Connect with us

Calcio Internazionale

Champions League, 5 grandi goleade agli ottavi di finale

Pubblicato

:

Johnson

La Champions League comincia a delinearsi. Dopo i due ottavi di ieri sera, nella giornata odierna verranno giocate altre due partite, così da completare il primo quadro dei quarti, in attesa delle sfide di settimana prossima. Nella storia della massima competizione europea nel primo turno a eliminazione diretta ci sono stati diversi risultati roboanti, soprattutto negli ultimi anni: 5-0, 6-0, 7-1, tanti ottavi di finale sono finiti così. In questo approfondimento andremo a ripercorrerne alcuni, più precisamente cinque, che hanno lasciato un segno indelebile nella storia della Champions League.

1. WERDER BREMA-LIONE, 2004-05

Una squadra insolita per una vittoria roboante. Ci si può aspettare il Real Madrid, il Barcellona, il Bayern Monaco, ma il Lione è alquanto strano che possa stravincere in Champions League, visto anche il palmares internazionale. Comunque, nella Champions League 2004-05, tanto per capirci, la finale di Istanbul, la squadra francese distrusse i tedeschi del Werder Brema, per un totale tra andata e ritorno di 10 a 2. Il primo match finì con un netto 3-0, ma al ritorno il Lione prese il largo, vincendo per ben 7-2. Wiltord segnò tre reti, mentre Essien mise a referto una doppietta e a completare l’opera ci pensarono Malouda e Berthod. Micoud e Ismael resero meno amara la partita dei verdi, nonostante l’umiliazione subita.

2. BAYER LEVERKUSEN-BARCELLONA, 2011-12

Non poteva mancare di certo all’appello il club spagnolo, esperto di risultati roboanti. La storia non cambia, un’andata nella norma, 1 a 3, e un ritorno che si trasforma in un bagno di sangue. Al Camp Nou finì 7-1, nella notte che consacrò definitivamente Messi, per chi ancora era scettico, come uno tra i migliori calciatori che questo sport abbia mai visto. Cinque reti per la Pulga, che segnò in tutti i modi possibili, con una freddezza glaciale, mentre gli altri due gol furono siglati da Pedro, di Bellarabi invece il gol della bandiere delle Aspirine.

3. BAYERN MONACO-BASILEA, 2011-12

Protagonisti i tedeschi, assoluti dominatori di questa speciale classifica. E pensare che nella partita di andata gli svezzi riuscirono anche a battere i rossi per 1-0 grazie ad una rete di Stocker. Il match di ritorno fu però un massacro: 7-0 per i bavaresi, un risultato abbastanza inaspettato vista la partita di andata, ma gli svizzeri non riuscirono in nessun modo a fermare l’impeto del Bayern Monaco. Poker di uno straripante Mario Gomez, doppietta di Robben e ciliegina sulla torta la rete di Thomas Muller, giusto in tempo per decretare la sconfitta più ampia nella storia ad eliminazione diretta della Champions League.

4. BAYERN MONACO-ARSENAL, 2017.18

Per la seconda volta il Bayern Monaco si palesa come carnefice di un povero avversario. Questa volta però a sorprendere, oltre al risultato, è l’avversario, perché se i precedenti rivali erano squadre nettamente inferiori, l’Arsenal di Wenger, seppur a fine ciclo, era una squadra storica, tra le migliori d’Inghilterra. Ma i tedeschi, con la solita ferocia e cattiveria calcistica, annientarono i poveri inglesi, con un doppio 5-1, attori principali, neanche a dirlo, Robert Lewandowski, Arjen Robben e Thomas Muller, cannibali delle goleade della Champions League e non solo.

5. MANCHESTER CITY-SCHALKE 04, 2018-19

Cambiano i protagonisti, ma il risultato non cambia. Ex aequo, come peggior sconfitta di una fase ad eliminazione diretta c’è la sfida tra gli inglesi e i tedeschi, partita cronologicamente molto più recente. Anche qui la partita di andata, in Germania, fu un match giocato quasi alla pari, nonostante il dislivello tecnico tra le due squadre, il risultato infatti fu di 3-2 per i Citizens. All’Etihad Stadium la musica cambiò e non di poco. Un netto 7-0, con tutto l’attacco, compresi i subentranti, del Manchester City a segno, uno dopo l’altro, mentre il povero Fahrmann raccoglieva i palloni dalla rete in continuazione.

Oltre a questi match sarebbe da menzionare anche il Real Madrid, più volte uscito dal campo con goleade e il Manchester United, che nel periodo fiorente, non conosceva rivali.

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

La FIFA pensa alla modifica della fase a gironi del Mondiale del 2026

Pubblicato

:

Qatar 2022 sarà l’ultimo Mondiale a 32 squadre. Nel 2026, i posti per il torneo più importante al mondo a livello calcistico infatti saranno addirittura 48.

Proprio per la prossima rassegna iridata, la Fifa starebbe pensando a delle modifiche del format. Secondo il Guardian Sport, l’idea iniziale sarebbe stata quella di formare 16 gironi da 3 squadre ognuno, mentre starebbe prendendo piede l’ipotesi di organizzare il torneo con 12 gironi da 4.

Per un Mondiale che deve finire e che non ci sta privando di sorprese, uno nuovo sta per nascere.

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Courtois rabbioso: “Non chiamateci «Generazione d’Oro»”

Pubblicato

:

Courtois

Non chiamateci «Generazione d’Oro», non abbiamo vinto niente“. Queste le dure parole del numero 1 belga Thibaut Courtois nel postpartita contro la Croazia.

Courtois ha espresso tutta la sua delusione e il rammarico: la cosiddetta «Generazione d’Oro», nei fatti, non ha mai portato a casa trofei. La partita con la Croazia ha sancito l’eliminazione dal Mondiale della Nazionale belga, che ha chiuso il girone al terzo posto a -1 proprio dagli avversari di oggi.

Sarebbe stata fondamentale una vittoria per il Belgio, ma il pareggio a reti bianche ha consegnato il pass per gli ottavi agli uomini di Zlatko Dalic.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Müller annuncia: “Al 99% oggi ultima partita con la Germania”

Pubblicato

:

Pronostico Costa Rica-Germania

Serata da dimenticare totalmente per la Germania, che per la seconda volta consecutiva vede interrompersi il percorso Mondiale ai gironi. Decisiva la vittoria del Giappone contro la Spagna, che con i 3 punti di stasera si prende anche la vetta del gruppo E. La Germania termina il girone al terzo posto con 4 punti, al pari della Spagna, che però si qualifica grazie alla differenza reti. Nel postmatch Thomas Müller si è dichiarato pronto a chiudere la carriera con la Nazionale: “Al 99% è stata la mia ultima partita con la Germania“, ha dichiarato a Sky Sport DE.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Camerun-Brasile, il ct Song suona la carica: “Per noi una finale”

Pubblicato

:

Ghana

Nella vigilia del match contro il Brasile, nella consueta conferenza stampa pre-partita, il ct del Camerun, Rigobert Song, ha ribadito più volte l’importanza della gara contro la nazionale verdeoro. La partita potrebbe risultare fondamentale per i camerunensi, che con un’ ipotetica vittoria ed una sconfitta della Svizzera potrebbero strappare il pass per gli ottavi di finale. Da tenere d’occhio anche il possibile incrocio con la Serbia, che si trova a pari punti con il Camerun ma svantaggiata dalla differenza reti. Ecco le parole di Song:

“Ci stiamo preparando con l’obiettivo di superare il primo turno di questo Mondiale. Conosciamo molto bene il Brasile, la nostra prima sfida è vedere, non come si comporteranno loro, ma come ci comporteremo noi. Hanno un vantaggio legato al fatto di essere già qualificati. Non dobbiamo pensare che schiereranno la loro seconda squadra perché si sono già qualificati, la cosa più importante è come ci avviciniamo a questa partita. Per noi sarà una finale e dovremo fare di tutto per ottenere i 3 punti. Poi vedremo cosa succede dopo. Il messaggio che mando ai giocatori è di lottare e impegnarsi di più, la battaglia è più psicologica. Il risultato è importante e so che i miei giocatori possono farcela se puntano su concentrazione e determinazione. Al livello più alto, quando hai un momento di deconcentrazione, può essere costoso. Si tratta di essere concentrati e avere la determinazione per permetterci di prendere i 3 punti”.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969