Connect with us
Il calendario di gennaio del Napoli: il 13 sfida contro la Juve

La nostra prima pagina

Il calendario di gennaio del Napoli: il 13 sfida contro la Juve

Pubblicato

:

Il calendario di gennaio del Napoli

IL CALENDARIO DI GENNAIO DEL NAPOLI: IL 13 SFIDA CONTRO LA JUVE La seconda parte del 2022 del Napoli è stata di grande successo. Poco influiscono le sconfitte nelle amichevoli delle ultime settimane, contro Lille e Villareal. Gli uomini di Spalletti sono stati indubbiamente la sorpresa di questo inizio di stagione, che ha regalato tante gioie, dopo qualche delusione, maturata nella prima metà dell’anno solare. Con il primo posto in solitaria, gli azzurri sognano il tricolore.

Nelle 15 partite giocate finora, nella prima parte della stagione 2022/23, il Napoli ha ottenuto 13 vittorie e 2 pareggiNessuna sconfitta!

PRESENTAZIONE DELLE PARTITE DEL NAPOLI DEL GENNAIO 2023

Il Napoli è atteso da ben cinque partite nel solo mese di gennaio.

La stagione degli azzurri ripartirà mercoledì 4 gennaio alle ore 20.45, contro l’Inter a San Siro. I nerazzurri distano, attualmente 11 punti dai partenopei.

Poi volerà a Genova, per affrontare, domenica 8 gennaio alle ore 18.00, la Sampdoria. Uno scontro che sembra abbordabile, dato che i blucerchiati sono in piena lotta retrocessione.

Se tutto dovesse andare per il meglio, dopo anche solo una di queste due partite, la squadra azzurra potrebbe anche laurearsi Campione d’inverno.

Venerdì 13 gennaio, alle ore 20.45, si tornerà a giocare in casa. Per ripopolare al meglio lo Stadio Diego Armando Maradona, il calendario propone il big match contro la Juventus. Anche i bianconeri, come l’Inter, vogliono vincere per recuperare terreno sul Napoli, che attualmente dista 10 punti.

Il girone di andata si chiuderà allo Stadio Arechi, sabato 21 gennaio, alle ore 18.00, contro la Salernitana. Il derby campano è una partita da non sottovalutare perchè è sempre un derby e anche per il fatto che la Salernitana ha dimostrato di essere spesso una spina nel fianco per le big.

A cavallo tra girone di andata e di ritorno, sarà anche il turno di esordire in Coppa Italia. Martedì 17 gennaio 2023, al Diego Armando Maradona, arriva la Cremonese. Il Napoli vorrà senza dubbio cancellare l’onta dello scorso anno, quando il suo percorso nella competizione si concluse proprio agli ottavi di finale, con la sconfitta per 2-5 contro la Fiorentina.

L’ultima gara del mese di gennaio sarà un altro scontro molto delicato. A Napoli arriverà la Roma di José Mourinho, che domenica 29 gennaio alle ore 20.45, aprirà il girone di ritorno dei partenopei. All’andata è finita 0-1, con rete di Osimhen.

PARTITE DEL NAPOLI GENNAIO 2023

Mercoledì 4 gennaio, ore 20.45: Inter-Napoli (16ª giornata Serie A)

Domenica 8 gennaio, ore 18.00: Sampdoria-Napoli (17ª giornata Serie A)

Venerdì 13 gennaio, ore 20.45: Napoli-Juventus (18ª giornata Serie A)

Martedì 17 gennaio, ore 21.00: Napoli-Cremonese (ottavi di finale Coppa Italia)

Sabato 21 gennaio, ore 18.00: Salernitana-Napoli (19ª giornata Serie A)

Domenica 29 gennaio, ore 20.45: Napoli-Roma (20ª giornata Serie A)

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Bundesliga

Il Bayern non sa più vincere, Nagelsmann: “Se non vinci perdi fiducia”

Pubblicato

:

Nagelsmann

Il tecnico dei bavaresi Julian Nagelsmann ha risposto alle domande dei giornalisti in merito al pareggio della sua squadra contro l’Eintracht.

MANCATA VITTORIA – “Se non ottieni i risultati inizi a perdere un po’ di fiducia in te stesso e nei tuoi mezzi. Ci sono cose peggiori nella vita, ma non è una buona cosa”.

SULLA CHAMPIONSPer essere in grado di giocare grandi partite, devi giocare bene quelle piccole in modo da essere in buona forma psicologica”.

RIPRENDERE FIDUCIA“Non abbiamo molto tempo prima delle grandi partite. Dobbiamo iniziare la ripresa, il primo passo è sempre il più difficile“.

Continua a leggere

Flash News

Brighton, Caicedo bandito dagli allenamenti ma resterà fino a giugno

Pubblicato

:

brighton

Il centrocampista della squadra allenata da Roberto De Zerbi Moises Caicedo resterà fino a giugno nonostante le richieste di essere ceduto.

L’ecuadoriano classe 2001 aveva pubblicamente chiesto di essere ceduto spinto dalla voglia di andare all’Arsenal di Mikel Arteta.

Il club e De Zerbi hanno deciso di non assecondare le richieste del centrocampista e, come riportato da Sky Sports UK, sarà bandito per qualche giorno dagli allenamenti e non sarà convocato per la sfida con il Liverpool di domani.

Continua a leggere

Flash News

Inter, Acerbi: “Non era facile qui molti hanno faticato”

Pubblicato

:

Inter

Il centrale della difesa a 3 di Inzaghi Francesco Acerbi ha parlato del match vinto contro la Cremonese a DAZN.

OBIETTIVO 3 PUNTI“Dopo la partita con l’Empoli l’importate era vincere. Non era facile venire qui, dove molte squadre hanno fatto fatica. Non dobbiamo perdere più punti: oggi l’importante era vincere e l’abbiamo fatto. Queste partite, se non le chiudi, diventano difficili”.

SULLA FASE D’IMPOSTAZIONEProviamo i movimenti io e Calhanoglu, trovando il buco per un nostro compagno e rimanendo sempre equilibrati. Cerchiamo di cerare spazi e di andare nella metà campo avversaria più velocemente. Loro stavano molto bassi, mentre noi eravamo sempre sulla trequarti”.

SUL GIALLO“Giustamente il mister ha paura di rimanere in 10. Oggi non sapevo se mi avrebbe tolto, ma ho tranquillizzato il mister dicendo che non he avrei preso un altro. L’attenzione è una dote fondamentale per un difensore”.

Continua a leggere

Flash News

Cremonese-Inter, Marelli: “Acerbi da giallo, Calhanoglu poteva essere espulso”

Pubblicato

:

L’ex arbitro Luca Marelli, a DAZN, ha analizzato gli episodi dubbi di Cremonese-Inter arbitrata da Maurizio Marani.

ESPULSIONE ACERBI“Il dubbio era cartellino giallo o rosso. In realtà è una decisone che mi piace, quando Acerbi ha commesso il fallo, Bastoni è sulla stessa linea dell’attaccante della Cremonese. Non dobbiamo tenere conto della velocità dei due, perché si entra in un discorso soggettivo. Potenzialmente, Bastoni ha la possibilità di entrare sull’attaccante avversario”.

SUL FALLO DI CALHANOGLUÈ un fallo da giallo, non va bene la protesta successiva. Una protesta di questo genere, dopo un fallo nettissimo, non ha alcun senso. È talmente evidente che poteva essere punita col secondo giallo“.

RIGORE DZEKO-CHIRICHESÈ tutto l’anno che questi contatti non vengono fischiati, non è un caso che siano diminuiti i rigori. È un contatto tra la gamba destra di Chiriches e quella destra di Dzeko, che si lascia un po’ andare. A mio parere è giusto“.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969