Connect with us
Calciomercato, il nuovo mondo dei parametri zero

Calciomercato

Calciomercato, il nuovo mondo dei parametri zero

Pubblicato

:

Cavani

Il calcio sta cambiando, quante volte abbiamo sentito questa frase. Forse è così, è vero, ci si sta adeguando ai tempi, ed il covid e la crisi economica hanno accelerato il tutto. Soprattutto per quanto riguarda i trasferimenti tante cose sono mutate, basti guardare la lista degli svincolati a metà luglio. E’ onestamente strano vedere tanti calciatori di livello ancora senza squadra a meno di un mese dall’inizio della nuova stagione, con i ritiri già in corso. Dalla Legge Bosman del 1995, provvedimento che deliberò il passaggio della proprietà del cartellino dal club al calciatore, i nuovi idoli del gioco più amato al mondo hanno più libertà, ma anche le stesse società si stanno adeguando.

MENO SOLDI, PIU’ SVINCOLATI

La tendenza da qualche anno è oramai questa; i club propongono i rinnovi ai calciatori, gli stessi, sulla scia inflazionistica degli ultimi dieci anni, chiedono aumenti spropositati e commissioni ingenti, e le società rifiutano l’accordo e dicono addio al giocatore. Alzi la mano chi pensava, solo cinque anni fa, di trovare nella lista dei calciatori a parametro zero Pogba, Dybala, Messi o Marcelo. Impensabile. Eppure adesso è così, il mercato del futuro andrà su questa via, con le squadre che risparmieranno sui cartellini, ma dovranno compensare con gli ingaggi, un bilanciamento necessario per i nuovi innesti. Infatti, come detto in precedenza, la pandemia ha toccato duro i club, che adesso devono guardarsi bene dagli investimenti rischiosi, controllando minuziosamente le entrate e le uscite, con l’occhio vigile della UEFA, che ha imposto nuovi paletti per trovare il tanto agognato pareggio di bilancio. Questa nuova tendenza aiuta, però, anche i calciatori, perché è più facile trovare la squadra ideale senza accordarsi con il club, basta solo cercare l’intesa sul contratto da firmare, senza terze parti. Questa tendenza si acuirà sempre di più, aumentando inevitabilmente la potenza dei procuratori.

NOMI ILLUSTRI SULLA LISTA

Nell’elenco dei calciatori senza contratto a metà luglio troviamo Belotti, alla ricerca di una nuova avventura dopo l’esperienza al Torino; Monaco, Monza, Atalanta, tanti interessamenti, ma nessuna squadra si è realmente avvicinata al Campione d’Europa. Poi c’è Jesse Lingard, ex Manchester United, oltre 30 reti in Premier League; Luis Suarez, una delle punte più prolifiche e vincenti degli ultimi dieci anni; Isco, 5 Champions League in bacheca ed una vita al Real Madrid; Cavani, Diego Costa, Mertens, Marcelo, la lista è lunga, ma la tendenza è sempre quella: non conta il palmares o la carriera, bisogna contenere i costi, anche se sei un campione, bisogna trovare un compromesso economico. E’ strano che tutti questi top player, che fino a qualche anno fa erano contesi dai migliori club d’Europa, ora sono alla ricerca di una squadra che possa offrirgli un contratto.

Paolo Scaroni, presidente del Milan, ha lasciato andare Kessiè, Donnarumma e Calhanoglu per le richieste esagerate, ed è un esempio di sostenibilità, visto che ha risanato quasi totalmente il bilancio dei rossoneri. Il patron ha sintetizzato il nuovo modus operandi: “Il calcio è cambiato, perché la sostenibilità economica è una necessità per tutti. Se il giocatore fa richieste insostenibili, siamo disposti anche a perderlo a zero”.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Bundesliga

Musiala rifiuta il rinnovo col Bayern: interesse da due big di Premier League

Pubblicato

:

Il Bayern Monaco non sta vivendo una delle sue miglior stagioni, come testimoniato dal secondo posto in Bundesliga con 10 punti di distacco dal Bayern Leverkusen, oltre all’andata degli ottavi di Champions persa per 1-0 con la Lazio. Alla vigilia del match di ritorno con i biancocelesti, si torna a parlare del rinnovo di Jamal Musiala. Il talento 2003, sembra non esser convinto di voler proseguire la sua esperienza con il club bavarese, difatti sembrerebbe già aver rifiutato più di una proposta di rinnovo.

CHELSEA E MANCHESTER CITY SPINGONO PER MUSIALA

Il contratto del giovane fantasista scade attualmente nel 2026, ma la volontà sembrerebbe quella di lasciare la Germania per trasferirsi in Premier League. Secondo quanto riportato da Daily Star, per Musiala starebbero facendo sul serio due big del massimo campionato inglese. In particolare Manchester City e Chelsea, a lavoro per portarlo in Inghilterra già nella prossima stagione.

I NUMERI DI MUSIALA COL BAYERN

Nonostante la stagione no del Bayern Monaco, i numeri di Musiala coi bavaresi restano importanti. Il tedesco ha fin qui realizzato 9 gol in stagione, di cui 2 in Champions League e 7 in Bundesliga, e fornito 4 assist. Cresciuto nel settore giovanile del Bayern, fin qui il classe 2003 ha segnato ben 40 gol in 5 stagioni.

Continua a leggere

Calciomercato

Camarda non firmerà con il Milan a marzo: il piano dei rossoneri e le big che osservano

Pubblicato

:

Milan camarda

Fino a neanche troppo tempo fa, la prima firma della carriera da professionista di Francesco Camarda sembrava ormai cosa fatta. Come già saprete, i calciatori non possono firmare contratti prima del compimento dei 16 anni, e non possono sottoscrivere accordi di durata maggiore ai 3 anni fino al raggiungimento della maggiore età. Il piano originario del Milan consisteva dunque nell’aspettare la fatidica data del 10 marzo (giorno del sedicesimo compleanno del giovane bomber) per fargli firmare subito un triennale, blindandolo dalle attenzioni delle big europee.

La fumata bianca tuttavia, come riporta La Gazzetta dello Sport, è ancora lontana; si ipotizza infatti che Camarda non siglerà alcun accordo prima di quest’estate, anche per motivi strategici. Infatti, nel caso il ragazzo dovesse firmare il contratto al termine di questa stagione, rimarrebbe legato al Diavolo non più fino al termine della stagione 2025/26, bensì al 2026/27. Il Milan vuole dunque ridurre al minimo ogni rischio perdere il centravanti del futuro, tant’è che lo stesso Ibrahimovic sta lavorando per favorire la permanenza in rossonero del suo potenziale erede.

Non si possono però ignorare le attenzioni indesiderate di club quali Manchester City Borussia Dortmund; proprio i Citizens infatti, nel caso dovessero aggiudicarsi il suo cartellino, manderebbero Camarda in prestito al Palermo (uno dei tanti club del City Football Group), per poi riportarlo all’Etihad e farne il proprio nuovo mortifero numero 9.

Continua a leggere

Calciomercato

Juventus, occhio alla Ligue 2: interesse per un classe 2005

Pubblicato

:

Juventus zaccagni

Da qualche anno a questa parte, la Juventus ha iniziato un percorso di ringiovanimento. Lo ha fatto principalmente con i ‘canterani‘ del club, ma non ha mai smesso di cercare giovani talenti sparsi nel mondo. Infatti, come riportato da La Gazzetta dello Sport, il DS dei bianconeri, Giuntoli avrebbe messo sott’occhio Facinet Conte, giovane attaccante del Bastia, che attualmente milita in Ligue 2.

La fonte riporta che Giuntoli avrebbe parlato con un dirigente della squadra francese per avere maggiori informazioni sul calciatore che in patria chiamano ‘il nuovo Osimhen’. Di nazionalità guineana, è un classe 2005 alla prima stagione da professionista. È arrivato al Bastia da un’accademia di calcio guineana nel 2023, ed è stato integrato con i grandi in questa stagione. Ma i risultati sono stati subito molto interessanti. Tanto da attirare le attenzioni della Juventus.

Conte ha il contratto in scadenza a giugno, ma il club, come specificato da Transfermarkt, ha l’opzione di prolungare l’accordo per altri due anni. Finora, ha segnato 5 gol in 15 presenze. E già a gennaio il Genoa, per quanto riguarda la Serie A, ha provato a prenderlo, senza riuscirci. Per Conte sono state rifiutate offerte da 4 milioni di euro, ma la cifra attorno alla quale potrebbe essere venduto è proprio quella.

Continua a leggere

Calciomercato

Marotta e Ausilio alla ricerca degli eredi di Acerbi e De Vrij: i possibili candidati

Pubblicato

:

Marotta e Ausilio a caccia di difensori

MAROTTA E AUSILIO A CACCIA DI DIFENSORI – Alla base dei ripetuti successi dell’Inter in questa stagione c’è anche un reparto difensivo collaudato e affidabilissimo, capace di concedere appena 12 gol nell’intero campionato fin qui, e di ridurre talvolta Yann Sommer a spettatore non pagante. I nerazzurri tuttavia, non possono permettersi di adagiarsi sugli allori, tant’è che la dirigenza interista sta già iniziando a programmare il futuro del pacchetto arretrato; Acerbi De Vrij (entrambi in scadenza a giugno) del resto non sono eterni, e occorrerà individuare qualche profilo anagraficamente più appetibile rispetto ai due veterani.

MAROTTA E AUSILIO A CACCIA DI DIFENSORI

Come riporta Tuttosport, nel solco della tradizione recente dell’Inter, la priorità spetterebbe a due prodotti nostrani, ossia Buongiorno Scalvini, il cui prezzo sembra potenzialmente fuori scala per il budget a disposizione di Marotta Ausilio. Questi ultimi potrebbero dunque investire su profili meno affermati, ma più giovani ed economici quali Leny Horo (classe 2005 del Lille) e Jorrel Hato (nato nel 2006, in forza all’Ajax).

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969