Connect with us
Per il Brescia è il momento di reagire: alle 15.00 arriva la SPAL

Flash News

Per il Brescia è il momento di reagire: alle 15.00 arriva la SPAL

Pubblicato

:

Brescia

Sfida interessante in arrivo per il Brescia di mister Pep Clotet, pronto ad accogliere al Mario Rigamonti una SPAL a caccia di rivalsa. Le Rondinelle vengono da un pareggio a reti bianche contro la Ternana maturato nell’ultimo match prima della sosta per le gare internazionali. L’attuale bottino di 20 punti certifica la presenza tra le prime otto della classe, posizionamento che se dovesse esser mantenuto fino al termine della stagione porterebbe la squadra a giocarsi la promozione nei play-off. Tuttavia, l’andamento piuttosto altalenante dimostrato dalla formazione lombarda in questa prima fase del torneo non lascia spazio a pronostici a lungo termine.

Dopo un grande sprint iniziale, caratterizzato da 5 vittorie nelle prime 6 gare della Serie B 2022/23, la fiamma sembra essersi leggermente affievolita. Sebbene siano arrivati punti importanti contro compagini oggettivamente più attrezzate – basti pensare al pareggio contro il Genoa nella bolgia di Marassi, ottenuto grazie alla zampata di Cistana al 94′ – serve trovare maggiore equilibrio. Le squadre che ambiscono ad un piazzamento play-off sono parecchie e servirà pedalare duro fino al termine del campionato. I tre punti mancano da fin troppo tempo, dalla vittoria di misura contro il Benevento di metà settembre. E la gara di domenica potrebbe dare la svolta che servirebbe all’intero ambiente per tornare a galoppare.

Guai però a pensare che la SPAL possa essere un ostacolo facilmente valicabile. Specialmente dopo il cambio di timoniere, con il passaggio di consegne tra Venturato e De Rossi, gli estensi sembrano aver trovato maggior consapevolezza. Dall’approdo in panchina dell’ex capitano della Roma, le prime tre partite lontano dalle mura amiche non hanno regalato gol. Un dato che non deve rincuorare, ma deve anzi allarmare il Brescia, poiché gli avversari proveranno di tutto per trovare la via della rete e per scacciare ogni possibile fantasma.

BRESCIA-SPAL: DUBBI E SICUREZZE PER CLOTET

Non sono pochi gli interrogativi che hanno accompagnato Josep Clotet nel corso della preparazione al match di domenica contro la SPAL. In occasione della sfida contro il proprio passato – il tecnico ha allenato gli estensi nella prima metà della stagione 2021/22 – le incertezze di formazione, specialmente nelle retrovie, non sono indifferenti.

Nelle ultime sedute presso il centro sportivo di Torbole sono state prese in esame alcune pedine di ricambio che potrebbero trovare spazio in campo. Oltre a Fran Karacic, laterale difensivo di destra attualmente ai Mondiali in Qatar con la sua Australia, anche Luca Lezzerini sarà assente. Il portiere classe 1995 è stato espulso per aver protestato con eccessiva veemenza nei confronti dell’arbitro nel rocambolesco finale di Brescia-Ascoli. La squalifica di due giornate comminata nei confronti dell’ex Venezia lascia nuovamente spazio ad Andrenacci.

Un’altra assenza pesante che ormai risulta quasi certa è quella di Andrea Cistana. Il centrale classe ’97 si è allenato a parte e difficilmente riuscirà ad unirsi alla spedizione odierna. Medesima sorte per il francese Matthieu Huard: ennesimo grattacapo per mister Clotet, che sarà dunque costretto a disegnare una difesa del tutto inedita.

Le preoccupazioni per le difficoltà di formazione, oltre alle vicissitudini societarie dell’ultimo periodo, dovranno essere accantonate per 90 minuti: alle 15.00 sarà il campo a parlare. Vedremo se la Leonessa avrà la determinazione e la tempra necessaria per tornare a ruggire davanti ai propri sostenitori.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Champions League

Yamal da record: è il più giovane a giocare una gara ad eliminazione diretta in Champions League

Pubblicato

:

YAMAL – Lamine Yamal è forse il baby fenomeno più chiacchierato, il giovane talento che ha già infranto un numero impressionante di record. Il classe 2007 è uno dei gioiellini della cantera del Barcellona, che si sta ricostruendo proprio sulla sua base storica. Tra i tanti giocatori che stanno uscendo, ogni stagione, dalla seconda squadra blaugrana, Yamal è solamente il più talentuoso, oltre che, al momento, il più giovane.

Questa volta però il brillante esterno d’attacco non ha dovuto fare altro che scendere in campo. Con la sua presenza dal primo minuto nella partita tra Napoli e Barcellona, allo Stadio Maradona, Yamal è diventato il giocatore più giovane di sempre a partecipare ad una partita della fase ad eliminazione diretta della UEFA Champions League. I record che sta rompendo, nel tempo, lo stanno facendo entrare giorno dopo giorno nella storia del calcio. Nonostante l’addio a fine stagione, Yamal è stata la migliore intuizione di Xavi.

A 16 anni e 233 giorni, il gioiellino del Barcellona è diventato il giocatore più giovane di sempre a partecipare ad una partita della fase ad eliminazione diretta della UEFA Champions League, superando Warren Zaire-Emery, sceso in campo la scorsa stagione a 16 anni e 343 giorni. La gara in questione fu PSG-Bayern Monaco, terminata per 0-1 in favore dei bavaresi con rete di Coman.

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

FLASH – Lewandowski gela il Maradona: 0-1 Barcellona al 60′

Pubblicato

:

Juan Jesus e Lewandowski, giocatori di Napoli e Barcellona, Serie A, La Liga, Coppa Italia, Champions League, EURO2024

Ecco il gol del vantaggio del Barcellona al Maradona. 0-1 più che meritato per gli uomini di Xavi e a segnare è il solito Robert Lewandowski. Difesa del Napoli non perfetta nelle letture difensive, con Pedri che serve tra le linee al limite dell’area il bomber polacco, poi abilissimo a girarsi, ad aspettare l’intervento di Di Lorenzo e a tirare con estrema precisione all’angolino basso alla destra di Meret, incolpevole.

Ora necessari dei cambi per Calzona, per provare ad abbozzare una reazione e non rendere totalmente arrendevole la prestazione del suo Napoli questa sera.

Continua a leggere

Europa League

L’allenatore del Feyenoord Slot: “Giocare senza sostegno è difficile”

Pubblicato

:

Arne Slot, allenatore del Feyenoord - Eredivisie, Europa League

Il tecnico del Feyenoord, Arne Slot, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della gara di ritorno dei playoff di Europa League tra Roma e Feyenoord. Il tecnico olandese si è soffermato sui recuperi di alcuni giocatori importanti, sul rendimento della sua squadra in trasferta e sull’atmosfera che si respirerà all’Olimpico. Di seguito le parole di Slot:

PASSATO – “Si tratta di uno stadio e di un ambiente che conosciamo bene ormai. Speriamo di avere più fortuna rispetto agli scorsi anni e di aver imparato la lezione dal passato”.

PREPARAZIONE – “Abbiamo lavorato su tutto: impostazione, pressing e finalizzazione. Quest’ultima cosa non è mai stato un nostro problema, visto che nelle ultime 19-20 partite abbiamo sempre segnato. L’1-1 non è sicuramente il risultato ideale con cui presentarsi, ma è tuto sommato un risultato positivo“.

RECUPERI – “Se Geertruida e Timber dovessero recuperare dagli infortuni rappresenterebbero due innesti importantissimi. Ci tengo comunque a dire che giocheranno solo se in buone condizioni. Non vogliamo correre rischi“.

RIFINITURA – “L’abbiamo fatta a Rotterdam perché conosciamo lo stadio e perché ci sentivamo più liberi di lavorare, senza il timore di telecamere o altre distrazioni“.

TRASFERTA – “Giocare in casa o meno ha una grande influenza su tutte le squadre, noi compresi. Abbiamo perso molte partite in trasferta e domani sarà ancora più difficile senza i nostri tifosi, che non potranno essere a Roma“.

AMBIENTE – “Concordo con De Rossi sul fatto che partiamo alla pari. La differenza però è che loro hanno uno stadio pieno di tifosi che li sostengono. Ci saranno più di 70mila spettatori; dovremo essere molto bravi. I miei giocatori però non si faranno influenzare dall’ambiente; spero facciano lo stesso gli arbitri“.

Continua a leggere

Europa League

L’allenatore del Rennes Stephan: “Ci servirà un po’ di follia”

Pubblicato

:

Julien Stephan, allenatore del Rennes - Ligue 1, Europa League

Alla vigilia della gara di ritorno dei playoff di Europa League tra Milan e Rennes, il tecnico dei francesi, Julien Stephan, ha parlato in conferenza stampa della partita di domani. Di seguito vi proponiamo le dichiarazioni di Stephan:

OBIETTIVO – “Daremo tutto fino alla fine, giocandoci le nostre carte. Non sarà chiaramente una partita normale per noi vista la situazione di punteggio. Il nostro obiettivo è creare i presupposti e le condizioni per una partita confusionaria, inserendo elementi caotici e irrazionali. Solo così avremo le nostre chances“.

GOL – “Al momento non stiamo pensando ai gol da recuperare o a quanti dovremo farne. Ci stiamo concentrando su come animare la partita e renderla un po’ caotica. Ci vorrà un po’ di sana follia. Loro sono più forti e lo hanno dimostrato all’andata, per questo non funzionerà giocare una partita convenzionale. Se invece la portiamo su un altro binario, potrebbe venire su l’atmosfera giusta. Dovremo iniziare subito aggressivi, cercando di trovare il gol dopo pochi minuti. Sappiamo di affrontare una squadra solida ed esperta, ma cercheremo di costruirci la nostra fortuna“.

CONDIZIONE – “Ovviamente un po’ di stanchezza c’è, ma non mi sembra che le gambe siano pesanti. Domani sarà una partita intensa, da Champions League, e domenica avremo un’altra partita importante. Le affrontiamo una alla volta“.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969