Connect with us
Chi è Andrey Santos, il 18enne brasiliano seguito da mezza Europa

Calciomercato

Chi è Andrey Santos, il “Busquets brasiliano” paragonato a Juninho

Pubblicato

:

Busquets

CHI È ANDREY SANTOS, IL 18ENNE BRASILIANO SEGUITO DA MEZZA EUROPA – Fisico, muscoli, dinamismo e grinta, Andrey Santos è l’ultimo talento brasiliano con un futuro in Europa. Centrocampista difensivo con propensione alla rottura del gioco avversario, è un classe 2004 tenuto d’occhio da molti club del Vecchio Continente. Tra questi ci sarebbe anche l’Inter, che ha già fatto un sondaggio informale per il calciatore. Ma l’asta si allarga anche a squadre spagnole, inglesi e al PSG.

E proprio di “asta” si tratta, visto che il suo cartellino sfiora già i 40 milioni di euro a soli 18 anni.

IL PRIMO ANNO IN BRASILE

Andrey Santos sale alla ribalta solo lo scorso aprile, quando il Vasco Da Gama decide di promuoverlo tra i “grandi”. L’esordio arriva già a novembre 2021, quando accumula 45 minuti contro il Londrina Esporte Clube, nella sconfitta per 3-0 valevole per l’ultima giornata del campionato.

Il 28 aprile 2022, quarta giornata dell’attuale stagione sportiva, Andrey Santos totalizza i suoi primi 90′ nella partita contro il Ponte Preta, vinta per 1-0. Minutaggio che si ripete per intero nel match successivo, contro il Tombense e dà inizio ad una stagione da protagonista. In questo momento, somma 25 presenze in 31 partite complessive con il suo club, condite da 6 reti.

Il suo primo anno da titolare in Brasile lo elegge, senza alcun dubbio, come uno dei profili verdeoro più talentuosi in prospettiva. Il suo ruolo principale è quello di vertice basso in un centrocampo a tre. Una posizione in cui può dare sfogo alla sua grinta che, però, spesso sfocia anche in falli e in ammonizioni: 8 in 25 partite. Un dato da tenere in considerazione, se si pensa che già in due occasioni rimane fuori per somma di ammonizioni (in Brasile la squalifica arriva alla terza ammonizione accumulata).

Tuttavia, sarebbe sbagliato pensare ad Andrey Santos solo come un giocatore di rottura. In campo, infatti, mostra tanta tranquillità e una maturità di gioco che non ti aspetti da un ragazzo di 18 anni all’esordio assoluto. Più che un giocatore di sola interdizione, Andrey Santos è un equilibratore affidabile. Un equilibratore capace di alternarsi tra il ruolo di “spazzino” che pulisce i palloni sporchi e di creatore di gioco, nel primo passaggio.

LE ATTENZIONI EUROPEE

Un profilo come quello di Andrey Santos passa difficilmente inosservato, tra i più grandi club europei. Non solo è molto ricercato, ma spesso è anche blindato a doppia mandata da chi lo possiede. Basti pensare a tutte le offerte per Kanté rifiutate dal Chelsea, o al ruolo che ha Busquets nell’universo Barcellona.

Sul giocatore del Vasco Da Gama c’è l’attenzione di tantissimi club del Vecchio Continente. Tra questi, proprio il Barcellona avrebbe messo nel mirino il brasiliano, per investirlo del ruolo di erede di Busquets. Le grandi abilità difensive del verdeoro, collegate ad una discreta abilità in fase di finalizzazione, sono apprezzate in Catalunya. E i blaugrana sono indubbiamente la squadra più forte sul giocatore.

Segue a ruota anche il PSG, che potrebbe far valere la sua onnipotenza economica per alzare il prezzo e scoraggiare le contendenti. I parigini, attualmente, sono privi di un giocatore con le caratteristiche di Andrey Santos. Ma attenzione anche alle squadre di Premier League. Il Newcastle ha mostrato di volersi gettare nella mischia, così come l’Everton. Il Manchester City è alla finestra.

C’è anche una squadra italiana: si tratta dell’Inter. I nerazzurri mancano di un giocatore che sappia garantire fase di interdizione ed essere valido in entrambe le fasi. Andrey Santos sarebbe, inizialmente, un colpo da valutare in prospettiva. Potrebbe iniziare come vice Barella, per poi ritagliarsi il suo spazio con maggiore frequenza già dalla prossima stagione.

Sicuramente il prezzo di base dalla quale il Vasco Da Gama intende far partire l’asta sul suo talento non è una cifra da poco. I brasiliani chiedono almeno 35 milioni di euro, con la consapevolezza che molto facilmente si arriverà oltre i 40 milioni.

PARLANDO DI LUI

Il nome di Andrey Santos è già argomento di discussioni all’interno del suo stesso club, che non disdegna paragoni importanti. Il suo profilo sembra già migliore di tanti altri, venuti fuori dal vivaio del club carioca, come Allan, Coutinho e Douglas Luiz. Addirittura è stato scomodato anche un termine di paragone molto pesante, da quelle parti: Juninho Pernambucano.

Tatticamente, sono due giocatori molto diversi. Uno è un trequartista con doti da fantasista e da regista offensivo, che disegnava magie con il suo piede destro. Andrey Santos è un giocatore molto più fisico e concreto. Eppure, lo stesso Juninho ha speso parole di elogio per lui.

Dal punto di vista fisico è un mostro. Senza palla la sua partecipazione al gioco è totale. Vorrei controllare il suo GPS, perché non si ferma mai. Dal punto di vista tecnico, poi, è eccezionale. Non sarà più più forte di me, sarà molto più forte di me. E’ un giocatore molto più completo rispetto al sottoscritto. A diciotto anni non giocavo certamente come gioca lui e non mi vergogno a dirlo“.

A Juninho si unisce anche la voce di Nenê, uno dei veterani della rosa: “Non ci credi che sia così giovane. Ha una maturità incredibile e sembra che sia con noi da molto tempo. Ha visione di gioco, grande qualità e gli piace rompere le trame avversarie. E’ già nell’U20 brasiliana e chissà che presto non possa arrivare in Nazionale maggiore. Diventerà un grande giocatore”.

Le prospettive future, dunque, parlano di un giocatore che ha tutte le carte in regola per diventare un giocatore di livello mondiale. Capace di garantirsi un ruolo di rilievo sia in Europa, con vista sulla Champions League, sia nella Seleçao.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calciomercato

La Juve considera Bremer un pilastro per il futuro. Solo un’offerta può far vacillare i bianconeri

Pubblicato

:

UFFICIALE - Bremer rinnova con la Juventus fino al 2028

Apertura odierna del quotidiano TuttoSport dedicata a Gleison Bremer. Il difensore centrale brasiliano della Juventus, prelevato dai rivali del Torino nell’estate del 2022, era un obiettivo anche dell’Inter.

bianconeri, scelto lui per sostituire De Ligt, contano sulla sua presenza anche e soprattutto per la Juventus del futuro. Blindato da poco con un nuovo contratto (che scadrà a fine giugno 2028), il centrale di difesa è molto ambito a livello europeo.

L’interesse più forte che è stato recentemente registrato è quello da parte del Manchester United. I red devils, anch’essi in un periodo di ricostruzione, vorrebbero acquisire le prestazioni del brasiliano per dare maggiore solidità al reparto di difesa. Tuttavia Bremer, vista soprattutto l’importante cifra spesa dai bianconeri per tesserarlo, andrà via da Torino solo a fronte di un’offerta impossibile da rifiutare: la base d’asta è pari a 60/70 milioni di euro. Ma non è tutto, in quanto sarebbe necessaria anche un’importante offerta contrattuale per il giocatore.

Bremer ha ammesso mesi fa di voler provare un’esperienza in Premier League in futuro, definendola una competizione eccitante.

Alla Continassa sono comunque tranquilli, soprattutto vista la situazione a livello contrattuale. L’accordo con il giocatore è stato rinnovato pochi mesi fa e la Juventus ha speso parole al miele per il brasiliano, tant’è vero che il comunicato recitava le seguenti parole: “Gleison Bremer rinnova con la Juventus fino al 2028. È diventato un pilastro, costantemente tra i migliori in campo e una certezza assoluta, guadagnandosi l’affetto dei tifosi e la fiducia di tutti. La firma sul futuro in bianconero è la continuità di quella promessa fatta all’arrivo in quel giorno d’estate“.

Insomma i piani dei bianconeri sono chiari, lo saranno anche quelli di Bremer?

Continua a leggere

Calciomercato

Giroud tentato dall’MLS: i club americani spingono per averlo a giugno

Pubblicato

:

Giroud

Olivier Giroud sembra essere come il vino: più invecchia, più diventa buono. Già, perché all’età di 37 anni è ancora uno dei migliori attaccanti del nostro campionato. In 30 presenze stagionali ha, fino ad oggi, messo a segno 13 gol e fornito 9 assist per i compagni. Oltre a ciò, è anche uno dei leader di questo Milan.

Dopo il passaggio del turno in Europa League, nelle prime ore della mattina è arrivata una notizia da Nicolò Schira che, sul suo profilo X, ha riportato l’interesse di numerose squadre americane per il numero 9 rossonero. Esse, infatti, starebbero spingendo per cercare di convincere Giroud ad andare in scadenza di contratto a giugno, in modo tale da prenderlo a zero.

GIROUD: LA SITUAZIONE

L’attaccante francese, che deciderà il suo destino verso la fine del mese di aprile, ha anche la proposta del Milan sul tavolo: se deciderà di restare nel club rossonero, la proposta sarebbe quella di un rinnovo annuale (fino a giugno 2025).

Sono già almeno due le offerte allettanti ricevute da Giroud: una proveniente dall’Arabia Saudita, l’altra dagli Stati Uniti. Per il momento non vi sono risposte concrete da parte dell’entourage del giocatore, il quale è attualmente concentrato solo sul campo.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Big d’Europa sulle tracce di De Zerbi: la posizione del Brighton

Pubblicato

:

Brighton De Zerbi

Roberto De Zerbi rappresenta senza troppi dubbi uno degli allenatori più promettenti di tutto il panorama europeo. Il tecnico italiano sta raggiungendo risultati e traguardi incredibili con il Brighton. La compagine inglese ha infatti raggiunto, nella scorsa stagione, per la prima volta nella propria storia la qualificazione in Europa League. Una competizione che la squadra sta affrontando alla grande, avendo chiuso il proprio girone al primo posto.

Lo stile di gioco di De Zerbi sta riscuotendo sempre più successo. Difatti, l’allenatore sarebbe finito da diverso tempo nel mirino di diverse big europee. La prossima estate delle panchine di primissimo livello vivranno vere e proprie rivoluzioni. Basti pensare a Liverpool e Barcellona che vedranno lasciare rispettivamente Klopp e Xavi. Ecco dunque che un profilo giovane e preparato come quello di De Zerbi potrebbe diventare un obiettivo concreto.

D’altro canto il Brighton non vuole assolutamente privarsi del proprio manager. Come riportato da talkSPORT, la compagine inglese avrebbe già parlato con De Zerbi riguardo un possibile rinnovo di contratto. Il tecnico non avrebbe dato ai Seagulls segnali di voler cambiare aria in quanto la volontà del club è perfettamente in linea con quella dell’allenatore ovvero sia crescere ancora nel panorama europeo senza privarsi dei giocatori migliori. Dunque le grandi squadre europee sono avvisate: portare via Roberto De Zerbi da Brighton sarà affare assai complesso. 

Continua a leggere

Calciomercato

La Juventus piomba su Di Gregorio: i dettagli

Pubblicato

:

di gregorio monza

La Juventus piomba su Michele Di Gregorio. Come riportato da La Gazzetta dello Sport, i bianconeri sarebbero seriamente interessati all’attuale portiere del Monza come profilo per il futuro. Il contratto di Szczesny scade nel 2025 e, complice anche l’età del polacco, la dirigenza della Juve avrebbe individuato in Di Gregorio il profilo giusto. Naturalmente ci sarà da soddisfare le richieste del Monza ma la trattativa potrebbe chiudersi per una cifra vicina ai 20 milioni di euro. Ciò che resta da capire è se la Juventus tenterà l’affondo la prossima estate puntando fin da subito su Di Gregorio o se magari deciderà di farlo giocare un ulteriore anno lontano da Torino. Il tempo aiuterà a capire come si evolverà la situazione, e la concorrenza a fine stagione per il classe ’97 non mancherà, ma la squadra bianconera sembrerebbe essere piombata fortemente su Di Gregorio.

I NUMERI DI DI GREGORIO

Nelle ultime due stagioni Di Gregorio si è distinto come uno dei migliori portieri del nostro campionato. In questa annata sono arrivati un paio di errori molto pesanti ma le qualità dell’estremo difensore, attualmente in forza al Monza, rimangono indiscutibili. Quest’anno, su 22 partite giocate Di Gregorio ha subito 17 gol, mantenendo la porta inviolata in ben 11 occasioni. Numeri più che positivi se si pensa che nella scorsa stagione in 37 presenze complessive i clean sheet erano stati 10 con 49 reti subite. 

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969