Connect with us

Calcio Internazionale

Cannavaro: “Il mio obiettivo? Allenare il Real Madrid”

Pubblicato

:

Fabio Cannavaro, in un’intervista al portale MadridistaReal ha parlato del suo passato da calciatore e del suo futuro da allenatore. Il Pallone d’Oro 2006 ha offerto il suo punto di vista sullo stato attuale del calcio cinese, soprattutto per un “addetto ai lavori” come lui in, in questo complesso momento.

Il calcio cinese è un calcio che sta crescendo. Ci sono molti allenatori internazionali che sono venuti negli ultimi anni e molti giocatori di livello che sono tornati e che sono stati qui, quindi la Lega ha iniziato a salire di livello. Stanno anche cercando di migliorare il livello della nazionale, investendo molti soldi, e ora hanno iniziato a dare il passaporto ai giocatori di più di 5 anni qui. Le persone che vengono qui pensano sia un calcio facile, ma se un giocatore viene qui che non è pronto, fa un grande errore.

Al di là della questione coronavirus, il lavoro con il Guangzhou Evergrande procede molto bene: due campionati vinti in 8 anni, una semifinale conquistata nella Champions asiatica ed una squadra in rinnovamento. Della sua esperienza d’allenatore, accostato all’esempio di Zidane sul “credito di fiducia” che i campioni portano in dote una volta indossati i panni del mister risponde:

Certo, questo è normale perché quando sei stato un giocatore di alto livello hai un credito. Ma deve comunque gestirlo perché questo credito si esaurisce rapidamente e se non sei un buon allenatore i giocatori lo capiscono. Quindi è essenziale studiare, è fondamentale avere una buona esperienza.

Idee e obiettivi sul futuro? Vincere i Mondiali alla guida dell’Italia, “come Deschamps e Beckenbauer” ed un’occhio di riguardo verso il Real Madrid per quanto riguarda i club.

Ho iniziato a lavorare per questo perché sto lavorando per un giorno per tornare ed allenare un club come il Real Madrid. Se vuoi diventare un allenatore, devi puntare in alto ed il massimo è il Madrid, è la Nazionale Italiana o un grande club in Europa. Sicuramente per riuscirci devo essere pronto

Una domanda anche sulla sua idea di calcio da bordo campo. All’accostamento “grande difensore, stile difensivo” risponde:

No. No. Sono un allenatore di calcio. Un allenatore che chiede ai giocatori di giocare, un allenatore che chiede intensità con la palla e senza la palla, perché alla fine il calcio è tempo e i calciatori devono capire che se gioco intensamente quando non ho la palla, rubo del tempo l mio avversario. E questo è un bene per me. Quando ho la palla, devo trovare spazio per avere più tempo per pensare. Sono cose semplici, cose di cui si parla sempre nel calcio, ma la cosa più importante è spiegarle sempre ai giocatori. Ci sono persone che lo rendono molto semplice, persone che lo rendono molto complicato, ma il calcio è questo e nessuno inventerà nulla.

(Fonte immagine in evidenza: profilo Twitter @CyrilDimore)

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Kjaer: “Non sto bene, giusto lasciarmi fuori”

Pubblicato

:

Kjaer

Dopo la sconfitta di sabato della Danimarca, contro la Francia, per 2-1, Simon Kjaer ha concesso un’intervista a La Gazzetta dello Sport.

L’ex difensore di Roma e Palermo ha parlato così nel post partita: “Non sto bene, non posso giocare 90’, giusto sia stato fuori. Mbappé è incredibile, mai visto nessuno così veloce. Non ho parlato di rinnovo con Giroud ma penso resti con noi un altro anno”.

Il classe ’89 ha subito un lungo calvario con il Milan questa stagione, giocando la metà delle gare disputate in campionato. Anche al Mondiale Kjaer non è parso molto in forma, come confermato dal diretto interessato.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Cafu sicuro su Paquetà: “Al Milan troppe responsabilità”

Pubblicato

:

Paquetà

Cafu, storico terzino e leggenda di Roma e Milan ha rilasciato un’intervista ai microfoni della Gazzetta dello Sport.

Il Pendolino della fascia destra ha vestito in 143 occasioni la maglia del Brasile, che attualmente conta molti giocatori provenienti dalla Serie A. A questo proposito, la domanda su Lucas Paquetà, un ex in questo caso, che ha vestito la maglia del Milan, club che lo ha portato in Europa per primo, e attualmente al West Ham.

Queste le parole di Cafu sul calciatore: Lucas era troppo giovane quando arrivò al Milan, e il Milan gli diede troppe responsabilità. Avrebbe avuto bisogno di più tempo. Adesso ha più personalità e sa come stare in campo”. Il Milan ha portato in Italia Paqueta a 22 anni per poco più di 38 milioni dal Flamengo. Il calciatore non è riuscito ad esprimere il suo pieno potenziale e a mostrale la sua piena personalità. Al Lione, in Francia, ha trovato una sua dimensione, e al West Ham il brasiliano è letteralmente esploso. Il Milan ne ha fatto a meno per 23 milioni, nel 2020, salvo essere poi stato ceduto dal Lione agli inglesi in questa sessione di mercato estiva per quasi 43 milioni di euro.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Il Camerun accetta la richiesta di Onana, il portiere lascerà il Qatar

Pubblicato

:

Onana

Emergono ulteriori dettagli sulla situazione legata ad André Onana e al Camerun.
Nonostante le parole del Ct Song, che ha dichiarato che si sarebbe nuovamente confrontato con il portiere dell’Inter per evitare il suo prematuro rientro, arriva una notizia decisamente inaspettata.
Secondo quanto riportato da Nicolò Schira su Twitter, infatti, la Federcalcio del Camerun ha accettato la richiesta di Onana di lasciare il ritiro, per disaccordi con il tecnico.
Ulteriori novità si sapranno nelle prossime ore, ma il Mondiale del portiere dell’Inter sembra già finito.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Francia, Benzema potrebbe rientrare per giocare in Qatar: le ultime

Pubblicato

:

Clamorosa indiscrezione lanciata da Gianluca Di Marzio sul suo sito. Secondo il noto giornalista sportivo Karim Benzema potrebbe riuscire a recuperare dall’infortunio e giocare con la Francia al Mondiale.
L’attaccante del Real Madrid, infatti, nonostante l’infortunio farebbe ancora parte della lista comunicata dal Ct francese Deschamps, quindi potrebbe giocare in caso di recupero.
Già in questa settimana Benzema potrebbe riuscire a tornare ad allenarsi, un’ottima notizia per la Francia e per il Mondiale, che ritroverebbe il fresco vincitore del Pallone d’Oro 2022.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969