Connect with us

La nostra prima pagina

Scenari

Pubblicato

:

UEFA

Con la chiusura della quinta giornata di Champions League si può già iniziare a tirare le somme. Sono 8 le squadre già qualificate agli ottavi, solo quattro sono già certe di finire il girone al primo posto. Quattordici squadre si giocheranno l’accesso agli ottavi all’ultima giornata. Attenzione però alle squadre con il dente avvelenato, già fuori dalla corsa per gli ottavi, che proveranno a tutti costi a conquistare almeno il terzo posto valevole per i trentaduesimi di Europa League. Sono fuori da tutti i giochi sorprendentemente Monaco e Benfica, caduti in gruppi tutto sommato abbordabili, insieme a Maribor, Feyenoord, Olympiakos e Qarabag. Andiamo ad analizzare ogni girone per visualizzare tutti gli scenari possibili.

MINIMO DI MOU

Lo United è ad un passo dagli ottavi di Champions League, la caduta contro quella piccola bestia nera del Basilea ha rimandato la qualificazione all’ultima giornata. Mou ha bisogno di un semplice pareggio contro il CSKA all’Old Trafford per qualificarsi come primo, oppure potrebbe anche perdere, a patto di una sconfitta del Basilea. In quel caso ci arriverebbe alla parità con i russi, entrerà dunque in ballo la differenza reti negli scontri diretti. Lo United parte comunque con un buon vantaggio data la vittoria in Russia per 4-1. La squadra di Mosca necessita di un risultato migliore rispetto al Basilea che in caso di parità passerebbe grazie agli scontri diretti. In caso di vittoria sia del Basilea che del CSKA allora si passerebbe alla classifica avulsa a tre squadre, come in quel sfortunato girone del Napoli con Arsenal e Borussia Dortmund.

Classifica girone A: Manchester United 12, Basilea 9, CSKA Mosca 9, Benfica 0                                               Ultima giornata: Manchester United- CSKA Mosca, Benfica-Basilea

TUTTO DECISO (O QUASI)

Ci saranno fuochi d’artificio nel girone B. Il Psg e il Bayern si giocano il primo posto all’Allianz Arena, mentre il Celtic e l’Anderlecht si giocano l’accesso all’Europa League. Data la differenza di 3 punti a favore dei francesi, il Bayern deve vincere tassativamente per provare a beffare i francesi. I parigini a loro volta possono anche prendersi il lusso di perdere ma devono far forza sulla vittoria dell’andata per 3-0. Dunque all’Allianz si rischierà di vedere una sfida incredibile con i bavaresi all’attacco. La stessa situazione vi è per il terzo posto, il Celtic ha già vinto in Belgio per 3-0, perciò sarà un’impresa per l’Anderlecht provare a strappare il pass per l’EL.

Classifica girone B: Psg 15, Bayern Monaco 12, Celtic 3, Anderlecht 0                                                        Ultima giornata: Bayern Monaco- Psg, Celtic-Anderlecht

 

UN PASSO DALL’IMPRESA

Probabilmente nessuno avrebbe creduto ad Agosto nella qualificazione della Roma in questo girone di ferro. Eppure Di Francesco ha sorpreso tutti nella doppia sfida contro il Chelsea. Basta poco per confermare tutto quello che di buono è stato fatto, la Roma deve vincere in casa contro gli azeri del Qarabag. L’Atletico si andrà a giocare il tutto per tutto allo Stamford Bridge, solo vincendo ha una minima possibilità di qualificarsi, sperando in una caduta dei giallorossi. Conte dal canto suo deve vincere per assicurarsi il primo posto, o almeno sperare che la Roma non vinca. Ce ne saranno delle belle sicuramente a Londra, nel caso di un pareggio o sconfitta dei londinesi, collegati ad una vittoria della Roma, vedremo i giallorossi trionfare al primo posto, con i blues al secondo. La partita abbordabile dell’Olimpico non può che far sperare vivamente i tifosi romanisti, il Qarabag non ha nulla da chiedere a questa Champions League, ma attenzione agli azeri con le loro trappole.

Classifica girone C: Chelsea 10, Roma 8, Atletico Madrid 6, Qarabag 2                                                        Ultima giornata: Chelsea- Atletico Madrid, Roma-Qarabag

BRIVIDO

Il Barcellona è già certo di essere primo dunque vivrà l’ultima giornata con estrema tranquillità. Una Juve che convince a età ha bisogno di riscattarsi e portare a segno il compito obbligatorio del passaggio del girone. In Grecia non sarà assolutamente semplice, dato il calore del tifo e la solidità dei greci tra le mura amiche. Allegri deve vincere o almeno eguagliare nello stesso risultato lo Sporting, che invece ospiterà il Barcellona. I portoghesi ci proveranno, soprattutto sfruttando la spensieratezza del Barcellona. La Juve è la Juve, ma non sarà assolutamente una passeggiata.

Classifica girone D: Barcellona 11, Juventus 8, Sporting Lisbona 7, Olympiakos 1                                     Ultima giornata: Olympiakos- Juventus, Sporting Lisbona- Barcellona

DUE POLTRONE PER TRE

Il Liverpool si è giocato un match-point incredibile contro il Siviglia. Istanbul si è ribaltata, ovviamente con una rilevanza molto più ridotta. La storia epica della partita resterà certamente nella memoria di molti, soprattutto per le motivazioni che hanno spinto gli andalusi a rimontare i reds. Al Liverpool basta un pareggio contro lo Spartak di Carrera all’Anfield. In caso di sconfitta avrebbe comunque il primo posto se il Siviglia non dovesse vincere contro il Maribor. Gli Andalusi devono vincere per arrivare agli ottavi o almeno devono sperare in una mancata vittoria dei russi. Il Maribor invece sarà quarto a prescindere da qualunque risultato, dunque sarà una sorta di spettatore che può influire nelle sorti del girone.

Classifica gruppo E: Liverpool 9, Siviglia 8, Spartak Mosca 6, Maribor 2                                                 Ultima giornata: Liverpool- Spartak Mosca, Maribor- Siviglia

PREGARE

Il Napoli può solo affidarsi alla religione per sperare nella qualificazione. I ragazzi di Sarri sono obbligati a vincere in casa del Feyenoord, sperando nella caduta dello Shakhtar per mano del Manchester City di Guardiola. I citizens sono già certi del primo posto e subito dopo lo Shakhtar avranno il derby importantissimo contro Mourinho. Tutto risiederà nella sfida in Ucraina.

Classifica girone F: Manchester City 15, Shakhtar Donetsk 9, Napoli 6, Feyenoord 0                               Ultima giornata: Feyenoord- Napoli, Shakhtar Donetsk- Manchester City

SORPRESA TURCA

Il Besiktas inizia a spaventare per la propria ambizione in Champions League. La squadra domina un girone certamente più abbordabile di altri, ma iniziato nella parità più assoluta. Nel girone G si gioca solo per il secondo posto. Porto e Lipsia sono a pari punti, con i portoghesi in vantaggio negli scontri diretti. I tedeschi dovranno accogliere il Besiktas, ormai libero da qualunque risultato, mentre il Porto rimette in scena il remake della finale del 2004 di Champions League al Do Dragao. Il Monaco tenterà almeno il colpo di coda per non perdere definitivamente la faccia. Sarà uno spettacolo assicurato.

Classifica girone G: Besiktas 11, Porto 7, RB Lipsia 7, Monaco 2                                                                 Ultima giornata: Porto- Monaco, RB Lipsia- Besiktas

NIENTE DA DIRE

Il Tottenham sbanca nel girone H della Champions League, mentre il Real finisce come l’anno scorso al secondo posto del proprio girone. Delude incredibilmente il Borussia Dortmund che ora è costretto a giocarsi il terzo posto con l’Apoel. I ciprioti se la vedranno con il Tottenham al Wembley, mentre i tedeschi andranno al Bernabeu per provare a strappare un punto al Real. In caso di pareggio di entrambe le squadre, passerebbe il Borussia in forza della miglior differenza reti, mentre se entrambe dovessero vincere o perdere si vedrà ancora la differenza reti che varierà in base ai risultati. Ovviamente il Borussia è superfavorito, ma mai dire mai nel calcio.

Classifica girone H: Tottenham 13, Real Madrid 10, Borussia Dortmund 2, Apoel Nicosia 2                      Ultima giornata: Real Madrid- Borussia Dortmund, Tottenham- Apoel Nicosia

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calciomercato

Hjulmand può salutare Lecce: su di lui l’Eintracht

Pubblicato

:

Hjulmand

Il capitano del Lecce, Morten Hjulmand si è rivelato una delle sorprese nella prima fetta di stagione. Il danese, classe 2003, ha collezionato tre assist in 15 partite, tra campionato e Coppa Italia, giocando davanti alla difesa.

Statistiche che lo hanno messo in vetrina. Infatti, come riporta l’esperto di calciomercato Nicolò Schira, su di lui è piombato l’Eintracht Francoforte. Un’opzione, secondo il giornalista, per lo più in vista della prossima estate. In particolare, il centrocampista è un punto fisso di Baroni e difficilmente il club giallorosso lo lascerà andare in questa sessione di mercato, con un obiettivo salvezza da raggiungere.

Non solo. Corvino e Trinchera sono al lavoro per rinforzare la squadra, cercando – appunto – un vice Hjulmand: si fanno i nomi di Benassi e di Zurkowski, entrambi alla Fiorentina, e utilizzati col contagocce da Italiano.

Continua a leggere

Flash News

Diario Mondiale, giorno 21: Croazia-Argentina in semifinale, oggi gli altri due quarti

Pubblicato

:

Messi

Nella prima delle due giornate dei quarti di finale il Brasile dice addio al Mondiale, perdendo ai rigori contro la Croazia, dopo l’1-1 nei i tempi supplementari. Ad affrontare i croati ci sarà l’Argentina, vincente sempre dagli undici metri a discapito dell’Olanda. Oggi gli altri due match: Francia-Inghilterra e Marocco-Portogallo.

CROAZIA-BRASILE

Il percorso del Brasile – favorita della competizione insieme alla Francia – a Qatar 2022 si ferma ai quarti di finale. Rigori fatali per i Verdeoro di Tite (da ieri non più commissario tecnico dei sudamericani) che, al 105’ con Neymar, vanno in vantaggio e sentono profumo di semifinale. Aroma che cancella Petkovic a tre minuti dalla fine della gara. Dagli undici metri Livakovic (ancora!) e il palo di Marquinhos cancellano i sogni di gloria del Brasile, mandando Modric e compagni al settimo cielo.

OLANDA-ARGENTINA

Nell’altro match di giornata, l’Argentina di Leo Messi raggiunge i croati in semifinale, dopo una pazza partita. Molina e Messi portano la Selección sullo 0-2, facendo presagire una serata tranquilla per la squadra di Scaloni. La doppietta di Weghorst (grande schema sul finale dei tempi regolamentari che porta al 2-2). I Martinez sono invece decisivi nei rigori: Emiliano con due rigori parati e Lautaro col tiro dagli undici metri decisivo.

FRANCIA-INGHILTERRA

Probabilmente il match più atteso di questi quarti di finale. Sarà Mbappé contro Kane, Deschamps contro Southgate. I Blues arrivano dal 3-1 contro la Polonia, con Giroud galvanizzato dal record con la Nazionale francese. Dall’altra parte i giovani inglesi non vogliono fermarsi, reduci dal 3-0 al Senegal arrivato con una scioltezza sorprendente.

MAROCCO-PORTOGALLO

La sorpresa di questo Mondiale, il Marocco, affronta una delle squadre più complete a livello di organico di questa edizione, il Portogallo. Da capire se Cristiano Ronaldo tornerà dal primo minuto dopo la panchina con la Svizzera. Marocco-Portogallo è anche Hakimi contro Cancelo, due terzini passati dall’Inter e tra i più moderni del calcio attuale.

Continua a leggere

Flash News

Mario Rui sul Crystal Palace: “Buona squadra, sarà una gara difficile”

Pubblicato

:

Saelemaekers

Il Napoli di Luciano Spalletti continua il suo ritiro di Antalya, in Turchia, per prepararsi al rientro ufficiale in campo, quando affronterà l’Inter a San Siro. Gli azzurri vogliono continuare il loro rullino di marcia, interrotto per la pausa del Mondiale. Tra i – tanti – giocatori che si sono messi in risalto nella prima parte di stagione c’è sicuramente Mario Rui.

Il portoghese ha parlato ai microfoni di Sky Sport sulla preparazione e sul match contro il Crystal Palace, squadra inglese con cui i partenopei si confronteranno domani alle 16.00. Queste le sue parole:

Siamo davvero fortunati ad avere a disposizione queste strutture. Sicuramente questo ci fa lavorare ancora meglio e ci fa preparare nel migliore dei modi per la ripresa del campionato. Crystal Palace? Affronteremo una buona squadra, una squadra forte che gioca in uno dei campionati più belli al mondo e sarà una partita difficile visto che stiamo lavorando tanto fisicamente. Stiamo bene però è giusto che ci sia anche un po’ di stanchezza, ma queste sono le partite giuste che ci daranno dei segnali importanti per il futuro“.

Continua a leggere

Flash News

Scalvini dopo il match contro l’Eintracht: “Buon test, nessun problema con il ruolo”

Pubblicato

:

Roma-Atalanta

L’Atalanta di Gasperini ha pareggiato 2-2 contro l’Eintracht Francoforte, venendo successivamente sconfitta ai calci di rigore, al Trofeo Achille e Cesare Bortolotti.

Tra i protagonisti della gara Giorgio Scalvini, sempre di più al centro degli schemi del tecnico nerazzurro. Il classe 2003 ha parlato ai microfoni di Sky Sport subito dopo la partita con i tedeschi:

È stato un buon test e buona prestazione dal punto di vista fisico, ma anche tattico e tecnico. Stiamo lavorando molto sotto questi aspetti in vista della seconda parte del campionato. Ruolo? Mi trovo più a mio agio in difesa, ma sto bene anche a centrocampo, nessun problema a spostarmi“.

Scalvini ha parlato anche di obiettivi personali da raggiungere: “Io già leader? Faccio quello che posso dando il massimo. Posso migliorare in tutto, dal punto di vista fisico e di personalità, c’è tanto tempo per lavorare. Mi ispiro molto a Thiago Silva, il mio idolo da bambino. Anche ora che è più anziano – calcisticamente parlando – è un grande giocatore, mi piace molto“.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969