Connect with us

Generico

Cesare Casadei, il gioiellino dell’Inter Primavera: è l’MVP di dicembre

Pubblicato

:

casadei

In questa stagione il Campionato Primavera è estremamente divertente ed imprevedibile. Dietro l’egemonia della Roma è tutto incredibilmente equilibrato, basti pensare che solamente 5 punti distanziano le zone play-off e play-out.

Una delle squadre che ha avuto un andamento alquanto altalenante è l’Inter. Nel mese di dicembre ha continuato il suo percorso, non troppo lineare, per la conquista di un posto ai play-off, ottenendo 7 punti in 4 partite. Il giocatore che ha maggiormente inciso, dando un’ennesima conferma di talento, è Cesare Casadei.

 

PRESTAZIONI

Napoli-Inter 0-2: dopo 20 minuti di gioco Casadei, capitano di giornata, sblocca la partita colpendo di testa con precisione su una palla vagante, in seguito agli sviluppi di un corner. La difesa del Napoli sale con colpevole ritardo e lui è abile a rimanere in gioco. Verso il 70’, con la difesa partenopea schierata, Casadei gestisce palla sul versante destro, ha poco spazio ed è spalle alla porta; con una pregiata giocata di tacco supera la marcatura di Hysaj e conquista il fondo per poi servire un preciso assist a Satriano che deve solamente spingere la palla in rete.

Inter-Genoa 2-2: anche in questa partita è lui a sbloccare il parziale, con un gol da vero rapinatore d’area. Dalla sinistra proviene un preciso cross di Carboni che Curatolo colpisce di testa; Corci, estremo difensore del Genoa, respinge la palla ma non può nulla sul lesto tap-in di Casadei. Nel corso di una pirotecnica e spettacolare partita prova a raddoppiare in più di un’occasione, ma le sue conclusioni finiscono fuori dallo specchio.

Lecce-Inter 2-1: i nerazzurri si schiantano contro un Lecce solido, compatto e propositivo. Nella prima frazione di gioco i padroni di casa si portano in vantaggio di due gol, rendendo evanescenti gli attacchi dell’Inter. I salentini, con micidiali ripartenze, sfiorano più volte il terzo gol. Casadei ed Iliev sono i nerazzurri maggiormente propositivi: il primo sfiora il gol con un tiro a giro dal limite e con un pericoloso colpo di testa; il secondo, a pochi minuti dalla fine, accorcia le distanze svettando di testa da corner.

Inter-Torino 3-1: è sempre Casadei a sbloccare il match, finalizzando una splendida azione condotta da Jurgens e Abiuro. Il numero 8 accompagna bene la manovra, per poi concludere, di prima intenzione, con un tiro preciso che finisce nell’angolino alla destra del portiere. Nel proseguo del match la sua prestazione è magistrale, sia nel contenimento degli attacchi avversari sia nella gestione del pallone.

 

CHI È CESARE CASADEI?

Cesare Casadei è nato a Ravenna il 10 gennaio 2003 ed è uno degli elementi più interessanti del settore giovanile dell’Inter. Casadei nasce calcisticamente come mediano d’impostazione, per poi tramutarsi in un centrocampista moderno e completo.

Nel 2018 si trasferì all’Inter a parametro zero, in seguito al fallimento della sua ex squadra, il Cesena. Il suo profilo fu segnalato ai dirigenti dell’Inter dal tecnico Andrea Zanchetta. Nell’Under 16 di mister Borracina le sue prime prestazioni furono da subito convincenti, pertanto meritò le prime convocazioni e l’esordio in Under 17. Il suo apporto alla formazione di mister Christian Chivu risultò importante, infatti contribuì alla vittoria del campionato.

Nella stagione 2019-20 vi fu l’esplosione: nell’Under 17 si dimostrò immediatamente fuori categoria, collezionando 10 gol in 15 partite. Nella stessa stagione si stabilì in Under 19: esordì segnando un gol sia in campionato contro la Sampdoria (17 anni compiuti da pochi giorni), sia in Youth League contro il Rennes. A fine stagione è inserito dal quotidiano ‘The guardian’ nella lista dei 60 migliori talenti nati nel 2003, insieme agli altri italiani Fabio Miretti e Wilfried Gnonto (altro prodotto del settore giovanile dell’Inter).

Nella stagione successiva fu uno dei perni della squadra di mister Armando Madonna: con 10 gol e 3 assist in 30 presenze conquistò le luci della ribalta per le sue prestazioni ad impatto. Quest’anno, ritrovato mister Chivu in Under 19, sta vivendo una stagione monstre (al momento 19 presenze, 8 gol e 3 assist tra campionato e coppa), e ha attirato gli interessi di parecchi club della cadetteria (Crotone e Parma su tutti) che potrebbero garantirgli dell’importante esperienza in prima squadra.

 

CARATTERISTICHE TECNICHE

Cesare Casadei è una mezz’ala d’inserimento, in grado di giocare anche sulla trequarti. Con le sue movenze ed i suoi inserimenti all’insegna dell’imprevedibilità riesce costantemente a creare pericoli. È sempre pronto a riempire l’area di rigore avversaria, dove riesce ad essere incisivo con la sua fisicità e la sua abilità nel gioco aereo: infatti la sua imperiosa elevazione, preceduta dal terzo tempo, è un’arma micidiale.

Nonostante sia un centrocampista è caratterizzato da quel killer instinct tipico degli attaccanti, con il quale riesce a leggere in anticipo le traiettorie del pallone. Non dà punti di riferimento durante la costruzione: predilige galleggiare tra le linee alla ricerca dello spazio giusto per concludere, ma spesso si trova ad agire anche nelle zone più laterali di campo. Ha un senso tattico impeccabile che gli permette di farsi trovare al posto giusto quando deve finalizzare le azioni.

Risulta puntuale e roccioso nelle coperture difensive, eccellendo soprattutto nei contrasti. Distribuisce con rapidità e precisione il fraseggio della squadra, mettendo in mostra le sue invidiabili doti tecniche. Inoltre è in grado di dare verticalità al gioco, altra costante di imprevedibilità ed intelligenza tattica.

Casadei è un calciatore dinamico, prototipo del centrocampista funzionale ai diversi sistemi di gioco. Le sue caratteristiche ricordano quelle di Radja Nainggolan o Mario Pasalic. Nonostante sia ricercato da parecchie squadre in Serie B, le sue caratteristiche possono risultare importanti anche in ottica prima squadra. In questa stagione Simone Inzaghi ha già concesso l’esordio a due suoi compagni di squadra, Zanoli e Satriano, pertanto, alla ripresa del campionato, potrebbe offrire anche a lui una chance.

Fonte immagine di copertina: diritto Google creative commons

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

La FIFA apre un’indagine su quattro calciatori dell’Uruguay!

Pubblicato

:

Cavani attaccanti Juve

Una delle tante sorprese di questo Mondiale in Qatar è stata l’eliminazione dell’Uruguay. Al fischio finale della partita, in particolare quattro calciatori in maglia celeste (Muslera, Godin, Gimenez e Cavani) si sono avventati contro l’arbitro, reo di non essere stato impeccabile in alcune decisioni. In particolare Gimenez e Cavani, al fischio finale, sono andati dal direttore di gara e avrebbero rispettivamente dato una gomitata ad un membro della FIFA e aver ribaltato il monitor del VAR. La risposta della FIFA non si è fatta attendere, espressa tramite un comunicato ufficiale.

LA RISPOSTA DELLA FIFA

Di seguito le parole del comunicato:

La commissione disciplinare della FIFA ha avviato un procedimento contro l’AUF per potenziali violazioni degli articoli 11 (comportamento offensivo e violazione dei principi del fair play), 12 (cattiva condotta di giocatori e funzionari) e 13 (discriminazione) del codice disciplinare della FIFA in relazione agli incidenti durante la partita dei Mondiali tra Ghana e Uruguay del 2 dicembre. Sono stati aperti fascicoli separati contro i giocatori uruguaiani José María Giménez, Edinson Cavani, Fernando Muslera e Diego Godín per potenziali violazioni degli articoli 11 e 12 del Codice disciplinare FIFA in relazione agli incidenti verificatisi al termine della suddetta partita.”

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Il messaggio di Pelé per il suo Brasile: “Siamo insieme in questo percorso”

Pubblicato

:

Pelé

Il Brasile, alle ore 20:00 italiane, si incontrerà con la Corea per una gara valida per un pass per i quarti di finale del Mondiale in Qatar. Pelè, ex fuoriclasse brasiliano, ha mandato un messaggio alla Seleçao in occasione del match di oggi.

“VI SEGUIRÒ DALL’OSPEDALE”

Di seguito il messaggio di Pelè su Instagram:

Nel 1958, in Svezia, camminavo per le strade pensando di mantenere la promessa fatta a mio padre. So che molti della Nazionale hanno fatto promesse simili e sono anche alla ricerca del loro primo mondiale. Voglio ispirarvi amici miei. Guarderò la partita da qui all’ospedale e farò il tifo per ognuno di voi. Siamo insieme in questo percorso. Buona fortuna al nostro Brasile!”.

Nonostante le pessime condizioni di Pelè, l’ex fuoriclasse non fa altro che pensare alla propria Nazionale e a seguirla anche direttamente dall’ospedale.

 

Continua a leggere

Generico

Nuovo infortunio per Singo: il comunicato del Torino

Pubblicato

:

Torino

L’esterno del Torino Wilfried Singo ha accusato un nuovo infortunio che lo terrà ai box nei prossimi giorni. A riguardo è appena uscito un comunicato da parte del club granata che ne specifica i tempi di recupero.

SINGO KO: I TEMPI DI RECUPERO

Di seguito il comunicato del Torino:

Ivan Juric ha diretto una sessione tecnica cui hanno preso parte tutti i calciatori attualmente a disposizione ad eccezione di Singo. Gli accertamenti strumentali cui è stato sottoposto l’esterno granata hanno evidenziato una lesione di primo grado del bicipite femorale destro. La prognosi verrà valutata secondo l’evoluzione clinica dell’infortunio”.

Singo resterà quindi ai box circa venti giorni e cercherà il recupero per la ripresa del campionato per la partita contro l’Hellas Verona che si disputerà il 4 gennaio 2023.

Continua a leggere

Calciomercato

Scalvini sempre più nel mirino delle big, la Dea detta le condizioni

Pubblicato

:

Scalvini

Dopo un’ottima prima parte di campionato, che sono valse le chiamate anche di CT Mancini, Giorgio Scalvini sta diventando sempre più l’uomo mercato del momento.

Classe 2003, sotto la guida Gasperini sta coltivando sempre più esperienza, che lo sta facendo crescere ogni match.

Molto giovane e molto bravo, tanto che molti club europei hanno messo gli occhi sul gioiello atalantino.

Come riportato da tuttomercatoweb.com, l’Inter sarebbe stata una delle prime a muoversi, ma la richiesta dell’Atalanta rimane elevata.

Anche il Bayern Monaco pare ci stia provando, ma l’Atalanta pare non faccia sconti e, per fare partire Scalvini, pare che la cifra richiesta sia sui 40 milioni di euro.

L’Atalanta per ora si coccola il suo ragazzo, che punta ad essere un altro dei tanti giovani che la dea è riuscita a far diventare grandi giocatori.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969