Connect with us
Canadian Premier League, un mondo ancora da scoprire

Generico

Canadian Premier League, un mondo ancora da scoprire

Pubblicato

:

Con l’organizzazione dei mondiali femminili di calcio nel 2015 abbiamo mostrato che questo Paese ha una grande passione per lo sport

Queste le parole di Wade Miller, attuale presidente dei Winnipeg Blue Bombers, nota franchigia di football canaedese. Negli ultimi anni in Canada si sta sollevando una passione crescente nei confronti del calcio. Oltre ad aver organizzando i mondiali femminili nel 2015, ad oggi il Canada è uno dei tre Paesi ad ospitare i mondiali (maschili) del 2026, che si svolgerebbero in comune con Messico e Stati Uniti. Proprio come gli USA nel 1994, non si può di certo ammettere che il Paese sia sviluppato a livello calcistico. Senza la presenza di un campionato professionistico, il movimento fatica a prendere il volo.

In tal senso si deve leggere la scelta attuata dalla federazione. Il Canada ha deciso di istituire un campionato di una portata decisamente maggiore rispetto agli attuali tornei semiprofessionistici. Si chiamerà Canadian Premier League e la si potrà ammirare già nell’Aprile del 2019.

TENTATIVI PRECEDENTI

Risultati immagini per NASL

L’ardore per il soccer in Canada ha origini di vecchia data: la prima partita giocata con le regole moderne si tenne a Toronto nel 1876. L’anno successivo si certificò la nascita di un nuovo campionato: Dominion Football AssociationDopo un periodo di splendore iniziale, andò via via ad oscurarsi, a favore dei due sport principali del Canada quali il football canadese e l’hockey su ghiaccio. Alla fine degli anni sessanta ci fu un secondo tentativo di reintrodurre una parvenza di calcio professionistico nel Paese. Sia la federazione canadese che quella statunitense fondarono un campionato unico, la North America Soccer League (NASL). Allo scioglimento di tale competizione, nel 1984, varie compagini canadesi crearono un campionato esclusivamente nazionale, la Canadian Soccer League. Nel 1992 però anche questo esperimento fallì ed alcune squadre confluirono in un torneo dilettantistico di nome National Soccer League. Altre invece si aggregarono ai vari campionati americani, primo fra tutti la A-League. La National Soccer League nel 1998 cambiò la propria denominazione recuperando quella di Canadian Soccer League, ed ha costituito fino al 2013 il massimo campionato dilettantistico canadese.

Risultati immagini per CANADIAN SOCCER LEAGUE

Sino ad oggi si può facilmente notare come il calcio in Canada sia sopravvissuto solamente a livello semiprofessionistico. Inoltre, grande importanza nello sviluppo di tale sport è da attribuire alle minoranze etniche del Paese. Non casualmente nella Canadian Soccer League possiamo imbatterci in compagini quali la FC Ukraine United e Serbian White Eagles e anche in molte squadre dilettantistiche quali Vaughan Azzurri e Toronto Croatia.

LA SVOLTA

Risultati immagini per paul beirne toronto

Creare un campionato da zero non è sicuramente semplice, ecco perché trovare profili ai quali affidarsi è davvero un compito arduo. La Federazione ha però deciso di assegnare il comando e l’onere di costruire il campionato a tre personalità differenti. La prima è riscontrabile in Paul Beirne, che già lo scorso anno era stato la prima assunzione della lega. Paul rivestirà il ruolo di presidente della competizioni e oltretutto ha già avuto un passato dirigenziale nel Toronto FC. Come suo stretto collaboratore, con il ruolo di vicepresidente, è stato selezionato Jamie Easton, ex calciatore della nazionale e con un passato non esaltante al Dundee United. Infine il ruolo di commissioner sarà ricoperto da David Clanachan, ex direttore operativo della Tim Hortons, a lungo sponsor degli Hamilton Tiger-Cats (franchigia di football canadese).

Risultati immagini per canadian premier league teams

La necessità della creazione di un campionato autoctono deriva dal desiderio di avvicinare più gente possibile a tale pratica, per ora non eccessivamente considerata. Si vorrebbe scatenare la passione per questo sport, favorendo la nascita di un nuovo avvento di rivalità fra compagini canadesi.

LE SQUADRE PARTECIPANTI ED IL REGOLAMENTO

Risultati immagini per CANADIAN PREMIER LEAGUE TEAMS

Le squadre che prenderanno parte a questa competizione sono già state ufficializzate. La Lega ha preferito favorire la sviluppo di queste società da costa a costa, cercando di non lasciare buchi di territorio privi di una squadra. Le seguenti squadre saranno: Cavalry FC, FC Edmonton (ex franchigia della NASL), Forge FC, HFX Wanderers FC, Pacific FC, Valour FC e York 9 FC. Si vocifera che altre società stiano per nascere e si uniranno a loro volta al campionato, ma ancora nessuna notizia è ufficiale. Il campionato differenzierà profondamente dal tipo di regolamento attuato in genere nel Nord America. Attueranno difatti un format europeo, senza playoff, in cui il vincitore sarà il club che nell’arco del campionato ha totalizzato un punteggio maggiore. La CPL durerà da Aprile ed Ottobre ed ogni squadra dovrà affrontare 28 partite, 14 in casa e 14 fuori casa. Dalla prossima stagione il vincitore potrà prendere parte alla CONCACAF League (equivalente della nostra Champions League). Solamente questa stagione il posto sarà però riservato ad una fra Edmond, Forge FC e Valour FC, in quanto sono state le prime società a credere fortemente in questo progetto.

Come potrete notare fra le papabili squadre non vi sono compagini provenienti da Vancouver, Toronto e Montreal. Questo perché la federazione vuole mantenere dei rapporti floridi con la MLS, non andando quindi ad intaccare certi automatismi creati nelle 3 città.

IL DRAFT

Risultati immagini per CANADIAN PREMIER LEAGUE DRAFT

Il 12 Novembre, a Vancouver, si è effettuato il draft per decretare quale giocatore universitario si unirà alle varie compagini del nuovo campionato. I ragazzi universitari sono stati invitati a partecipare a dei camp durante la preseason nei quali i responsabili delle varie società hanno potuto analizzare e studiare i vari partecipanti. La prima chiamata al draft l’ha ottenuto Cavalry FC tramite estrazione. La squadra canadese ha deciso di selezionare Gabriel Bitar, centrocampista proveniente dal Carleton University Ravens. La seconda chiamata ha visto protagonista invece i Valour FC che hanno prelevato Dylan Carreiro, proveniente dalla York University Lions. Come terza scelta, infine, il Foge FC ha scelto Jace Kotsopoulos, attaccante della University of Guelph Gryphons.

STAR DEL CALCIO CANADESE

Risultati immagini per alphonso davies

La star più conclamata del movimento calcistico canadese è senza troppi dubbi Alphonso Davies. Dopo aver brillato con la maglia del Vancouver alla mera età di 16 anni, il Bayern Monaco ha deciso di acquistarlo sborsando ben 10 milioni. Cifra considerevole se relazionata ai prezzi medi del mercato americano. A 18 anni ha già effettuato 9 presenze con la maglia della nazionale, imprimendo il suo nome sul tabellino dei marcatori per ben 3 volte. Altro calciatore dall’indiscusso valore tecnico è Junior Hoilett, militante nel Cardiff. Per lui una carriera fra Bundesliga e Premier League, sempre ad alti livelli. Con la maglia della nazionale è sceso in campo in 20 occasioni, marcando anch’egli 3 gol. Altri calciatori fondamentali per la rosa della nazionale sono sicuramente il portiere Milan Borjan, in forza alla Stella Rossa, il mediano Samuel Piette del Montreal Impact e le due punte Lucas Cavallini e Clyne Larin, rispettivamente al Puebla FC ed al Besiktas.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Generico

Gasperini in conferenza dopo Milan-Atalanta: “Fischiato un rigorino, conquistato un buon punto”

Pubblicato

:

Gasperini

Un pareggio che tutto sommato può star bene all’Atalanta quello conquistato a San Siro contro un ottimo Milan. Il tecnico bergamasco Gasperini ha commentato la partita in conferenza stampa. Queste le sue dichiarazioni dopo l’1-1 contro i rossoneri.

PUNTO GUADAGNATO – “Quando esci da queste partite con un punto sei soddisfatto. È stata una partita difficile, e il pareggio premia l’attenzione e la voglia di fare risultato”.

MILAN – “Il Milan è una squadra forte, questa sera abbiamo subito la loro qualità e la loro condizione. Non abbiamo mai mollato, portiamo a casa un punto che muove la classifica”.

SCALVINI – “La spalla è uscita e rientrata, domani lo valuteremo“.

EUROPA – “Non ragioniamo sul lungo, dobbiamo lavorare sul breve periodo. Ci aspettano due settimane difficilissime e dovremo pensare partita per partita. Faccio fatica a fare delle previsioni, essere usciti stasera con un punto deve renderci felici. Per noi è importante l’Europa League come il campionato e la Coppa Italia. Cercheremo di andare fino in fondo in tutte le competizioni”.

DE KETELAERE – “Abbiamo fatto fatica sulle fasce e in attacco, abbiamo cercato di cambiare qualcosina con Lookman ed è andata un po’ meglio. In altre partite riusciremo a far di più, poche volte abbiamo subito come questa sera“.

CALCIO DI RIGORE – “Fa parte di quei ‘rigorini’. Ormai ce ne sono tanti, ci sono dei rigori che non vede nessuno e poi tira fuori il VAR. Un rigore così non lo avevamo da tanto tempo, oggi ce lo prendiamo. Vengo da una generazione per la quale il rigore deve essere una cosa seria, evidentemente alle TV piace un altro calcio. Noi siamo comunque in credito”.

SCAMACCA – “Scamacca ha dato contributi importanti, questa sera sicuramente meno ma da occasioni come queste trai gli spunti per fare meglio nelle partite successive“.

Continua a leggere

Generico

Pioli ribadisce in conferenza dopo Milan-Atalanta: “Mai rigore quello di Holm, Leao è questo”

Pubblicato

:

Pioli

Si è conclusa con il pareggio tra Milan e Atalanta la domenica della 26esima giornata di Serie A, in attesa di Roma-Torino e Fiorentina-Lazio. I rossoneri disputano una buona gara, ma vedono aumentare il gap con Inter e Juventus. Al termine della partita, Stefano Pioli è intervenuto in conferenza stampa. Queste le sue parole raccolte dalla pancia di San Siro.

SENSAZIONI – “Quando la squadra gioca così bene deve vincere e noi purtroppo non ci siamo riusciti. C’è delusione ma anche soddisfazione per come la squadra ha interpretato questa partita. Siamo stati compatti e aggressivi, sporcando tutti i loro palloni e facilitando gli interventi difensivi. È mancata solo la vittoria“.

RIGORE – “Il rigore non c’era, ma fa la differenza. Holm si mette le mani in faccia ma il contatto era più in basso. Per il metro di Orsato questo non era e non sarà mai rigore“.

RIGORI SUBITI – “A volte siamo stati ingenui, attacchiamo tanto ma non prendiamo quasi mai rigori. Forse dobbiamo essere più scaltri”.

RIPARTIRE – “Ripartire è facile. Guarderemo insieme alla squadra la partita, ma è una questione di dettagli. Se ripeteremo prestazioni del genere probabilmente vinceremo diverse partite da qui alla fine del campionato”.

LEAO – “Credo che sia stata una delle prestazioni più belle da quando lo alleno. Ha aggredito, ha puntato continuamente. Questa prestazione per lui deve essere un punto di riferimento. Gliela farò pesare, perché lui ha questo potenziale. Parlerò con lui per capire cosa ha messo di diverso rispetto alle altre volte”.

 

Continua a leggere

Flash News

Il Cagliari si aggrappa a Luvumbo al 96′: 1-1 con un Napoli che non riesce più a vincere

Pubblicato

:

Luvumbo, giocatore del Cagliari, Serie A, Coppa Italia

Per una Juventus che torna alla vittoria, c’è un Napoli che, invece, manca ancora il ritorno al successo. Contro un Cagliari ben schierato in campo è 1-1 il punteggio finale. Incredibile l’epilogo finale, con Luvumbo che pareggia i conti al 96′ dopo il gol iniziale di Osimhen. Un pareggio amarissimo per Calzona, che nelle prime due panchine azzurre ha racimolato un pareggio col Barcellona e un pareggio in campionato che fino a un minuto dalla fine era una vittoria.

Il gol di Osimhen per il Napoli è il primo in trasferta dopo 527′ di digiuno. Tutto nasce da un errore di Augello in disimpegno: prontissimo il recupero di Raspadori e il cross dalla destra verso il nigeriano. Troppo facile, poi, per uno come lui buttare la palla in rete. Al 96′, sull’ultima palla buona per il Cagliari, ecco il lancio lungo di Dossena dalla difesa verso l’area del Napoli. Male, malissimo la difesa azzurra (in particolare Juan Jesus) che non riesce a spazzare e Luvumbo riesce poi a bucare Meret.

Niente da dire al Cagliari, che ha rischiato di perdere la partita per l’unica vera disattenzione in 90‘. La squadra di Ranieri è rimasta compatta per tutta la durata del match, ma non ha saputo pungere quando necessario. In fin dei conti il pareggio è un risultato giusto per ciò che si è visto per tutto l’arco della sfida. Ricordiamo che, però, è stato annullato un gol al Cagliari nel primo tempo per fuorigioco di Lapadula sugli sviluppi di un calcio di punizione. Rrahmani aveva involontariamente messo la palla in rete di testa.

Con questo pareggio gli uomini di Calzona rimangono molto lontani dalla zona Champions (il Bologna quarto dista undici punti), ma potranno riavvicinarsi nella sfida di mercoledì contro il Sassuolo. Il Cagliari invece rimane dentro la zona retrocessione, ma solo per gli scontri diretti. Ora Cagliari, Hellas Verona e Sassuolo sono a parimerito a 20 punti, con Sassuolo 17esimo.

Continua a leggere

Generico

[FOTO] Retegui sblocca Genoa-Udinese in rovesciata: 2-0 all’intervallo

Pubblicato

:

Retegui Genoa Gudmundsson

RETEGUI GENOA UDINESE – Primo tempo avvincente al Ferraris tra Genoa e Udinese. Occasioni, corsa e anche un gol spettacolare.

L’andazzo della gara si capisce già dal primo minuto, con Giannetti che dopo pochi secondi stende Retegui e si prende il giallo. Dopo i tentativi, vanificati, di Ehizibue e Walace, Lucca colpisce di testa in area, venendo però fermato dalla traversa. Subito dopo, al 27′, Okoye si supera sul tentativo a botta sicura di Vasquez, che dopo sei minuti, di testa, trova anche il palo a impedirgli la gioia del gol. Poi il momento della serata: cross in mezzo, Giannetti devia ma la palla s’impenna, servendo a Mateo Retegui l’occasione perfetta per coordinarsi e colpire in rovesciata. Palla sul palo e vantaggio Genoa. I rossoblu aumentano i giri e, sette minuti dopo, trovano anche il raddoppio con Bani, che devia in rete un cross perfetto di Gudmundsson.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969