Ne abbiamo parlato in un articolo qualche mese fa, sottolineandone l’incredibile continuità e l’esponenziale crescita fatta registrare nella stagione passata e Bruno Fernandes, in questi primi mesi di stagione, non ha deluso le aspettative che avevamo riposto su di lui.

NUMERI CHE PARLANO CHIARO

Lo avevamo lasciato appeso al filo del mercato a fine agosto, quando la corte dello United da spietata si era fatta flebile fiammella e la sua carriera era proseguita in Portogallo, alla corte dello Sporting, facendogli vestire la maglia verdebianca dopo una stagione fatta di 32 goal e 28 assist in 53 partite giocate a Lisbona. Un exploit che rispetto alle stagioni precedenti non era pronosticabile, ma che oggi si sta rivelando qualcosa in più di una semplice annata sopra le righe.

Fonte immagine: profilo IG @Trasfermarkt

Oggi i suoi numeri ci parlano di un trascinatore a tutto tondo della squadra: leader emotivo e tecnico che in sedici partite stagionali ha messo a segno nove goal e sei assist, ha partecipato al 62 per cento dei goal della squadra in Primera Liga e giocato da titolare il 90 per cento dei minuti a disposizione della squadra allenata da Silas. In una stagione complicata e diversa dalla normalità in cui il Famalicao sta rompendo l’equilibrio composto dal trio supremo del calcio portoghese, Bruno Ferndandes sta tenendo a galla lo Sporting, oggi al quarto posto in classifica, raggiungendo la propria maturità.

BRUNO FERNANDES PARA SIEMPRE

A venticinque anni dunque e con una stagione simile alle spalle, Bruno Fernandes si candida a divenire il prossimo craque del calcio europeo consacrandosi a certezza e svestendo i panni di stella cometa. Un’apparizione fugace, questo si pensava della sua stagione pazzesca fatta registrare sui tabelloni di tutto il Portogallo. Ma oggi, con un contratto rinnovato fino al 2023 e una centralità totale nella squadra di Lisbona, la strada sembra ormai tracciata per vederlo indossare la maglia del grande giocatore non per una notte o per una sola stagione, ma per una carriera su alti livelli.

Fonte immagine: profilo IG @BrunoFernandes

Fonte immagine di copertina: profilo IG @BrunoFernandes