisa, l’allenatore permette ai tre giocatori offensivi della squadra una certa libertà di movimento. Ciò spesso comporta una gran confusione per la difesa avversaria, che si ritrova molte volte in inferiorità numerica. Un profilo che garantisce alla squadra geometrie di gioco eccelse è di certo Sandro Tonali. Calciatore appena diciottenne ma che sembra giocare con un’intelligenza ed una naturalezza tale da dimostrarne quantomeno dieci in più. Negli ultimi tempi, Mancini e tanti dirigenti di top club italiani (e non) hanno notato il ragazzo, aspettando il prosieguo della stagione per ottenere le opportune deduzioni. Giocando in cabina di regia, ha già regalato ai compagni 5 assist e messo a referto 2 gol, bottino non indifferente per un giocatore del suo ruolo.

Risultati immagini per alfredo donnarumma brescia

Altro profilo fondamentale risponde al nome di Alfredo Donnarumma. Dopo un’egregia stagione con l’Empoli, Cellino ha scelto di acquistare il ragazzo. Una mossa di un’astuzia finissima, dato che Alfredo sta replicando la fiducia del patron sardo a suon di gol. 23 reti e 4 assist in 21 apparizioni. Una media realizzativa di un gol ogni 76′, tra le migliori in Europa. Il suo partner offensivo risiede generalmente in Emanuele Torregrossa. Anche per lui un campionato florido, con numeri però che attestano la sua umanità. 9 gol e 6 assist in 18 presenze. A completare il trio offensivo, in genere agisce lo slovacco Nikolas Spalek. Prelevato dal MSK Zilina per 1 milione e mezzo, il trequartista sta dimostrando caratteristiche tecniche intriganti.

Immagine correlata

Il perno difensivo della squadra è senza troppi dubbi Simone Romagnoli. Ex Carpi e Bologna, Simone è un calciatore di estrema esperienza, con ben 45 apparizioni in Serie A. Attualmente è di proprietà dell’Empoli che non puntando sul ragazzo ha deciso di cederlo in prestito alla società lombarda. Un solo gol in campionato, ma una sicurezza tale da renderlo uno dei migliori difensori del campionato.

IL CAMBIO DI PROPRIETÀ

Risultati immagini per MASSIMO CELLINO BRESCIA

Il 10 agosto del 2017 l’ex presidente di Cagliari e Leeds United, Massimo Cellino, rivelava il Brescia Calcio per un totale di 6.5 milioni di euro, più 3 milioni in caso di promozione in Serie A. Solamente nel giro di un anno crea un centro sportivo di proprietà e rinnova lo stadio Mario Rigamonti. Cellino non crea però solamente delle forti basi strutturali, fa molto di più.

In poco più di un anno, investe ingenti cifre nel mercato, per la creazione di una rosa che possa essere il più competitiva possibile. Un compito di certo arduo, ma che al Presidente riesce perfettamente. Sta portando una realtà, rassegnata oramai all’anonimato nel campionato cadetto, ad avere un certo status ed una certa stabilità finanziaria. Tutto questo attuato solamente in due stagioni. Certo ancora è sin troppo prematuro sbilanciarsi ed azzardare previsioni, ma qualora la squadra dovesse riuscire ad approdare in A, di certo non sarà una mera comparsata.

Cellino è sicuramente un uomo estremamente esperto e profondo conoscitore del gioco. Sa perfettamente quale stratagemma adottare per far ritornare il Brescia ai fasti di un tempo. Con una presidenza così, di certo tutto diventa più agevole.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Barcellona, interesse per Onana: le ultime

Pubblicato

:

Onana

Il Barcellona, nonostante i problemi riguardo alla liquidità, agirà sul mercato di gennaio: sono infatti tanti i nomi di Inter e Milan e che piacciono al club blaugrana.

BARCELLONA-MILANO: ASSE CALDO

Al Barcellona piacciono tanti nomi dell’Inter: si comincia da Lautaro e Skriniar concludendo con Brozovic. Ma non si ferma qui, infatti passando all’altra parte di Milano piacciono molto sia Rafael Leao, che Bennacer.

Secondo Tuttosport, però, l’obiettivo principale del Barcellona per gennaio è un portiere che faccia da vice a Ter Stegen: tutti gli indizi portano ad Onana. L’ex Ajax è un obiettivo concreto dei blaugrana, che stanno preparando un piano per sferrare l’attacco finale a gennaio.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Tata Martino non è più il CT del Messico: le ultime

Pubblicato

:

Messico

Nonostante la vittoria del Messico ieri sera, ormai l’esperienza di Gerardo Martino sulla panchina della Nazionale Messicana sta per volgere al termine. Decisiva sembra essere stata infatti la non qualificazione agli ottavi di fiamme dei Mondiali in Qatar.

MESSICO-TATA MARTINO: È FINITA

Lo ha confermato lo stesso Tata Martino ieri sera dopo la partita con l’Arabia Saudita:

Dovrò trovarmi un altro futuro, la mia esperienza sulla panchina del Messico è terminata quando l’arbitro ha fatto il triplice fischio. Il mio contratto con la Nazionale termina qua”.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

La Francia non ci sta: reclamo alla FIFA dopo la rete annullata a Griezmann

Pubblicato

:

Francia

Nonostante la Francia fosse già passata, non sono mancate le polemiche ieri pomeriggio al termine del match tra francesi e Tunisia valida per l’ultima partita ai gironi di Qatar 2022. Ha aperto la gara Khazri a cui aveva risposto Griezmann al 98’, ma già al termine della gara l’arbitro ha preso la decisione di annullare la rete  francese. 

POLEMICHE FRANCESI

Secondo quanto riportato dal quotidiano inglese The Mirror, la Federazione Francese è pronta a fare ricorso alla FIFA in segno di protesta per l’annullamento alla rete di Griezmann.

Infatti, al direttore di gara di ieri era stato detto di annullare la rete dell’attaccante dell’Atletico Madrid causa fuorigioco. Ma le regole stabiliscono che un gol non si può annullare a partita già terminata.

Se il gioco è stato interrotto e ripreso, l’arbitro può solo intraprendere una “revisione” e prendere la sanzione disciplinare appropriata, per identità errata o per un potenziale reato di espulsione relativo a condotta violenta, sputi, morsi o estremamente offensivo, offensivo e/o azioni abusive”, si legge nelle regole del gioco dell’IFAB.

In ogni caso la partita di ieri è stata vinta dalla Tunisia, che causa vittoria dell’Australia sulla Danimarca, non è comunque riuscita a passare i gironi della Coppa del Mondo.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Il Messico saluta i Mondiali dopo i gironi: non accadeva dal 1978

Pubblicato

:

Messico

Negli ultimi decenni si era diffusa la convinzione che la Nazionale del Messico fosse perseguitata dalla cosiddetta “maldiciòn del quinto partido“, ossia “la maledizione della quinta partita”, che, ai Mondiali, coincide con i quarti di finale, e che il Tricolor non raggiunge dal lontano 1986.

Dopo la mancata qualificazione a Italia ’90, dunque, ebbe inizio per il Messico una lunga serie di eliminazioni agli ottavi di finale, protrattesi per ben 7 edizioni del torneo: la serie è partita da Usa ’94 ed è terminata a Russia 2018. La vittoria di stasera contro l’Arabia Saudita, la prima per la squadra del Tata MartinoQatar 2022, non ha tuttavia evitato la precoce eliminazione ai gironi di Ochoa e compagni. Nonostante avessero gli stessi punti della Polonia, i messicani non hanno potuto prolungare la propria avventura in Qatar in virtù della differenza reti inferiore a quella dei biancorosssi.

Se consideriamo che ai Mondiali del 1982 il Messico non si è qualificato, l’ultima eliminazione in cui gli Aztecas non hanno superato i gironi di un Mondiale risaliva a più di quarant’anni or sono: parliamo dei Mondiali del 1978 in Argentina.

 

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969