Con la sosta per le nazionali alle spalle, riprendono tutti i campionati europei, tra cui, ovviamente la Bundesliga. La dodicesima giornata si apre con l’anticipo tra Borussia Dortmund e l’ultima in classifica Paderborn. La capolista M’Gladbach, invece, andrà in trasferta a Berlino per battersi contro l’Union Berlino, mentre il Lipsia ospiterà il Colonia, penultima a soli 7 punti. Le altre inseguitrici, Bayern Monaco e Friburgo, andranno in trasferta rispettivamente contro Fortuna Dusseldorf e Friburgo.

SPETTACOLO A DORTMUND

Ad aprire le danze c’è l’anticipo del venerdì sera che vede scontrarsi Borussia Dortmund e Paderborn. Una partita spettacolare, terminata per 3-3, con i nerogialli che agguantano il pareggio in extremis, con una pazza rimonta nel secondo tempo. Partono fortissimo gli ospiti che trovano dopo soli quattro minuti il gol del vantaggio con Mamba, che tutto solo batte Bürki. Stessa scena che, poi, si ripete al 37′ con il centravanti che brucia in velocità Weigl Hummels, battendo di nuovo il portiere del Borussia. Passano altri sei minuti e il Paderborn cala il tris con Holtmann. Primo tempo disastroso per gli uomini di Favre, che vanno al riposo sotto di tre reti. Nel secondo tempo, però, i nerogialli entrano con un’altra mentalità e, in stile Champions League contro l’Inter, rimontano gli avversari. Subito Sancho accorcia le distanze al 46′, con un destro da centro area. All’83’ ci pensa Witsel a portare sotto di un gol i suoi, grazie ad un colpo di testa nell’area piccola. Il Borussia continua a spingere e trova il pareggio al 93′ con Marco Reus, che salva i suoi da una sconfitta che sembrava inevitabile dopo il primo tempo. Un punto che non permette agli ospiti di abbandonare l’ultimo posto in classifica, oggi occupato con 5 punti, mentre il Borussia sale a quota 20.

Fonte: profilo Instagram ufficiale del Paderborn

VITTORIE PESANTI

Il sabato di Bundesliga regala tanti gol ed emozioni, ma soprattutto è segnato da tante vittorie pesanti per la classifica. Su tutte quella del Bayern Monaco che, in casa del Düsseldorf, batte i padroni di casa per 0-4. La squadra guidata da Hans Flick, confermato da Rummenigge almeno fino a fine anno, costruisce il suo successo nel primo tempo. All 11′ i bavaresi passano in vantaggio con una rete di Pavard che, con un po’ di fortuna, devia in porta un tiro di Kimmich dalla distanza. Al 27′ arriva il raddoppio, grazie ad una leggerezza del portiere Steffen che permette a Müller di servire Tolisso, che segna la rete del doppio vantaggio. Il tris arriva al 34′ con un gol di Gnabry, servito da un Müller ancora una volta in veste di assist-man. Il definitivo poker arriva nel secondo tempo, al 70′, con Coutinho che da due passi non sbaglia. Vittoria facile per il Bayern, ma la vera notizia è che, per la prima volta dall’inizio di questo campionatoLewandowski non ha trovato il gol. Tuttavia, ha servito l’assist per la rete del 4-0. Con questo successo, la formazione bavarese sale al secondo posto in classifica a quota 24 punti, a -1 dal Borussia M’Gladbach capolista.

Fonte: profilo Instagram ufficiale del Bayern Monaco

Il solo punto che separa Bayern Monaco e M’gladbach viene fuori non solo dalla vittoria dei bavaresi, ma anche dal tonfo degli uomini di Marco Rose contro l’Union Berlino. La prima forza della Bundesliga, infatti, esce sconfitta dalla trasferta berlinese, contro una squadra in un ottimo periodo di forma. A portare il successo ai padroni di casa ci pensano Ujah, con un colpo di testa al 14′, e Andersson con una rete in pieno recupero del secondo tempo, ancora una volta con un colpo di testa da posizione molto ravvicinata. Un successo che consente all’Union Berlino di salire a quota 16 punti e di dare continuità al buonissimo rendimento delle ultime gare. Per i primi della classe, invece, arriva una sconfitta che permette alle inseguitrici di riavvicinarsi pericolosamente.

Un grande colpo, invece, arriva dallo Schalke 04 che, in casa del Werder Brema, batte i biancoverdi per 1-2. A portare in vantaggio gli ospiti ci pensa Harit, grande talento franco-marocchino, con un destro che finisce nell’angolino basso. Il raddoppio dello Schalke arriva nel secondo tempo, con una rete al 52′ di Raman che scaraventa un gran sinistro che batte Pavlenka. Tuttavia, i padroni di casa accorciano le distanze al 79′ con una conclusione ravvicinata di Osako, ma non basta al Werder per portare qualche punto a casa. Lo Schalke vola a quota 22 a soli tre punti dalla vetta. Resta, invece, a 11 il Werder Brema.

Importante colpo esterno anche per il Wolfsburg che, a Francoforte, batte l’Eintracht per 0-2. Nonostante i padroni di casa abbiano collezionato più opportunità, gli ospiti sono riusciti a sbancare la Commerzbank-Arena grazie alle reti di Weghorst che, di testa, al 18′, batte Wiedwald, e di João Victor che con un destro indirizzato nell’angolino basso porta il doppio vantaggio ai suoi. Una vittoria che permette al Wolfsburg di agganciare il Borussia Dortmund a quota 20 punti, mentre l’Eintracht resta a quota 17, allontanandosi dalla zona calda della classifica.

Arriva un pareggio, invece, tra Leverkusen Friburgo, dopo una partita ampiamente dominata dai padroni di casa. 1-1 il punteggio, con Höler che porta in vantaggio il Friburgo, dopo soli 4 minuti. Tuttavia, il Leverkusen spinge e gioca meglio, trovando il gol del pareggio con Moussa Diaby al 35′. Nonostante, però, l’inerzia della partita si sia spostata dalla parte degli uomini di Bosz, la partita non si smuove da questo punteggio, relegando i padroni di casa ad un pareggio che serve più al Friburgo. Infatti, con questo punto la squadra guidata da Streich resta al quarto posto. Il Leverkusen, invece, sale a quota 19, ma non entra ancora nelle zone che contano.

Fonte: profilo Instagram ufficiale del Borussia M’Gladbach

POKER E SECONDO POSTO

Il posticipo del sabato delle 18:30 vede il Lipsia affrontare un Colonia in grande difficoltà. Criticità che, però, non vengono superate, con gli uomini di Nagelsmann che calano il poker e battono i caproni per 4-1. Apre le marcature il solito Werner, sempre più proiettato verso l’Olimpo dei centravanti mondiali. Contribuiscono anche Forsberg, con una doppietta, e Laimer. Inutile la rete del momentaneo 3-1 di Czichos. Una vittoria meritata, conquistata con facilità che lancia il Lipsia al secondo posto, a pari punti con i Bayern Monaco e ad una sola lunghezza dal M’Gladbach. Sempre più buio, invece, il periodo del Colonia che resta fermo al penultimo posto, con il misero bottino di 7 punti.

Fonte: profilo Instagram ufficiale del Lipsia

TRA GOL E SORPRESE

La domenica di Bundesliga ci regala tanti gol, ma anche qualche sorpresa. Alle 15:30 l’Augsburg batte nettamente, tra le mura amiche, l’Hertha Berlino per 4-0. Per i padroni di casa arrivano due gol per tempo: Max Cordova nel primo, HahnNiederlechner nel secondo. Tre punti pesanti in ottica salvezza per l’Augbsurg, che, salendo a quota 13 punti, supera proprio l’Hertha, fermo a 11 punti.

Alle 18, poi, arriva la sfida clou di questa domenica: l’Hoffenheim ospita il Mainz. Una sfida pirotecnica, in cui arriva la sorprendente e nettissima vittoria degli uomini di Beierlorzer per 5-1. Un successo che risulta ancora più incredibile pensando al recente ottimo periodo di forma dei padroni di casa, che avevano collezionato sei vittorie di fila tra tutte le competizioni. Il Mainz, in vantaggio al 33′ con Öztunalı, è riuscito a dilagare nella ripresa nonostante l’inferiorità numerica per l’espulsione di Baku nel recupero del primo tempo. Prima l’autorete di Kaderabek, poi il gol Boëtius e infine la doppietta di Kunde Malong, portano al Mainz tre punti e una larga vittoria. Inutile la rete del momentaneo 1-3 di Kramarić. L’Hoffenheim dunque si ferma dopo tante vittorie, rimanendo a 20 punti, al pari di Dortmund e Wolfsburg. Un po’ di ossigeno, invece, per il Mainz che esce dalla zona rossa con i suoi 12 punti.

Fonte immagine di copertina: profilo Facebook ufficiale della Bundesliga