Connect with us
Camerun, Onana potrebbe rimanere in gruppo: la notizia

Flash News

Camerun, Onana potrebbe rimanere in gruppo: la notizia

Pubblicato

:

Onana

Dopo l’esclusione dalla gara contro la Serbia, a causa di un alterco con il c.t. Rigobert Song riguardo il suo stile di gioco, Andrè Onana aveva deciso di lasciare il ritiro della propria nazionale. Alla luce di tale decisione, l’estremo difensore dell’Inter avrebbe determinato la sua scelta di terminare anticipatamente il suo Mondiale in Qatar.

L’allenatore del Camerun Song, dopo il pareggio (3-3) contro la selezione di Stojkovic, ha rilasciato alcune dichiarazioni riguardo l’accaduto, aprendo al ritorno di Onana:

“Andrè è un calciatore importante, ma in quanto allenatore devo focalizzarmi sul gruppo. Adesso sta a lui decidere. Ci sono regole da rispettare: qualora le seguirà potrà rimanere con noi”.

Parole chiare quelle del c.t. dei Leoni Indomabili, il quale non ha chiuso le porte ad un verosimile rientro dell’ex Ajax. Adesso però la palla passa ad Onana, che dovrà decidere se rimanere nel ritiro con i compagni, accettando le condizioni precettate da Song, o dire addio definitivamente al Mondiale.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Flash News

Carrera sulla Juventus: “Yildiz o Chiesa, ecco chi scelgo. Alcaraz è interessante”

Pubblicato

:

Yildiz Juventus

CARRERA SULLA JUVENTUS – La Juventus è rinata in questa stagione. Dopo due anni al di sotto delle aspettative, ora sembra che Allegri abbia trovato l’alchimia giusta tra i giocatori e finalmente è riuscita a dare fastidio, fin quando è stato possibile, alla corazzata Inter. Non dobbiamo farci ingannare dagli ultimi risultati un po’ carenti, la Vecchia Signora ha ora un’identità ben precisa e sta ponendo le basi per un nuovo ciclo vincente, sulla scia di quello dei nove Scudetti consecutivi.

Del momento attuale della Juventus ha parlato l’ex difensore Massimo Carrera. Tra le fila bianconere dal 1991 al 1996, di cicli vincenti se ne intende eccome, visto che ha fatto parte della spedizione che ha conquistato la Champions League proprio nel 1996. Intervistato da TuttoJuve, ha offerto anche alcune considerazioni sui nuovi talenti che fanno parte della rosa, Kenan Yildiz e Carlos Alcaraz.

LE PAROLE DI CARRERA

RINASCITA – Col Frosinone è arrivata una vittoria importante, per cui me lo auguro. Speriamo abbiano ricaricato le batterie e siano pronti a ripartire subito da Napoli”.

RIPARTENZA – “Penso che dovranno lottare fino alla fine, esattamente come hanno fatto contro i ciociari. I tifosi non vorrebbero arrivare sempre con l’acqua alla gola, ma l’importante è che riescano a dare tutto. Così si potrà ripartire”.

NAPOLI – “Sarà una partita difficile per entrambe le squadre, il Napoli ha cambiato ancora allenatore e magari farà cose diverse. La Juve non dovrà essere attendista, ma a Napoli dovrà fare il suo calcio e cercare di portare a casa i tre punti”.

VENDETTA – Vendetta per l’1-5? Il passato non conta, l’importante è pensare ad oggi e andare a Napoli con la testa libera in modo da giocarsela a viso aperto”.

VLAHOVIC – “Penso che sia molto importante ritrovare un attaccante che comincia a segnare con continuità. Il terminale offensivo è sempre importante, ed è sempre un valore aggiunto per la squadra”.

YILDIZ O CHIESA – “Penso più Yildiz, Chiesa lo vedo più sulla fascia e in un certo senso solista: gli piace stare in quella zona di campo e puntare sempre l’avversario per poi tentare la conclusione”.

ANCORA YILDIZ – E’ giovane, ha qualità e l’importante è non mettergli troppa pressione. Non è che si deve caricare tutto lui sulle spalle, bisognerà fargli tenere i piedi per terra”.

ALCARAZ – “Lo vedremo finalmente dall’inizio, è un giocatore interessante e bisognerà capire come verrà utilizzato”.

Continua a leggere

Calciomercato

Sassuolo vicino all’intesa con Ballardini: si cerca una soluzione immediata

Pubblicato

:

Sassuolo

Il Sassuolo, complice anche l’assenza di Domenico Berardi, sta vivendo un periodo molto complicato. L’ultima vittoria in campionato risale al 6 gennaio con l’1-0 contro la Fiorentina. Adesso si trovano catapultati in piena zona retrocessione, oltre ad un nuovo allenatore da cercare in seguito all’esonero di Dionisi. Nell’ultima uscita, la panchina neroverde è stata affidata a Emiliano Bigica. Tuttavia la situazione non sembra esser migliorata, terminando il match con una sonora sconfitta per 1-6 con il Napoli. Adesso la dirigenza starebbe pensando a Ballardini come nuovo allenatore.

LE ULTIME SULLA PANCHINA NEROVERDE

Secondo quanto riportato da Gianluca Di Marzio, il Sassuolo sembrerebbe esser vicino ad un accordo con Ballardini. Le due parti non dovrebbero essere lontani alla fumata bianca. L’allenatore al momento è sotto contratto con la Cremonese fino al 2028 ed è in trattativa per la risoluzione del contratto. Attualmente la situazione è in stand-by, ma si cercano soluzioni che potrebbero arrivare nella mattinata di domani. La dirigenza in un primo momento aveva pensato a Grosso come ipotetico sostituto, tuttavia sembrano non esserci i giusti margini per arrivare ad un accordo. Un’altra ipotesi è stata quella di rivedere in Italia Gattuso, però il tecnico sembra non gradire la destinazione. In lista c’è anche Semplici, ma al momento sembrerebbe restare il preferito Grosso nel caso si dovesse trovare l’intesa. Rimangono però soluzioni più defilate, con la pista Ballardini che sembra adesso quella più calda e più vicina.

ACCORDO CON BALLARDINI

Ulteriori conferme ci arrivano anche da Alfredo Pedullà, che ha anticipato qualche dettaglio sul contratto proposto a Davide Ballardini. Si dovrebbe trattare di un accordo fino al 30 giugno con rinnovo automatico in caso di salvezza fino al 2025. Il tecnico dall’altra parte, preferirebbe 16 mesi di contratto garantiti. In caso di accordo, sarebbero pronti a seguirlo il vice allenatore Regno, il preparatore atletico Bertini, i collaboratori Beni e Tarroni e il preparatore di portieri Sardini.

Continua a leggere

Flash News

Azmoun: “Spogliatoio fantastico, prendere De Rossi è stata la scelta giusta”

Pubblicato

:

Roma, Paulo Dybala e Serdar Azmoun

la Roma, dopo l’esonero a sorpresa di José Mourinho, sembra essersi trasformata. Con l’approdo di Daniele De Rossi in panchina, sono arrivate 4 vittorie in campionato e soltanto una sconfitta, quella contro lInter. La squadra capitolina sembra aver trovato una vena realizzativa che con il tecnico portoghese non si era mai vista, con 16 gol realizzati in appena 5 partite di Serie A. Inoltre sembrano esser rinvigoriti molti calciatori, che nella prima parte di stagione sembravano non essere all’altezza della situazione. Primo tra tutti, sicuramente Sardar Azmoun. Non sono mancati i commenti dell’attaccante iraniano, il quale ha parlato ai microfoni del canale ufficiale del club, raccontando a pieno la sua avventura in giallorosso.

LE PAROLE DI AZMOUN

SPOGLIATOIO – “Mi sento a mio agio, ho un buon rapporto con tutti. In questo spogliatoio ci sono campioni del mondo, top player a livello internazionale, eppure nessuno si dà arie particolari. È facile andare d’accordo con questi compagni. Pellegrini è stato molto importante all’inizio, è un bravo ragazzo che dà una mano sempre a tutti. Oltre ad essere un calciatore molto forte, Lorenzo è anche un bravo capitano“.

TIFOSI – “Questa gente è incredibile, non ci lasciano mai soli. Hanno sempre riempito lo stadio, in ogni partita, contro qualsiasi avversario. Possiamo solo ringraziarli e augurarci che non smettano mai, per noi loro sono fondamentali“.

DE ROSSI – “Averlo come allenatore è molto bello. La cosa che più sorprende di lui è il passaggio da calciatore che in campo non si risparmiava mai al suo ruolo attuale. Vederlo tutti i giorni, con i suoi modi e con quel cuore gentile è bellissimo. È stata la scelta giusta. E se posso aggiungere, mi piace questo feeling che si è creato. Questo senso di unione anche con la proprietà, Lina Souloukou, i nostri dirigenti, sono sempre vicini alla squadra. È un qualcosa che ci aiuta e fa sì che sia più facile raggiungere i risultati che stiamo ottenendo ora“.

Continua a leggere

Flash News

L’ex difensore del Bari, Cavasin: “Iachini top, playoff ancora raggiungibili”

Pubblicato

:

Beppe Iachini, allenatore del Bari, Serie B, Coppa Italia

Il Bari, nonostante la sconfitta nell’ultima uscita con il Catanzaro, si trova a sole tre lunghezze di svantaggio dalla zona playoff. Non è mancato il commento dell’ex difensore della squadra pugliese, Alberto Cavasin, il quale ha commentato la situazione attuale dei galletti. L’ex calciatore, ai microfoni di TuttoBari, ha speso anche qualche parola per il nuovo tecnico biancorosso, esprimendo piena fiducia nel proseguo della stagione. Di seguito le dichiarazioni.

LE PAROLE DI CAVASIN

IACHINI“Sicuramente è uno che sa il fatto suo, porta qualità al Bari che è in ottime mani sotto l’aspetto della conoscenza. Darà un’identità alla squadra: ha subito fatto due vittorie perché sa toccare le corde giuste sull’aspetto motivazionale, poi in due partite i risultati non sono arrivati e la squadra ha tentennato, ma ci sta che in questo percorso venga tutto in maniera naturale e che il gruppo prenda fiducia. È una situazione per cui ci vuole tempo: le problematiche sono state tante, ma la scelta di Iachini è ottima ed è lui l’uomo giusto per ripartire. È un top assoluto e in una piazza grande e piena di esigenze è fondamentale che il mister abbia un pedigree che parla da sé. Ha tutti i crismi per essere dove si trova e per reggere le ambizioni della società”.

AMBIZIONI“L’obiettivo era quello della promozione, e penso lo sia ancora. Ci sono squadre più forti e più importanti, ma il Bari per me può ancora essere competitivo sul piano tecnico per andare ai playoff per giocarsela. Il gap per raggiungerli non è elevatissimo e l’allenatore ha la possibilità di sistemare la squadra sotto tutti i punti di vista e prepararla per affrontarle tutte e puntare alla Serie A. A gennaio hanno provato a migliorare la squadra e c’è ancora tempo per valutare ciò che è stato fatto nell’ultimo mercato. L’allenatore fa parte dei cambi che la società ha fatto per portare a casa dei risultati, e sarà il campo nei prossimi mesi a dare dimostrazione dei loro obiettivi”.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969