Dove trovarci

Che bel segnale!

A Nyon, nella udienza davanti al Presidente della Camera Giudicante Da Cuhna, si e’ presentato non solo il Presidente Paolo Scaroni, accompagnato da tre avvocati, ma anche la proprietà, Gordon Singer, con due consiglieri di amministrazione del calibro di Giorgio Furlani e Franck Tuill. Una dimostrazione chiara, forte, inequivocabile, significativa della importanza dell’asset Milan per il fondo Elliott. Un incontro durato non per i 40 minuti previsti, ma più di due ore, nelle quali la proprietà ha parlato, chiarito e spiegato a un organo, l’Uefa, forse spiazzata dalla decisione del Tas di Losanna, che ha riammesso il Milan in Europa, perche’ la sentenza era stata ritenuta non consona e non proporzionata alla colpa. Comunque è apparso chiaro che la decisione favorevole al Club milanista fosse dipesa soprattutto proprio dalla presenza di una nuova proprietà, solida, sicura e visibile al posto del mistero cinese, impersonato da Yong Hong Li. Quindi è servita una certa opera di pubbliche relazioni proprio da parte di Mr Singer per confermare la totale sintonia del Club di Via Aldo Rossi con l’Uefa, forse un poco prevenuta, una sintonia che si esplicherà con l’osservanza dei dettami dell’Organo Europeo in tema di FFP. Appare probabile che i rappresentanti del Milan, dopo aver ancora sottolineato che la prossima punizione riguarda un triennio, dal 2014 al 2017, che non li ha visti protagonisti, abbiano rivelato i piani futuri, che prevedono l’auspicato ritorno dei colori rossoneri ai livelli degni del loro blasone. Con la speranza che le pene possano tener conto dello sforzo dei nuovi proprietari. Insomma rivedere il Milan nella Europa che conta dovrebbe essere l’auspicio anche dei vertici svizzeri. Ci aspettiamo dunque una pena pecuniaria, ma per il mercato di gennaio, anche una certa libertà di manovra sempre nei limiti che evitino una estate di troppi gravosi sacrifici. La sentenza è attesa entro il 10 dicembre, perché i plenipotenziari del mercato possano operare con tempestività.  Comunque, lo ribadiamo, il segnale da parte del fondo Elliott è apparso forte .Una conferma di un convincimento che ho da sempre.

Gordon Singer ama il calcio, sta amando il Milan sempre di più, giorno dopo giorno. Un amore non si vende, ma durerà ancora per lungo tempo!

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Generico