Connect with us
Capello su Qatar 2022: "Addio al tiki-taka e al falso nueve"

Flash News

Capello su Qatar 2022: “Addio al tiki-taka e al falso nueve”

Pubblicato

:

Capello

L’allenatore e opinionista di Sky Fabio Capello ha concesso un’intervista a Il Messaggero dove si è esposto su Qatar 2022.

L’ex centrocampista ha toccato diversi punti lungo tutta l’intervista; ecco i passaggi più significativi e le sue dichiarazioni:

Sul  sistema di gioco

È il torneo in cui si celebra la fine del tiki-taka. La Spagna ha detto addio al falso nueve. Si tratta di una formula che può funzionare in alcuni casi e in alcuni contesti, ma non può diventare un vero e proprio sistema. La figura del centravanti resta fondamentale”.

Sul possesso palla

“Qui si torna a un mio vecchio concetto: il possesso palla, quando non è sorretto dalla velocità, diventa stucchevole e improduttivo. Il calcio di Guardiola si è evoluto rispetto a dieci anni fa. E in ogni caso, vogliamo ricordare che quel Barcellona aveva fuoriclasse come Messi e Iniesta da aggiungere a quel copione?”.

Fine dell’era CR7

“Il suo problema è l’età, fra due mesi avrà 38 anni ed è normale una gestione diversa. Basta vedere le prestazioni di Mbappé, che viaggia a velocità supersoniche e abbina una potenza di tiro allucinante”.

Su Goncalo Ramos

“Non si segna mai per caso in Champions, nè tanto meno 3 tre reti al Mondiale. Sicuramente significa che possiedi qualcosa di speciale. Aveva una pressione enorme addosso ed è per questo che ha fatto una prestazione straordinaria”.

Sulla big del torneo

“I francesi hanno un fenomeno là davanti che è Mbappé. Anche Griezmann, il vero sostituto di Kanté, e Giroud stanno facendo qualcosa di eccezionale. L’Argentina cresce e Messi sa ancora fare la differenza. Dell’Olanda non capisco invece le critiche a Van Gaal, sta cercando di sfruttare il potenziale che ha a disposizione. Il Brasile è superiore alla Croazia ed è capace di proporre un calcio enorme e veloce”.

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Chiesa sull’infortunio: “Non sentivo più il ginocchio, ero disperato”

Pubblicato

:

Federico Chiesa, vittima della lesione del legamento crociato del ginocchio sinistro, ha raccontato il suo infortunio nel suo documentario.

Nel documentario Back on Track, in onda su Amazon Prime Video, Federico Chiesa ha raccontato la brutta esperienza passata durante Roma-Juventus del 9 gennaio 2022.

LA DINAMICA“Stavo per calciare, mi entra Smalling e sento una fitta pazzesca al ginocchio. In un primo momento pensavo mi fossi strappato un tendine, vado a terra e sento il ginocchio che si spegne. Entra il campo il dottore e gli ho detto che non mi sentivo più il ginocchio“.

“Ho deciso di provare a rientrare, ma ad ogni passo sentivo ‘stock’. Al primo cambio di direzione ho sentito questo suono ma più forte, come se il ginocchio uscisse dall’articolazione, mi sono accasciato a terra. Mani nei capelli, si avvicina Lorenzo Pellegrini e gli ho detto: ‘Me lo sono spaccato tutto‘.

“Ho iniziato a piangere appena il dottore mi ha praticato una sorta di mossa per vedere se il crociato teneva o meno. Si è gelato e ha scosso la testa. Ho iniziato a disperarmi, a piangere, non servono neanche le parole in quei momenti“.

Continua a leggere

Flash News

Thiago Motta in conferenza: “Aspettiamo Arnautovic, Barrow resta qui”

Pubblicato

:

A due giorni dalla sfida in trasferta contro la Fiorentina, Thiago Motta ha parlato in conferenza stampa del match.

VIETATO MONTARSI LA TESTA“Niente è cambiato fino a quello fatto fino ad oggi, piedi per terra e siamo concentrati e focalizzati sulla Fiorentina per fare il meglio“.

SULLA FIORENTINAÉ una grande squadra dovremo essere bravi sulle seconde palle, pressano alto e non ti fanno giocare, dovremo giocare veloce, stare molto attenti a dare una mano al compagno che avrà la palla, attaccare la profondità sui centrali che hanno molto coraggio. In attacco hanno giocatori importanti che possono fare la differenza“.

GLI INDISPONIBILI“Per il momento non rientrano, vedremo quando rientrerà Arnautovic e in che condizione sarà per capire quando tornerà con la squadra“.

SU BARROW“Come tutti gli altri e si sono allenati, si mette in condizione per poter giocare. Ogni settimana le cose possono cambiare. Anche per la richiesta di mercato, non si muove“.

Continua a leggere

Flash News

Sirigu e Brekalo si presentano alla Fiorentina: la conferenza stampa

Pubblicato

:

Salvatore Sirigu e Josip Brekalo si presentano ai tifosi della Fiorentina dopo i loro acquisti nella sessione di calciomercato invernale.

SIRIGU: “QUI PER IL VALORE DEL CLUB”

I MOTIVI DELLA SCELTA“È spuntata questa possibilità, ci abbiamo riflettuto ed è sembrata la miglior cosa per il momento. Lascio Napoli con dispiacere, ma significa anche quale valore abbia la Fiorentina“.

IMPRESSIONI SUL CLUBUna squadra forte, in allenamento ho trovato tanto agonismo in tutti gli effettivi e questo non è semplice. Qualcosa da migliorare c’è sicuramente ma ho visto grande voglia e determinazione per allenarsi bene e preparare al meglio le partite”.

OBIETTIVO CONFERENCE LEAGUE“La competizione può essere esaltante, si è visto con la Roma, dobbiamo assolutamente pensare di dare il 100%“. Ma bisogna affrontare al meglio tutte le competizioni”.

FEELING CON I NUOVI COMPAGNITanti compagni già li conoscevo per la nazionale, con Mandragora ho giocato assieme a Torino. E poi anche se da avversari negli anni c’è sempre stato rispetto e qualche chiacchiera c’è stata”

BREKALO: “LA FILOSOFIA DEL CLUB MI RISPECCHIA MOLTO”

RITORNO IN ITALIA“Non era semplice, al Wolfsburg è arrivato un allenatore che mi conosceva già da prima. Mi mancava un ultimo anno di contratto e mi aspettavo di giocare e andare al Mondiale, ma non mi è riuscito. Dopo 2-3 mesi ho capito che la situazione non era bella, volevo cambiare e tornare in Italia. Dopo il Torino, la Fiorentina era il miglior step“.

SENTIMENTI E MOTIVAZIONISono in una buona forma fisica. Certo, non giocando da 2-3 mesi non posso essere al massimo ma non ho mai avuto infortuni e mi sono sempre allenato. Quando arriverà il mio momento sarò pronto. Giocando in un grande club come la Fiorentina è normale avere concorrenza, ma giochiamo talmente tante partite che sicuramente toccherà a me”.

RUOLO PREFERITOHo sempre giocato con il 4-3-3, anche se l’anno scorso a Torino con Juric si giocava con due punte e un trequartista. Io comunque ho sempre agito sul lato sinistro, seppure abbia giocato pure a destra e mi trovi bene in ogni posizione davanti. Prima entrerò nel sistema prima potrò fare grandi partite”.

Continua a leggere

Flash News

Moggi a bordocampo per Juventus Napoli primavera: la Procura federale indaga

Pubblicato

:

Moggi

La presenza di Moggi a bordocampo nella partita tra Juventus e Napoli primavera è stata tutto fuorchè lecita. L’ex dirigente della Juventus, radiato da tutte le federazioni Italiane dopo Calciopoli, non può presentarsi all’interno dei territori delle squadre appartenenti alla Federcalcio italiana.

Di conseguenza, la sua presenza a una partita anche delle giovanili non è possibile. Perciò la procura, guidata dal procuratore capo Giuseppe Chinè, ha intenzione di andare fino in fondo alla faccenda per giudicare di chi è la colpa di questa violazione delle regole.

Nei giorni scorsi Chinè ha contattato il direttore del settore giovanile della Juventus, Gianluca Pessotto, per stabilire le responsabilità dell’accaduto.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969