Dove trovarci
Burdisso

La nostra prima pagina

El bandido deja

El bandido deja

Nicolas Burdisso saluta il Genoa. 

ADIOS

“È arrivato il momento di ringraziare, salutare e continuare la mia strada. Sono stati più di 3 anni bellissimi ed emozionanti, vissuti da capitano e protagonista. Ringrazio tutti i tifosi, dal primo all’ultimo, perché siete voi il vero marchio di questa piazza. Ringrazio tutti miei compagni per tante battaglie, tanti momenti in campo e fuori, ringrazio il mister Ivan e la società, per la fiducia e la proposta a che io continuassi qui. Grazie, grazie e grazie”.

EL BANDIDO

Nicolas Burdisso o ‘El Bandido‘, come fu soprannominato dai tifosi durante le sue precedenti esperienze, è un difensore roccioso, un guerriero della retroguardia ed ormai veterano della Serie A in cui milita dal 2004, quando fu acquistato per 3.5 milioni di euro dall’Inter. Da quel 1° luglio 2004, poi, l’Italia è divenuta la sua seconda terra dove, tra una divisa e l’altra, ha sempre reso ardua la vita degli attaccanti. Il ragazzo di Altos de Chipión, difatti, vanta un palmarés di primo livello in cui spiccano 4 campionati italiani, 2 campionati argentini, 3 Coppe Italia, 2 Supercoppe Italiane, 3 Coppe Libertadores e 2 Coppe Intercontinentali; ed è proprio al palmarés ed all’esperienza dell’argentino che il Genoa decide di affidarsi quando, 3 anni e mezzo or sono, il 23 gennaio 2014, Nicolas Burdisso diviene un nuovo giocatore della rosa rossoblu. Da quel momento in avanti, il 36enne ex-Roma viene eletto punto fisso della retroguardia genoana, tanto da collezionare 119 presenze al servizio del club più antico d’Italia. La sua presenza, inoltre, contribuisce in maniera notevole alla crescita dei giovani che la società decide di affiancargli, quali, ad esempio, i difensori Ezequiel Muñoz ed Armando Izzo.

A seguito del termine di questa stagione, tuttavia, Burdisso ha deciso di non rinnovare il contratto in scadenza con il ‘Grifone‘, ritenendo opportuno continuare il proprio percorso da un’altra parte. A 36 anni, dunque, è lecito pensare che un ragazzo di origine sudamericana voglia fare ritorno in patria dove, in effetti, i tifosi lo chiamano a gran voce.

IL FUTURO

Nicolas Burdisso, tentato dall’opportunità di fare ritorno in patria già nel 2015, potrebbe difatti prendere in seria considerazione l’idea di legarsi, ancora una volta, al club che lo ha lanciato nel mondo del calcio: il Boca Juniors. Gli Xeneizes, orfani di un leader del calibro di Carlos Tevez, farebbero volentieri shopping in Serie A per sostituirlo: in tal caso, l’opportunità di non dover sborsare un centesimo per ingaggiare un giocatore del suo calibro, capita a fagiolo. In una fase ormai calante della sua carriera, d’altronde, la sua si rivelerebbe una scelta di cuore assolutamente comprensibile e per nulla opinabile; nonostante ciò, tuttavia, il ragazzo non chiude la porta all’interesse di altri club e si pronuncia così:

“Sarà la mia ultima partita con il Genoa, non so se nel calcio italiano. Pensiamo però alla serata, che sarà bella per tutti. Per me penso sia il momento migliore per salutare e ringraziare società e tifosi”.

La sensazione, dunque, è che la decisione definitiva riguardo al suo futuro non sia stata ancora presa; una cosa, però, è certa: chiunque ingaggerà ‘El Bandido‘ tra le proprie fila avrà la certezza di poter contare su di un leader, un veterano ed un giocatore che non farà mai mancare la propria esperienza quando richiesta.

 

 

 

 

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in La nostra prima pagina