Connect with us

Generico

Cosa aspettarsi da Chelsea – Manchester United

Pubblicato

:

La sosta per le nazionali è andata in archivio, adesso è il momento di (ri) tuffarsi nei campionati. Dopo le prime 7/8 partite è prematuro trarre conclusioni affrettate, ma ci sono già molti spunti interessanti.

Per esempio, Maurizio Sarri ha avuto un impatto devastante con la Premier League e con il suo Chelsea si ritrova primo in classifica, insieme a City e Liverpool. Il Manchester United di Mourinho, invece, non sta convincendo nessuno e il tecnico portoghese può rischiare l’esonero da un weekend all’altro. Situazioni diametralmente opposte che si incroceranno sabato, all’ora di pranzo, in uno dei classici del campionato inglese: blues contro red devils, Chelsea-Manchester United.

CASA SARRI

Il Chelsea è rimasto imbattuto in questo inizio di Premier (6 vittorie e 2 pareggi), i blues hanno assimilato subito la filosofia di Sarri e il big match contro i Red Devils servirà da ulteriore conferma del lavoro svolto dal tecnico toscano. La chiave di volta è stato sicuramente l’acquisto di Jorginho, il giocatore ideale per trasferire i concetti e i principi di gioco dell’ex tecnico del Napoli direttamente sul campo. Il passaggio da un allenatore reattivo come Conte ad uno proattivo come Sarri non era del tutto scontato, ma sia i giocatori che l’ambiente non hanno mostrato difficoltà nell’assimilarlo.

Adesso il Chelsea cerca sempre di fare la partita, mantenendo il possesso della palla (i blues sono la seconda squadra per possesso medio, 62.7%). Anche l’atteggiamento sul pressing è cambiato, quando la palla è persa viene attuato un pressing feroce per la riconquista. Tutto questo, per esempio, non succedeva con Antonio Conte, allenatore profondamente diverso da Maurizio Sarri.

La cura Sarri sembra stia funzionando. (via Sky Sports)

Per quanto riguarda lo schieramento in campo dei suoi, Sarri è rimasto fedele al 4-3-3 ed ha già una formazione tipo: Kepa in porta, Azpilicueta a destra, Rudiger e David Luiz centrali, Marcos Alonso a sinistra; Jorginho davanti alla difesa, ai suoi lati Kanté e uno tra Kovacic e Barkley; davanti Giroud come attaccante centrale, con uno tra Willian e Pedro a destra e Hazard a sinistra.

La catena di sinistra è molto più sbilanciata rispetto a quella di destra, infatti la maggior parte delle sortite offensive arrivano proprio dagli spunti di Hazard, dalle sovrapposizioni di Alonso (secondo il suo allenatore, il migliore terzino sinistro d’Europa) e dagli inserimenti della mezzala (che sia Kovacic o Barkley).

A destra, invece, Azpilicueta rimane molto più bloccato dietro, formando una sorta di difesa a 3, con Kanté che affianca Jorginho e l’ala d’attacco destra votata al ripiegamento. In questo sistema Jorginho è incaricato dell’uscita della palla dal basso, proprio come faceva a Napoli (l’italiano è già il calciatore con più passaggi di tutta la Premier, 106 ogni 90’).

Il problema per Sarri sorge quando l’allenatore avversario decide di schermare il suo fulcro di gioco, sicuramente una carta che Mourinho si giocherà. Per questo sarà fondamentale vedere quali altre opzioni di gioco metteranno in campo i blues, per continuare a proporre un calcio propositivo e divertente, che in Inghilterra è stato già ribattezzato ‘Sarri-ball’, più o meno l’equivalente inglese del nostro ‘Sarrismo’.

CASA MOURINHO

Dalle parti di Old Trafford ne sono convinti: la gestione di Mourinho ha toccato dei picchi negativi addirittura più bassi di quelli toccati nelle gestioni di Moyes e di Van Gaal. E se dovesse arrivare un’altra sconfitta in un match così importante (i red devils hanno perso 3 a 0 in casa contro il Tottenham poche settimane fa) probabilmente il percorso di Mourinho giungerebbe al capolinea.

Quello che più incuriosisce guardando la rosa allestita dal manager portoghese in questi 3 anni è vedere vari giocatori totalmente estranei al progetto (l’esempio lampante è Alexis Sanchez).

La squadra di Mourinho non è assemblata bene, non ha una struttura ben definita e tutto ciò si riflette spesso in campo. Inoltre, senza un portiere di livello straordinario come David De Gea, adesso la situazione sarebbe stata ancora più tragica.

Fondamentalmente il Manchester United allenato da Mourinho non è mai stata una squadra ‘mourinhana’, eccezion fatta per qualche sporadica occasione. In campo i Red Devils appaiono spesso disordinati, con le idee confuse e con una linea difensiva che non effettua movimenti corretti.

Mourinho, in vista del big match di sabato, ha molti ballottaggi da sciogliere. Con molta probabilità la coppia dei centrali difensivi sarà composta da Smalling e uno tra Lindelof o Jones, non proprio una coppia sicura, per usare un eufemismo. Sulla corsia di sinistra ci sarà uno tra Shaw e Young, mentre a destra agirà Valencia. In mezzo al campo, insieme a Pogba, Mou potrebbe optare per la forza fisica, schierando Matic e anche Fellaini. Davanti, invece, insieme a Lukaku ci dovrebbero essere Rashford e Sanchez. L’attaccante belga sarà spesso chiamato a dover fare reparto da solo e deve scongiurare la maledizione di Stamford Bridge.

Il tecnico portoghese dovrà pensare a come fermare Eden Hazard, scatenato in questo inizio di stagione e autentico faro dei blues (7 gol messi a segno e 3 assist, praticamente un gol o un assist ogni 58′).

Inoltre un centrocampista – con molte probabilità Fellaini – sarà incaricato di schermare Jorginho in fase di non possesso. Un altro aspetto fondamentale sarà la gestione delle transizioni, da sfruttare in particolare con Rashford e Sanchez nella metà campo avversaria. Lo United sarà chiamato ad una partita di sofferenza e soprattutto di concentrazione, mancata spesso negli ultimi tempi.

La certezza, per sabato, è solo una: bisognerà mettersi comodi sul proprio divano di casa e gustarsi Chelsea-United, un classico del football inglese che non stanca mai.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Barcellona, interesse per Onana: le ultime

Pubblicato

:

Onana

Il Barcellona, nonostante i problemi riguardo alla liquidità, agirà sul mercato di gennaio: sono infatti tanti i nomi di Inter e Milan e che piacciono al club blaugrana.

BARCELLONA-MILANO: ASSE CALDO

Al Barcellona piacciono tanti nomi dell’Inter: si comincia da Lautaro e Skriniar concludendo con Brozovic. Ma non si ferma qui, infatti passando all’altra parte di Milano piacciono molto sia Rafael Leao, che Bennacer.

Secondo Tuttosport, però, l’obiettivo principale del Barcellona per gennaio è un portiere che faccia da vice a Ter Stegen: tutti gli indizi portano ad Onana. L’ex Ajax è un obiettivo concreto dei blaugrana, che stanno preparando un piano per sferrare l’attacco finale a gennaio.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Tata Martino non è più il CT del Messico: le ultime

Pubblicato

:

Messico

Nonostante la vittoria del Messico ieri sera, ormai l’esperienza di Gerardo Martino sulla panchina della Nazionale Messicana sta per volgere al termine. Decisiva sembra essere stata infatti la non qualificazione agli ottavi di fiamme dei Mondiali in Qatar.

MESSICO-TATA MARTINO: È FINITA

Lo ha confermato lo stesso Tata Martino ieri sera dopo la partita con l’Arabia Saudita:

Dovrò trovarmi un altro futuro, la mia esperienza sulla panchina del Messico è terminata quando l’arbitro ha fatto il triplice fischio. Il mio contratto con la Nazionale termina qua”.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

La Francia non ci sta: reclamo alla FIFA dopo la rete annullata a Griezmann

Pubblicato

:

Francia

Nonostante la Francia fosse già passata, non sono mancate le polemiche ieri pomeriggio al termine del match tra francesi e Tunisia valida per l’ultima partita ai gironi di Qatar 2022. Ha aperto la gara Khazri a cui aveva risposto Griezmann al 98’, ma già al termine della gara l’arbitro ha preso la decisione di annullare la rete  francese. 

POLEMICHE FRANCESI

Secondo quanto riportato dal quotidiano inglese The Mirror, la Federazione Francese è pronta a fare ricorso alla FIFA in segno di protesta per l’annullamento alla rete di Griezmann.

Infatti, al direttore di gara di ieri era stato detto di annullare la rete dell’attaccante dell’Atletico Madrid causa fuorigioco. Ma le regole stabiliscono che un gol non si può annullare a partita già terminata.

Se il gioco è stato interrotto e ripreso, l’arbitro può solo intraprendere una “revisione” e prendere la sanzione disciplinare appropriata, per identità errata o per un potenziale reato di espulsione relativo a condotta violenta, sputi, morsi o estremamente offensivo, offensivo e/o azioni abusive”, si legge nelle regole del gioco dell’IFAB.

In ogni caso la partita di ieri è stata vinta dalla Tunisia, che causa vittoria dell’Australia sulla Danimarca, non è comunque riuscita a passare i gironi della Coppa del Mondo.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Il Messico saluta i Mondiali dopo i gironi: non accadeva dal 1978

Pubblicato

:

Messico

Negli ultimi decenni si era diffusa la convinzione che la Nazionale del Messico fosse perseguitata dalla cosiddetta “maldiciòn del quinto partido“, ossia “la maledizione della quinta partita”, che, ai Mondiali, coincide con i quarti di finale, e che il Tricolor non raggiunge dal lontano 1986.

Dopo la mancata qualificazione a Italia ’90, dunque, ebbe inizio per il Messico una lunga serie di eliminazioni agli ottavi di finale, protrattesi per ben 7 edizioni del torneo: la serie è partita da Usa ’94 ed è terminata a Russia 2018. La vittoria di stasera contro l’Arabia Saudita, la prima per la squadra del Tata MartinoQatar 2022, non ha tuttavia evitato la precoce eliminazione ai gironi di Ochoa e compagni. Nonostante avessero gli stessi punti della Polonia, i messicani non hanno potuto prolungare la propria avventura in Qatar in virtù della differenza reti inferiore a quella dei biancorosssi.

Se consideriamo che ai Mondiali del 1982 il Messico non si è qualificato, l’ultima eliminazione in cui gli Aztecas non hanno superato i gironi di un Mondiale risaliva a più di quarant’anni or sono: parliamo dei Mondiali del 1978 in Argentina.

 

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969