Connect with us

Flash News

Cambiaso: “Il Bologna vale più dei punti che ha. Arnautovic un fuoriclasse”

Pubblicato

:

Cambiaso

Una delle rivelazioni della scorsa stagione è stata sicuramente Andrea Cambiaso, che con la maglia del Genoa si è dimostrato uno dei migliori laterali mancini del campionato. 22 anni, tanta corsa e tanta voglia, che hanno attirato l’interesse della Juventus la quale infatti nella scorsa sessione di mercato se l’è assicurato girandolo poi in prestito al Bologna. Il classe 2000 si è raccontato alla Gazzetta dello Sport dove ha toccato vari temi. Ecco qualche estratto dell’intervista a Cambiaso:

IL RUOLO – “Nasco trequartista e impazzivo nel vedere le giocate di Dybala, l’altro mio idolo assieme a Cancelo. Cancelo è un mancino ambidestro, per me il più forte del mondo. Io nasco sinistro ma, anche se non sempre, a fine allenamenti mi fermo a fare il cosiddetto “muretto” calciando con entrambi i piedi. Il “muretto”, per migliorarsi, non invecchia mai“.

IL BOLOGNA E THIAGO MOTTA – “Il Bologna vale più dei punti che ha. L’obiettivo è migliore la classifica e dal mio punto di vista fare più assist e più gol. Dopo Lecce dobbiamo dimostrare il nostro valore anche a Monza, abbiamo il capocannoniere della Serie A, uno dei migliori con cui abbia giocato, uno che ti cambia la vita. Motta? Una parola: unione. E ne aggiungo un’altra: dritte, ovvero consigli, su come fare. Ne avevamo bisogno“.

LA JUVE – “Mi stimola e inorgoglisce. La cosa peggiore sarebbe quella di sentirsi arrivato: se ti senti così è l’ora della fine, gioco ogni giorno come se dovessi conquistarmi tutto. E le pressioni mi piacciono“.

ARNAUTOVIC E LO SPOGLIATOIO – “Prima parlavamo di Arnautovic: un fuoriclasse. Io ho bisogno che, come è successo, a volte mi sgridi: mi dà la sveglia. Questa è una squadra con tanti leader, penso pure a Medel o De Silvestri che dal primo secondo mi ha fatto sentire a casa“.

IL PASSATO E IL FUTURO – “Intanto sognavo di fare quel che faccio. Il calcio mi ha cambiato anche carattere: ero timido e introverso, poi giocare con gente di trent’anni in Serie D che ci mette l’anima e coi quali devi essere all’altezza, beh, ti cambia. Ti fortifica. Allenatori? Fra i tanti bravissimi cito Davide Brunello. Nel futuro? Giocare in Champions e in Nazionale maggiore: la musichetta della prima e l’inno sono colonne sonore da sogno“.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Southgate: “Attaccheremo dal 1′, sappiamo di avere le qualità per vincere”

Pubblicato

:

Inghilterra

Gareth Southgate, ct dell’Inghilterra, ha parlato alla vigilia del match Inghilterra-Francia, valevole per i quarti di Qatar 2022.

Il commissario tecnico dell’Inghilterra sta dimostrando le sue capacità mantenendo la nazionale dei Tre Leoni sempre al top nelle competizioni che contano. Dopo la finale di Euro2020, persa con l’Italia ai rigori, è il turno dei quarti di finale di Qatar 2022 contro la Francia di Deschamps.

Parlando a ITV, l’allenatore ex Middlesbrough ha annunciato che la sua squadra sarà combattiva: Non ha senso scendere in campo in partite come queste e coprirsi. Crediamo di poter causare problemi con il nostro gioco e lo faremo”.

Poi ha parlato dell’esperienza accumulata ormai dai suoi giocatori: “Abbiamo avuto tante di quelle notti importanti e sappiamo che in questa fase le partite sono equilibrate ma sappiamo anche di avere le qualità per vincere“.

L’unico dubbio di formazione è Raheem Sterling per la partita di domani e lo stesso Southgate ha spiegato le possibilità di vederlo domani negli 11: Lo valuteremo, ha perso molto allenamento dovendo tornare in Inghilterra per stare accanto alla famiglia. Non credo sia pronto per domani ma vedremo“.

Continua a leggere

Flash News

Santos: “Ronaldo non ha mai voluto lasciare il Portogallo”

Pubblicato

:

Portogallo

Il CT del Portogallo, Fernando Santos, ha parlato dell’esclusione di CR7 dai primi 11 della scorsa partita.

Il tecnico è intervenuto per fare chiarezza sui rumors creati dall’esclusione di Cristiano Ronaldo avvenuta nella partita contro la Svizzera.

Queste le parole del CT: “Non mi ha mai detto di voler lasciare il ritiro del Portogallo. Non me l’ha mai detto. Guardate il suo atteggiamento. Ha festeggiato i goal con i suoi compagni di squadra, ha ringraziato i tifosi.”

L’allenatore lusitano ha poi approfondito l’argomento del pre partita: “Prima della partita ho avuto un colloquio con Ronaldo. Abbiamo parlato della nostra squadra e gli ho detto che sarebbe partito dalla panchina. Non era contento, giustamente, ma è stata una conversazione normale in cui ci siamo scambiati i nostri punti di vista. Essendo il capitano è ovvio che vuole giocare, non era felice ma non ha mai voluto lasciare il ritiro del Portogallo.” 

 

Continua a leggere

Flash News

L’ex Fred: “Vorrei l’Argentina in semifinale e vedere Messi piangere”

Pubblicato

:

Frederico Chaves Guedes, meglio noto come Fred, ha espresso il suo parere e i suoi desideri riguardanti il proseguimento del torneo che si sta spingendo ormai verso la fase più calda.

L’ex attaccante della Seleçao si è espresso così ai microfoni della versione brasiliana di Espn:”Non vedo l’ora che si giochi Brasile-Argentina, voglio questa come semifinale dei Mondiali.E vi dirò di più. Voglio il caos, le risse, le giocate irriverenti di Neymar e Messi che scoppia in lacrime”. 

Chi è amante del calcio condivide sicuramente questo spirito che non vede l’ora di gioire per le sfide più grandi della storia di questo sport.

I vari accoppiamenti che potrebbero capitare hanno tutti una storia particolare e vedrebbero alcuni tra i top 5 giocatori della storia recente a confronto.

Continua a leggere

Flash News

Joao Felix: “Non parlerò del futuro, sono concentrato sul Mondiale”

Pubblicato

:

Joao Felix

In conferenza stampa, Joao Felix non ha dato alcuna nuova indicazione sul suo futuro. I rapporti con l’Atletico Madrid sono ai minimi storici e un addio è sempre più probabile. Tuttavia, il portoghese si è detto concentratissimo sul Mondiale, dopo il quale prenderà una decisione.

Queste le sue parole: “Non parlerò di Atletico Madrid e del mio futuro in questo momento. Ne parlerò solo dopo il Mondiale. Sono concentrato al 100% sul Mondiale, io qua rappresento il mio paese”.

Finchè il classe ’99 rappresenterà il Portogallo in Qatar non si parlerà di Atletico Madrid.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969