Dove trovarci

Che fine ha fatto Balotelli?

Se lo stanno chiedendo tutti in questo momento: ma Balotelli che fine ha fatto? In che squadra giocherà il prossimo anno? Girano molte voci di mercato, ed è normale in questo periodo. Quello che non torna è il mistero che si è creato intorno al suo trasferimento dopo le prestazioni in terra francese, che dovrebbero essere motivo di vetrina europea. Che il giocatore voglia ponderare ogni offerta è palese, che il fatto che abbia come agente Mino Raiola altrettanto. Quindi… che fine farà Balotelli?

ESPERIENZA FRANCESE

Appena arrivato a Nizza, il comportamento extra-campo era il punto interrogativo che i media ponevano su Balotelli: dopo 2 stagioni a suon di reti – ben 43 in 66 partite, condite da 3 assist – l’atteggiamento è diventato un punto esclamativo, sintomo di una rinascita professionale. Fino a quest’estate, quando Balotelli, che aveva assicurato a mister e società che si sarebbe presentato al primo giorno di raduno nonostante fosse in procinto di partire, il classe 1990 non si è fatto vedere in ritiro. Condotta che non è passata in secondo piano al nuovo mister francese Vieira, che sulla vicenda si è espresso così:

Avevo parlato con Mario e ci eravamo dati appuntamento al raduno. Purtroppo non è venuto e dispiace molto, perché al Nizza ha trascorso due anni splendidi e aveva creato un bel rapporto con tutti. Il problema non è che abbia voglia di andarsene, fa parte del calcio. Ma con un comportamenti simile ha rovinato i due anni passati, mancando di rispetto al club. Ad esempio, Seri e Le Marchand si sono presentati e hanno lavorato normalmente nonostante se ne stessero andando. Hanno salutato tutti, società e tifosi.

DOVE POTREBBE ANDARE

Detto e chiarito che della Cina non ne vuole sentir parlare – perché a 27 anni si sente nel pieno della maturità professionale – il campo si restringe a due pretendenti che sono uscite allo scoperto per il calciatore.

Notizia degli ultimi giorni, che con il passare del tempo sembra concretizzarsi sempre di più, è il forte interessamento del Parma, che riporterebbe in Italia la punta che ha già vestito le maglie di Inter e Milan. Il problema per i crociati è di tipo economico, perché il Nizza chiede 10 milioni per lasciare partire la punta, ma anche di stipendio, perché Balotelli guadagna molto di più – 4 milioni – di quello che è il tetto massimo – il cosiddetto salary cap – deciso dal club emiliano.

Alla prima da titolare con il Nizza, Balotelli ha siglato una doppietta contro il Marsiglia – 2-2 il risultato finale -, proprio come aveva fatto con l’Inter – nel 4-1 alla Reggina – e al Milan – doppietta all’Udinese -.

Se Parma sarebbe la piazza ideale senza alcun tipo di pressione, dove potrebbe dimostrare in pieno il suo valore, la questione non vale se la pretendente è il Marsiglia, acerrimo rivale – calcisticamente parlando – di quello che ormai sembra il passato di Mario, il Nizza. Il club di cui ne è l’allenatore Rudi Garcia da tempo corteggia l’attaccante italiano, che nei piani del mister risulterebbe perfetto per concretizzare quello che Payet, Thauvin e Ocampos creano. Così come il già citato Parma, anche il Marsiglia potrebbe venir aiutato dallo sponsor: se per gli emiliani l’Errea ne curerebbe una buona parte economica, per i francesi la Puma ne assisterebbe il club a livello d’immagine, essendo sponsor sia del giocatore che della squadra.

NAZIONALE

Ritrovare un club disposto a darti continuità a livello di minuti aiuta, soprattutto a confermare il posto che Balotelli sembra aver ripreso in nazionale. Perché dopo 4 anni di assenza, il 19 maggio 2018, per le amichevoli da giocare contro Arabia Saudita, Francia e Paesi Bassi, Mario ha riabbracciato l’azzurro grazie alla convocazione del Ct Roberto Mancini, suo estimatore ai tempi dell’Inter – dove lo ha lanciato nel calcio dei grandi – e al Manchester City. Oltre ad aver ritrovato la nazionale, Balo ha anche ritrovato la via del goal in occasione della vittoria per 2-1 – suo il goal del vantaggio azzurro – sull’Arabia Saudita.

Ritrovare un club per ritrovare sé stessi. Buona fortuna Mario.

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Calcio e dintorni