Dove trovarci

Caster Semenya come Bolt: si dà al calcio

Caster Semenya, la mezzofondista sudafricana vincitrice di due ori olimpici e tre mondiali, dopo mesi di polemiche e tribunali ha deciso di sospendere, almeno per il momento la propria carriera atletica e di diventare una calciatrice a tutti gli effetti, seguendo l’esempio del suo collega Usain Bolt. La decisione di abbandonare lo sport che le ha dato le più grandi soddisfazioni della sua vita è arrivata dopo mesi di vani ricorsi presentati alla IAAF, la federazione internazionale di atletica che ha implementato gli standard che limitano i livelli di testosterone nelle prove in cui l’atleta sudafricana è specialista.

Nel frattempo, dunque, data l’impossibilità di gareggiare a livelli agonistici in attesa di nuovi sviluppi e delle decisioni del TAS di Losanna, la Semenya ha firmato un contratto con una società del Sudafrica di calcio femminile, il JVW Soccer Club. Squadra con la quale, però, potrà scendere in campo solo dal 2020 poiché il termine ultimo per il tesseramento di nuove giocatrici è già scaduto. Un’esperienza davvero molto interessante della quale la stessa Semenya si è detta entusiasta.

“Sono grata per questa opportunità e apprezzo l’amore e il sostegno delle mie compagne e di tutto il team.”

(Fonte immagine in evidenza: profilo Twitter Caster Semenya)

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Calcio Internazionale