Connect with us
Benevento, Cannavaro: "La partita contro il Palermo per noi è una finale"

Flash News

Benevento, Cannavaro: “La partita contro il Palermo per noi è una finale”

Pubblicato

:

Dove vedere Benevento-Palermo

Alla vigilia di Benevento-Palermo, è intervenuto in conferenza stampa Fabio Cannavaro per parlare della gara di domani e valida per la 15ª giornata del campionato di Serie B

Il tecnico giallorosso ha esordito così:

“Ci sono tre gare in sette giorni con calciatori che devono recuperare la forma, devo essere bravo a gestire tutti i calciatori. L’infrasettimanale permette di dare fiato a qualcuno. Per noi domani è una partita importante perché giochiamo in casa, vogliamo continuare a fare cose importanti. Il Palermo è in difficoltà come lo siamo noi. È uno scontro diretto, per noi è una finale e una finale non si gioca ma si vince“.

Poi ha analizzato il momento del Palermo:

“È una squadra che gioca ed è allenata da un allenatore di esperienza. Hanno anche loro problemi con i risultati, ho visto una squadra viva. Non a caso non hanno cambiato allenatore perché sanno che stanno facendo un buon lavoro. Hanno delle idee importanti, dobbiamo essere bravi a evidenziare i loro limiti”.

Sulle sorprese che ha regalato la fase a gironi del Mondiale ha detto:

“In tanti sono sorpresi perché pensano che il calcio sia solo in Europa, ma non è così. Il calcio è cresciuto ovunque. Dobbiamo svegliarci, tornando a fare le cose che ci hanno permesso di fare bene. Conosco la scuola giapponese così come quella coreana, ma anche quella dei sauditi. Mi ha fatto piacere perché qualcuno pensa che in Asia si fanno le vacanze, ma invece si fa calcio”. 

Infine, si è espresso sulla situazione di alcuni suoi giocatori:

Simy è rientrato e sta meglio. Forte sta vivendo un momento un po’ così, gli dico che può capitare e che può passare. Per La Gumina è una partita speciale, ma deve ricordarsi che gioca nel Benevento e che dovrà dare tutto. Dopo i novanta minuti potranno esserci baci e abbracci”.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Flash News

Dramma in Cosenza-Catanzaro: il guardalinee si rompe i tendini di entrambe le ginocchia

Pubblicato

:

Ha dell’incredibile quanto successo nel match di Serie B tra Cosenza e Catanzaro. Al 25′, dopo aver sbandierato un fallo, il guardalinee Cipressa si è accasciato a terra lamentando un dolore al ginocchio. Match sospeso per 6′ e assistenza medica per l’assistente, che è stato poi fatto uscire in barella accompagnato dagli applausi degli spettatori.

La diagnosi è quella della rottura del tendine rotuleo di entrambe le ginocchia. La Redazione di Numero Diez manda un grande in bocca al lupo di pronta guarigione al guardalinee.

Continua a leggere

Flash News

Calzona in conferenza stampa dopo Napoli-Juventus: “C’è ancora tanto lavoro da fare”

Pubblicato

:

Calzona, allenatore del Napoli, Serie A, Champions League

CALZONA – Le parole di Calzona nel post partita di NapoliJuventus, in cui la sua squadra è riuscita a battere i bianconeri per 2-1. La apre Kvara, Raspadori la chiude. Azzurri che con questa vittoria si porta a meno tre dal sesto posto a 43 punti, scavalcando la Fiorentina a 42. Questo quanto detto da Calzona.

VITTORIA – “La squadra vincendo questa partita ha dato un segnale che vuole raggiungere posizioni importanti. Sono felicissimo di vedere una squadra coesa che ha voglia di migliorarsi. Se vinci ti dà ancora più voglia di migliorarti e rivincere”.

BINOMIO KVARA-OSIMHEN – “Sono due giocatori fortissimi, fondamentali per questa squadra. Hanno passato un momento di difficoltò, ma ora sono tornati quasi sui loro livelli. Vorrei parlare anche degli altri, nei momenti di difficoltà della partita è venuta fuori. Dobbiamo migliorare nel possesso palla e verticalizzare di più. Tutti, quelli che entrano mi danno una mano, erano tutti pronti ad entrare. Sono segnali importanti. Si parte da qui”.

SU RRAHMANI – “Ha avuto un indurimento dell’adduttore, poteva aggravarsi, per quello è uscito. Verrà valutato domani”.

NUOVO NAPOLI – “Non ho fatto nulla di particolare, ho detto ai ragazzi di giocare tranquilli ed applicarsi in allenamento. Ho parlato poco perché dopo le vicissitudini avevano una testa enorme. Ho parlato poco e loro stanno rispondendo”.

Continua a leggere

Flash News

Vlahovic rammaricato dopo Napoli: “Ho avuto occasioni che potevano risolvere la partita”

Pubblicato

:

vlahovic juventu

Le parole di Vlahovic dopo la sconfitta nel big match contro il Napoli per 2-1. La apre Kvara, la decide Raspadori. La Juventus dovrà fare a meno di Vlahovic contro l’Atalanta, dato la diffida scattata dopo il giallo rimediato contro proprio contro gli azzurri. Questo quanto detto ai microfoni di DAZN da Vlahovic.

OCCASIONI  – “Sinceramente penserò a tutte le occasioni mancate. Se voglio fare quello step avanti come calciatore quelle occasioni le devo sfruttare. Ho avuto delle occasioni che avrebbero potuto risolvere la partita. Non ho da rimproverarmi niente perché so che durante la settimana do tutto il mio, ma comunque non ho giustificazione. La squadra ha fatto una buona partita sul piano tecnico tattico. Vorrei complimentarmi con i miei compagni, abbiamo fatto una buona partita”.

TIRO ALTO – “Quando non seguo il mio intuito è così. Alla fine ho deciso di tirare di prima, queste sono occasioni dove faccio gol 9/10. La palla l’ho vista un po’ corta poi ci ho pensato troppo. Continuerò a lavorare e sono convinto che migliorerò. Voglio sempre il massimo. Ma il problema è che abbiamo perso, non che non ho segnato. Tutti vogliono diventare i migliori. Spero di tornare a fare gol già dalla prossima gara, non l’Atalanta sfortunatamente”.

ALLEGRI – “Il mister è stato bravissimo ad inserire tutti questi giovani. Dobbiamo continuare ad ascoltarlo e penso che già dal prossimo anno dobbiamo pretendere di vincere lo scudetto. Vincere è nel DNA del club. Allegri ci ha fatto crescere tantissimo. La gara contro l’Empoli ci ha dato un grande colpo mentale. Contro l’Inter siamo entrati in partita dopo una batosta con l’Empoli. Penso comunque che siano tutti step di crescita”.

OBIETTIVO – “Sarò contento se ci qualificheremo per la Champions. Alle cose personali non ci penso. Siamo un grande gruppo, so quanto ci tengono tutti, questa è la cosa che ci spinge ad andare avanti”.

Continua a leggere

Flash News

Allegri dopo la sconfitta col Napoli: “Dispiace perchè abbiamo fatto una bella partita, il problema Allegri non esiste”

Pubblicato

:

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus - Serie A, Coppa Italia

Le parole di Massimiliano Allegri, tecnico della Juventus, dopo la sconfitta per 2-1 contro il Napoli. Il tecnico livornese ha parlato ai microfoni di DAZN:

TANTISSIME OCCASIONI – “Stasera i ragazzi hanno fatto una bella partita. Anche nel primo tempo abbiamo avuto buone occasioni. Sono passaggi di crescita che i ragazzi devono fare. Siamo ancora secondi momentaneamente e ancora 11 partite da giocare per raggiungere il nostro obiettivo”.

MIRETTI E ALCARAZ – “Avendo fuori McKennie e Rabiot ho messo loro che hanno fatto un’ottima partita. Oggi bello vedere la squadra che si è aiutata. Loro non hanno avuto occasioni nitide davanti a Szczesny, noi non abbiamo sfruttato al meglio le nostre. Dispiace perchè veniamo sconfitti”.

RAMMARICO MAGGIORE – “Bisogna migliorare su tante cose. L’esperienza in queste partite verrà fuori: difenderemo meglio, saremo più svegli sul rigore. Vediamo anche il lato positivo: oggi ha giocato la Juventus più giovane forse della storia. Stiamo lavorando bene, l’importante è raggiungere la zona Champions”.

RIGORE – “Sono dispiaciuto. Loro ci hanno anticipato, noi siamo stati lenti. Bravo Szczesny a parare un rigore tirato male, se l’avesse tirato bene forse finiva in angolo“.

CAMBIAMENTI DOPO L’INTER – “Questo è il calcio. Ci sono momenti in cui tutto va bene e altri in cui non gira nulla. A Verona abbiamo preso il gol più bello del campionato. Bisogna continuare a lavorare così. Abbiamo fatto 57 punti per ora, siamo dentro il nostro obiettivo“.

FUTURO – “Invitate il mio agente e ve lo fate spiegare. Io sono l’allenatore della Juventus e sono molto contento. Ogni anno a questo punto della stagione mi chiedete del futuro. Il problema Allegri in questo momento non esiste: c’è una stagione in corso in cui dobbiamo raggiungere degli obiettivi. Siamo concentrati su quello, ringrazio i ragazzi e ci impegneremo fino alla fine“.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969