Connect with us
Champions League: sorride la Juve di Sarri, il Bayern ne fa sette!

Calcio Internazionale

Champions League: sorride la Juve di Sarri, il Bayern ne fa sette!

Pubblicato

:

È stata la Champions League delle big. Per una giornata, con molte più emozioni che sorprese. 21 gol che la dicono lunga, e forse neanche tutta, su queste sei gare serali che vedono la vittoria delle grandi nell’Europa, tanto per cambiare, “dei grandi”.

Arrivano contro il Bayer Leverkusen i primi tre punti europei della nuova Juventus targata Sarri, che riscatta così la beffa del Wanda Metropolitano e vola in testa alla classifica a pari merito con l’Atletico Madrid. Decidono i gol di Higuain Bernardeschi e Cristiano Ronaldo.

Vince anche il PSG di Tuchel, che sbanca Istanbul stendendo il Galatasaray e ipoteca la qualificazione portandosi a punteggio pieno (a più quattro sulla seconda!). Da segnalare, ancor più che il parziale, la rete del neo-acquisto Mauro Icardi. Un gol da buon auspicio, da ottimo biglietto da visita, che fa sperare argentino e tifosi: chissà che il classe ’93 non trovi all’ombra della Tour Eiffel la dimensione perfetta.

9 gol nel big match della serata tra i campioni di Germania del Bayern Monaco e i vice-campioni d’Europa del Tottenham. Il parziale è tutto a favore dei tedeschi, che tornano in Baviera con un memorabile 2-7, che palesa la veste spietata e al contempo divertente della formazione capitanata da Kovac. Nel ricco tabellino dei rossazzurri, spiccano i nomi di uno scatenato Gnabry (4 i gol per lui) e Lewandowski, autore di una doppietta. Tottenham non pervenuto, e ora ufficialmente in crisi.

Vittoria esterna per l’Atletico Madrid, con un tondo 0-2 ai danni della Lokomotiv Mosca che porta i nomi di Joao Felix, autore dell’ennesima prestazione da gigante, e del mediano Thomas, insolitamente nelle vesti di marcatore.

Ora è ufficiale, l’osso duro della nuova edizione di Champions League ha un nome, anzi, in realtà due: si chiama Dinamo Zagabria, viene dalla Croazia, e dopo la larga vittoria con l’Atalanta dà filo da torcere a un Manchester City che vince di misura grazie ai gol di Sterling e Foden nella ripresa. La rete della freccia britannica conferisce ai Citizens le chiavi del passaggio alla fase a eliminazione diretta.

Tre minuti per decidere una partita e non perdere il passo del Bayern, dalla falcata ben più lunga. Il motto dello Stella Rossa, che ne ha fatto un imperativo battendo in casa l’Olympiacos per 3-1. I serbi ribaltano la gara dopo lo svantaggio del primo tempo, e agli sgoccioli della gara firmano la rimonta: decisivi i gol di Milunovic e Boakye.

I TABELLINI

GALATASARAY-PSG 0-1

52′ Icardi

GALATASARAY (4-5-1): Muslera; Mariano, Luyindama, Marcao, Nagatomo; Belhanda, Nzonzi, Donk, Seri, Babel; Falcao. All: Terim

PSG (4-3-3): Keylor Navas; Meunier, Thiago Silva, Kimpembe, Bernat; Gueye, Marquinhos, Verratti; Sarabia, Icardi, Di María. All: Tuchel

Ammoniti: Icardi (P), Di Maria (P), Marcao (G)

GIRONE B

TOTTENHAM-BAYERN MONACO 2-7

12′ Son (T), 15′ Kimmich (B), 45′ e 87′ Lewandowski (B), 53′, 55′, 83′ e 88′ Gnabry (B), 61′ rig. Kane (T)

TOTTENHAM (4-3-1-2): Lloris; Aurier, Alderweireld, Vertonghen, Davies; Winks, Sissoko, Ndombele; Alli; Son, Kane. All: Pochettino

BAYERN MONACO (4-2-3-1): Neuer; Kimmich, Süle, Boateng, Pavard; Alaba, Tolisso; Coman, Coutinho, Gnabry; Lewandowski. All: Kovac

STELLA ROSSA-OLYMPIACOS 3-1

37′ Ruben Semedo (O), 63′ Vulic (S), 87′ Milunovic (S), 90′ Boakye (S)

STELLA ROSSA (4-4-1-1): Borjan; Gobeljic, Degenek, Milunovic, Rodic; Garcia, Cañas, Jovancic, van la Parra; Marin; Tomané. All: Milojevic

OLYMPIACOS (4-2-3-1): Sá; Torosidis, Meriah, Ruben Semedo, Tsimikas; Bouchalakis, Camara; Masouras, Benzia, Lovera; Guerrero. All: Pedro Martins

GIRONE C

MANCHESTER CITY-DINAMO ZAGABRIA 2-0

66′ Sterling, 95′ Foden

MANCHESTER CITY (4-3-3): Ederson; Cancelo, Otamendi, Fernandinho, Mendy; Gundogan, Rodri, David Silva; Bernardo Silva, Aguero, Mahrez. All: Guardiola

DINAMO ZAGABRIA (3-5-2): Livakovic; Théophile-Catherine, Dilaver, Peric; Stojanovic, Moro, Ademi, Dani Olmo, Leovac; Orsic, Petkovic. All: Bjelica

GIRONE D

JUVENTUS-BAYER LEVERKUSEN 3-0

17′ Higuain, 62′ Bernardeschi, 89′ Ronaldo

JUVENTUS (4-3-1-2): Szczesny; Cuadrado, Bonucci, de Ligt, Alex Sandro; Khedira, Pjanic, Matuidi; Bernardeschi, Higuain, Cristiano Ronaldo. All: Sarri

BAYER LEVERKUSEN (4-3-3): Hradecky; Weiser, Tah, S. Bender, Wendell; Aranguiz, Baumgartlinger; Demirbay; Havertz, Alario, Volland. All: Bosz

LOKOMOTIV MOSCA-ATLETICO MADRID 0-2  

48′ Joao Felix, 58′ Thomas

LOKOMOTIV MOSCA (4-1-4-1): Guilherme; Ignatyev, Howedes, Corluka, Rybus; Murilo; Zhemaletdinov, Barinov, Krychowiak, Joao Mario; Smolov. All: Semin

ATLETICO MADRID (4-4-2): Oblak; Arias, Felipe, Giménez, Lodi; Joao Felix, Thomas, Saul, Koke; Morata, Diego Costa. All: Simeone

(Fonte immagine di copertina: profilo Twitter ufficiale della UEFA Champions League)

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Rui Costa sul trasferimento di Enzo Fernandez: “Non ha mostrato alcuna voglia di restare”

Pubblicato

:

Rui Costa

Il presidente del Benfica Rui Costa ha rilasciato un’intervista sul portale Bwin Portugal. L’argomento principale dell’intervista è stato il passaggio dell’ex centrocampista dei lusitani Enzo Fernandez al Chelsea.

Ha parlato in primis di come lui ha reagito al volere di Enzo Fernandez di trasferirsi. Rui Costa voleva evitare ciò, ma il ragazzo è stato inamovibile nella sua scelta:

“Si è fatto tutto perché non accadesse. Sono triste per aver perso il giocatore, ma ho la coscienza pulita di aver fatto il meglio per il Benfica. Enzo non ha mostrato alcuna voglia di restare. Temevamo che qualcuno superasse la clausola, abbiamo provato a offrirgli un aumento, ma la proposta che il Chelsea ha fatto ad Enzo per noi era irrealizzabile”.

Il numero 1 del Benfica ha poi proseguito:

 “Dal momento in cui ha capito che avrebbero pagato la clausola, Enzo è stato intransigente. Abbiamo insistito, ma non ha mostrato alcuna disponibilità a proseguire al Benfica. Ho proposto al Chelsea di farlo restare fino all’estate per poi averlo ad un prezzo inferiore. Il giocatore, anche così, non ha voluto continuare al Benfica. Ed è qui che tutto è cambiato. Un giocatore che, anche con la possibilità di non perdere un euro e con un contratto sicuro con il Chelsea, non vuole restare, non potrebbe mai continuare a giocare al Benfica. Enzo Fernandez non sarebbe più potuto entrare negli spogliatoi“.

Ancora triste per il trasferimento del classe 2001, ma Rui Costa ora pensa al futuro del club. Sia per le prestazioni in campo, che fuori, per la sua crescita:

“Speravo che volesse lottare con noi per il titolo. Quando ho capito che non voleva, non volevo nemmeno che indossasse di nuovo la maglia del Benfica. Al Benfica, e questo vale anche per le giovanili, ci sono solo giocatori orgogliosi di vestire la maglia del Benfica. L’impegno è non battersi il petto quando torna utile. L’impegno è ciò che abbiamo fatto ad Arouca”.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Vidal ma che combini? Prima fa infuriare i suoi tifosi, poi si scusa

Pubblicato

:

Vidal serie a getty

Ancora una volta, Arturo Vidal è finito nell’occhio del ciclone.

Nell’ultima partita giocata dal suo Flamengo – finora dominatore del Campionato Carioca – contro il Boavista, vinta per 1 – 0 dai rossoneri, il centrocampista ex Inter e Juve, si è reso protagonista fuori dal campo. Il cileno non ha giocato nemmeno un minuto della partita, e ha scaraventato verso il campo un suo scarpino a fine partita sfogando in questo modo la sua rabbia.

La reazione non è stata ben accolta dai tifosi del Mengão. A questo gesto poi si aggiunge anche una frase detta in una diretta Twitch, riguardante un suo possibile ritorno in Cile, che ha fatto arrabbiare ancor di più, i tifosi del Flamengo:

“Se arrivasse il Colo Colo e volesse lottare per vincere la Copa Libertadores, ci andrei“.

Vidal ha scritto sui propri social, quindi, un messaggio di scuse verso i propri tifosi:

“Prima di tutto voglio scusarmi per la mia reazione durante la partita di ieri, quando non sono entrato in campo; preciso che ho sempre voluto giocare, visto che l’ho fatto in tutta la mia carriera, e so che a volte il mio istinto vince”.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

La trattativa tra Enzo Fernandez e Chelsea fa ricco anche il River Plate

Pubblicato

:

Milan, può arrivare Enzo Fernandez

Nell’operazione che ha portato Enzo Fernandez al Chelsea, ci ha guadagnato anche il River Plate, club che lo ha lanciato tra i professionisti.

Infatti, secondo quanto riportato da Fabrizio Romano dal proprio profilo Twitter, nella trattativa che ha portato il centrocampista classe 2001 a vestire la maglia del Benfica, nell’ultimo calciomercato estivo, il club argentino ha inserito anche una clausola della rivendita del 25 %. Oltre ai soldi incassati dalla sua cessione, dunque, il River incasserà altri 30 milioni circa.

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

L’agente di Kiwior sicuro: “Premier League superiore alla Serie A”

Pubblicato

:

Tante squadre su Jakub Kiwior, ma l’Arsenal nel giro di pochi giorni chiude l’affare e l’ex Spezia approda in Premier League. Sasha Baranov, agente del difensore, è intervenuto a TV Play per raccontare la trattativa tra il club spezzino e i Gunners. Le sue parole:

INTERESSE ITALIANO – “Tante squadre in Italia erano interessate, dal Milan al Napoli passando per la Juventus ma non c’è mai stata occasione di chiudere l’affare con nessuna delle tre.”

PERCHÈ L’ARSENAL – “La Juventus era nella situazione in cui tutti sappiamo, il Napoli dato il campionato che sta facendo non aveva bisogno di cambiare la difesa. Poi diciamocela con tutta onestà, quando ti chiamano le squadre di Premier League… è tutt’un’altra storia.

 

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969