Dove trovarci

Flash News

Champions League: le probabili formazioni di Milan e Inter

Champions League: le probabili formazioni di Milan e Inter

Dopo Juve e Atalanta, questa sera parte la Champions anche per le due sponde di Milano.

L’Inter affronterà il Real Madrid nella loro prima sfida del girone D, mentre il Milan è volato ad Anfield per dare battaglia al Liverpool.

I nerazzurri potranno contare sul recupero di Bastoni in difesa, dopo l’ennesimo infortunio di Sensi che si conferma tormentato da problemi fisici.

Pioli invece dovrà fare a meno di Ibrahimovic causa infiammazione al tendine achilleo accusato dopo la partita contro la Lazio, e ancora non smaltita a dovere.

Due notti da cuori forti per entrambe le squadre di Milano, con i Campioni d’Italia chiamati a far meglio dello scorso anno, mentre il Milan vuol far capire fin da subito che il Diavolo è tornato.

I PROBABILI 22 DI ANFIELD

Questa sera alle 21.00 ad Anfield va in scena la sfida dal sapore storico tra Liverpool e Milan.

Dopo 7 anni di lontananza i rossoneri ricevono poche carinerie di bentornato in una competizione che per anni è stata la loro casa, capitando in un girone d’acciaio.

La squadra di Klopp è partita forte in questa Premier, subendo solamente un gol in quattro partite con la convinzione di aver riformato l’armata di due anni fa.

Il Milan vuole stupire ancora e, dopo un avvio di campionato a punteggio pieno e con manovre degne del miglior “Piolismo“, vuole imporre il suo gioco anche in Champions.

Come detto, il tecnico rossonero dovrà fare a meno di Ibrahimovic per la prima in Champions, rimasto a Milanello in vista del big-match con la Juventus.

Davanti quindi ci sarà spazio per uno tra Rebic e Giroud, dietro di loro il trio composto da Saelemaekers, Brahim Díaz e Rafael Leao, con la mediana affidata ai muscoli ed alle geometrie di Kessié e Bennacer.

La difesa come da copione, con Theo, Kjaer che torna titolare al fianco di Tomori dopo una partita di riposo e Calabria a chiudere il pacchetto, con i pali affidati al solito Mike Maignan.

I Reds invece fanno i conti con l’assenza di Firmino, assieme all’infortunio del classe 2003 Elliot.

Klopp affiderà la porta sempre al solito Alisson, con la linea a quattro davanti a lui formata da Alexander-Arnold, Van Dijk, Matip e Robertson, capitan Henderson in mediana assieme a Fabinho e Thiago, ed in attacco l’imprescindibile Salah, Diogo Jota e Manè.

LUCI A SAN SIRO: ARRIVANO I BLANCOS

Ancelotti torna a San Siro per sfidare la nuova Inter di Inzaghi, in un match che ha quasi il sapore di derby.

I nerazzurri freschi di tricolore sul petto, sono partiti collezionando 7 punti in tre partite, con l’ultimo pareggio contro la Samp che ha un po’ frenato l’iniziale entusiasmo.

I Blancos hanno iniziato a valanga, segnando ben 13 gol in 4 partite e portandosi momentaneamente al primo posto in Liga.

Inzaghi si dovrebbe affidare all’undici titolare già visto in campionato a Marassi, con l’unico probabile cambio tra Di Marco e Bastoni.

Consueto 3-5-2 con Handanovic tra i pali, De Vrij, Skriniar e Bastoni in difesa, Brozovic vertice basso del centrocampo, con Calhanoglu e Barella ai suoi lati e Darmian-Perisic sulle fasce.

L’attacco sarà affidato con tutta probabilità all’esperienza di Dzeko e alla classe di Lautaro, ma attenzione al ballottaggio tra il bosniaco e Correa.

Il Real invece, arriva a San Siro con qualche perdita importante tra i titolari: a Milano infatti non ci saranno Bale, Kroos, Ceballos, Mendy e Marcelo.

In questo avvio di stagione però, Ancelotti sembra aver trovato un equilibrio in attacco che non si affida solo alle giocate di Benzema.

Vinicius Jr infatti, ha collezionato fino ad ora 4 gol in 4 partite, meglio di lui in Liga solo il francese (5), a confermare il grande momento dell’attacco blancos.

I probabili undici dovrebbero recitare Courtois in porta, Carvajal, Militao, Nacho ed Alaba in difesa, Valverde, Casemiro e Modric sulla metà campo, con Hazard, Benzema e Vinicius a chiudere.

L’unico dubbio che ancora permane per gli ospiti, è quello tra Hazard e Asensio, con il belga in leggero vantaggio.

A Milano son tutti pronti per riascoltare le note della Champions, ma ad entrambe le formazioni non sarà di certo lasciata vita facile.

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Flash News