Dove trovarci

Catania, aggressione a Lo Monaco: la decisione della società

Una vile aggressione a dominare la scena di un pre partita, quello fra Catania e Potenza, che dovrebbe solo trattare di calcio giocato. Ma il folle atteggiamento da parte di una decina di individui non può non essere riportato e condannato.

È successo tutto nel corso della mattinata, quando l’AD del Catania Pietro Lo Monaco, accompagnato dal medico sociale, stava raggiungendo Potenza per unirsi alla squadra e assistere alla partita di Coppa Italia di Serie C. L’aggressione ha avuto luogo all’interno del traghetto da Messina a Villa San Giovanni, quando una decina di individui a viso incappucciato ha aggredito il dirigente.

Un colpo al volto e diverse ferite riportate, con il dirigente del Catania tornato a casa a Villafranca Tirrena dopo aver denunciato l’accaduto alla polizia.

SI GIOCA REGOLARMENTE

Il Catania dopo l’aggressione avrebbe voluto immediatamente sospendere l’incontro. Tuttavia la partita, alla fine, verrà disputata regolarmente, alle 15 al Viviani di Potenza.

Camaleontico è stato l’atteggiamento della società etnea. Un doppio comunicato, infatti, è stato emesso dalla squadra, che prima aveva dichiarato l’intenzione di non disputare l’incontro, salvo poi tornare sui suoi passi.

“La vile e vergognosa aggressione subita oggi dall’Ad Pietro Lo Monaco da parte di ultras catanesi a bordo della nave traghetto durante il viaggio per raggiungere Potenza, già prevedibile alla luce dello striscione intimidatorio esposto in città e di quanto denunciato dal nostro amministratore delegato in occasione della conferenza stampa di ieri, ci obbliga a fermarci. Conseguentemente, la squadra rientra a Catania”.

Questa la prima nota ufficiale della società. La volontà delle parti, tuttavia, è stata poi quella di non cedere alle prepotenze di figure solamente da condannare. Decidendo, dunque, di disputare regolarmente l’incontro.

“L’amministratore delegato Pietro Lo Monaco, pur profondamente scosso, ritiene infatti che alla violenza sia necessario e doveroso reagire coraggiosamente con lo sport. Al contempo, il Calcio Catania annuncia che nelle prossime ore sarà presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Catania, avente ad oggetto i numerosi fatti d’odio e di scellerata istigazione all’odio registrati in questi mesi”.

(Fonte immagine di copertina: profilo instagram @calciocatania)

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Flash News