Connect with us

Generico

Chi ben comincia

Pubblicato

:

6-0 è generalmente un punteggio che vediamo nel tennis e che con il calcio ha poco a che vedere. Ci ha pensato ieri il Milan di Vincenzo Montello a farci ricredere, con una prestazione con la quale ha praticamente autenticato il passaggio del turno.
Sicuramente l’avversario non era paragonabile a livello tecnico ai rossoneri, ma la partita rappresentava sicuramente un buon test, soprattutto a livello fisico, per la prima di campionato, in programma domenica.
Vincenzo Montella applica un massiccio turnover, lasciando fuori tre potenziali titolari (Musacchio, Ricardo Rodríguez, e Bonaventura) in vista del match di domenica sera allo ‘Scida’ contro il Crotone. L’Aeroplanino conferma il 4-3-3 di base, con il debutto di capitan Leonardo Bonucci in una gara ufficiale, di Hakan Çalhanoğlu in mezzo al campo ed André Silva in attacco.
Montella vede ormai la fase a gironi, ma su questo c’erano pochi dubbi. Più importante sottolineare la qualità del gioco e gli ottimi segnali mandati anche sul piano atletico nei primi 25’ di partita e le buone indicazioni provenienti dai singoli reparti; analizziamoli meglio

DIFESA

Poco da raccontare, Donnaruma chiamato solamente una volta all’intervento e difesa quasi mai andata sottopressione. Nonostante l’assenza di Musacchio, il reparto difensivo si è mosso bene, comandato alla perfezione da Leonardo Bonucci. Il nuovo capitano rossonero, alla prima ufficiale, non voleva sfigurare e si è anche spinto spesso in avanti alla ricerca del gol.
Bene Conti soprattutto nella fase che preferisce, quella offensiva, con continue sovrapposizioni e cross interessanti. Nessuna sbavatura in fase difensiva e critiche spazzate via per quelli che lo credevano valido solo in un 352.
Antonelli rappresenta il punto di domanda di questo Milan, le voci di mercato lo vogliono vicino alla Fiorentina o al Genoa, lui intanto risponde presente con una buona prestazione a livello offensivo (inferiore a quella di Conti, ma comunque sufficiente) ma soffre molto le discese di Todorovski sul suo lato; è da lì che nascono gli unici “problemi” per la retroguardia rossonera, nella ripresa, si dedica anche un gol. Facile, ma pur sempre una rete che fa morale.

CENTROCAMPO

Sfrutta benissimo la sua occasione Riccardo Montolivo, visto le assenze di Locatelli (risparmiato) e Biglia (infortunato) le chiavi della regia vanno a lui e il centrocampista italiano gioca una partita perfetta. Linee di gioco efficaci, massimo tre tocchi, idee sempre semplici e concrete. Sbaglia pochissimo e si concede addirittura una doppietta dopo ben 1222 giorni di digiuno. Arrivano gli applausi anche per lui, ultimamente sempre fischiato dal pubblico di San Siro.
Kessiè è il centrocampista che ha colpito tutti all’Atalanta di Gasperini: fortissima forza fisica, già pronto a livello atletico, un ingranaggio fondamentale per il centrocampo di Montella.
Un po’ sottotono invece la prestazione di Calhanoglu, interessanti lanci soprattutto in avvio per Silva, ma al fantasista turco manca ancora un po’ di brillantezza sia a livello fisico che mentale.

ATTACCO

Se una partita finisce 6 a 0 sicuramente l’attacco non può aver deluso le aspettative e così infatti non è stato. Pubblico di San Siro in festa e grande ottimismo per l’annata che verrà.
Vero mattatore della serata è stato Andres Silva. Doppietta in meno di mezz’ora per iniziare a prendere confidenza con San Siro, come chiedeva Montella. Nel secondo tempo sfiora la tripletta con una spettacolare deviazione di tacco. Forse leggermente egoista in alcune situazioni, ma d’altronde porta il numero 9 sulle spalle. Per ora le critiche che lo avevano accompagnato dopo le prime uscite, sembrano soltanto un lontano ricordo.
Attorno a lui si sono comportati bene anche Suso e Borini, suo il gol del 4-0. Per lo spagnolo qualche egoismo di troppo per cercare il gol, colpisce un palo, ma si intestardisce spesso per cercare la conclusione. Rimane il fatto che è il primo ad accelerare per mettere in difficoltà la difesa avversaria. Bene anche gli ultimi minuti per Crutone, vicinissimo al gol, chissà che non possa veramente rimanere e mettere in difficoltà Montella nelle scelte per la domenica.

GIUDIZI FINALI

Come dicevamo all’inizio, sicuramente lo Shkendija non rappresenta un avversario all’altezza del Milan. In questi casi però si rischia di arrivare scarichi alla partita, sottovalutando l’avversario e giocando male. I rossoneri invece hanno dimostrato una buona maturità, soprattutto mentale, approcciandosi in maniera corretta all’impegno. La vittoria non può far altro che trasmettere entusiasmo all’ambiente e caricare i ragazzi per domenica. L’avversario sarà tutta un’altra cosa, ma il Milan arriva pronto.

https://www.youtube.com/watch?v=f9PPg0JMvUI

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

L’Italia scopre Buchanan: tre italiane si fanno sotto

Pubblicato

:

Una delle nazionali che maggiormente si è guadagnata la simpatia e gli apprezzamenti di tifosi e addetti ai lavori nel corso di Qatar 2022 è stata senza dubbio quella del Canada; nonostante gli zero punti conquistati dai nordamericani nel girone possano far pensare il contrario, Davies e soci hanno infatti messo in mostra un calcio audace e propositivo, peccando probabilmente di ingenuità contro squadre ben più esperte ed attrezzate come Croazia Belgio, che al Mondiale precedente avevano addirittura raggiunto il podio finale.

Tuttavia, come di consueto, la rassegna iridata è stata un’ottima occasione per diversi talenti in rampa di lancio di mettersi in mostra; tra di essi spicca il nome di Tajon Buchanan, ala classe ’99 attualmente in forza al Club Brugge, che in Qatar ha impressionato per la sua facilità nel saltare l’uomo e per la sensibilità del suo piede destro. Tali doti non sono sfuggite solo alla dirigenza del Napoli, al cui interessamento si era già accennato nei giorni scorsi, ma neanche a quelle di Milan e Juventus, che secondo alcune indiscrezioni provenienti dal Belgio avrebbero deciso di iniziare a monitorare il 23enne canadese.

Continua a leggere

Flash News

Il Barcellona è pronto a farsi avanti per Martinelli dell’Arsenal

Pubblicato

:

Il Barcellona sta preparando il colpo di gennaio per assicurare a Xavi un nuovo innesto in zona offensiva.

Il nome è quello di Gabriel Martinelli, attualmente in forza all’Arsenal. Il giovane talento brasiliano sta partecipando al mondiale in Qatar con la nazionale verdeoro e si sta mostrando una valida alternativa la davanti nonostante gli svariati fuoriclasse che ha il Brasile in attacco.

Per il classe 2001 questo è l’anno dell’esplosione definitiva, al momento in Premier League ha già collezionato 5 gol e 2 assist in 14 partite, ovvero la sua squadra parte 1-0 una partita su due.

Potrebbe quindi essere il profilo giusto per il Barcellona attualmente primo in classifica e con un’Europa League da vincere a tutti i costi.

 

 

Continua a leggere

Flash News

Inzaghi esalta il Frosinone: “Per batterlo servirà la miglior Reggina”

Pubblicato

:

Brescia Lopez

Scontro ad alta quota in Serie B, dove si affrontano Reggina e Frosinone. Nella conferenza della vigilia Filippo Inzaghi, tecnico dei calabresi, ha presentato così la sfida contro la capolista:

“A inizio ho sempre detto che Genoa, Cagliari e Parma hanno squadre superiori rispetto alle altre, ma non scopriamo il Frosinone. Noi siamo un po’ il Frosinone dello scorso anno. Hanno azzerato, hanno lottato e così si ritrovano ai vertici”.

Entrando nei particolari del match:

” A loro piace comandare la partita, esattamente come noi, credo che sarà una bella partita. Non mi preoccupo degli avversari, penso alla grande occasione che abbiamo davanti al nostro pubblico. Per vincere servirà la miglior Reggina“.

Ha poi parlato anche del possibile 11 titolare:

” Ci attendono due gare ravvicinate, 4-5 giocatori tra domani e il fine settimana li cambierò, ma ho ancora questa notte per pensarci. Menez? Ha lavorato bene e si merita quello che ha. Ho un gruppo fantastico, mi si spezza il cuore a lasciare qualcuno fuori“. Infine un’ultima battuta anche sulla classifica: “Si sta chiudendo il girone di andata e, nonostante qualche battuta d’arresto non mi sono mai scoraggiato. Servono solo stimoli ulteriori per mantenere la classifica che, se abbiamo, è perché ce la siamo meritata”.

Continua a leggere

Generico

Salernitana, Iervolino a sorpresa: “Saremmo felicissimi se il Napoli vincesse il campionato”

Pubblicato

:

Salernitana

Ospite della trasmissione Si gonfia la rete su Radio CRC, è intervenuto il presidente della Salernitana Danilo Iervolino. Il patron dei campani, tra le varie domande, riportate da SalernoSport24, ha espresso il proprio parere sul cammino della squadra e sul campionato di Serie A.

Sulla Salernitana

“Non vorrei essere troppo mieloso, ma penso che il nostro campionato sia straordinario, ricordo che quando ero piccolo vi era un grande dislivello mentre oggi anche le squadre meno facoltose si scontrano a viso aperto con le prime della classe. Dobbiamo continuare su questa strada, cercando di ottenere punti anche con le big”.

Sul campionato

“Penso che non si debba perdere la concentrazione e l’impegno, e al riguardo la sosta sicuramente non avrà tale effetto. Le squadre che hanno fatto bene continueranno a fare bene. Noi saremmo contenti come Salernitana, di avviare il progetto della città della Sport a Salerno. L’obiettivo è quello di creare una vera e propria cittadella dello sport salernitano. Non ci cambierebbe l’entusiasmo, arrivare decimi o dodicesimi, ci importa fare bel gioco e saremmo felicissimi se il Napoli vincesse il campionato“.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969